“Tamponi per tutti è come regalare un condono agli evasori fiscali.”Abrignani membro del comitato tecnico scentifico e immunologo dell’università di Milano. ” chi lo rifiuta è solo un ignorante” insiste ” Un green pass più esteso” continua.

Ora lei sarà un grandissimo scienziato, non lo so e non m’interessa, ma paragonare chi non si vaccina, le ricordo è ancora volontario, a chi evade le tasse , dimostra come anche i più intelligenti passano dire cose cretine e offensive. Io sarò ignorante perché non ho ancora fatto il vaccino per il motivo che trovo intollerabile di poter essere punito per qualcosa che non è obbligatorio, e il green pass è una porcata da qualunque parte si guardi. Non ho sentito nel suo caso il presidente della repubblica intervenire per le offese fatte da lei a tutti quelli che non la pensano come lei, come al solito due pesi e due misure, la sua frase è violentissima.

Obbligare qualcuno a spendere 16 euro per un tampone per tre giorni è evidentemente l’ennesimo atto di abuso di potere del governo dei migliori dei peggiori, applaudito da tutte le tv e dai telegiornali, non dando più spazio a chi la pensa diversamente. Per arrivare alla giornalista bionda della mattina di rai tre ” per fortuna che il governo ha esteso il green pass, così abbiamo evitato la vaccinazione obbligatoria” (senza parole )

Un poveraccio, con gli stipendi di fame che ci sono,è obbligato a vaccinarsi , e come puntargli una pistola alla tempia e costringerlo a farlo” O muori di fame o ti vaccini” Questo fa il green pass, per un vaccino che non è obbligatorio, coglioni che fate tanto i democratici.

Sarà impossibile fare i tamponi a tutti questo è ormai chiaro, inoltre il professor Galli ha ammesso nella stessa trasmissione che non è possibile e non fa bene fare tamponi di continuo.

Quindi eccellentissimo Abrignani se lei mi può dare dell’evasore e dell’ignorante, sull’ignorante tutti i torti non ce l’ha anzi… ma l’evasore no, l’evasore è uno che va contro la legge, la sfido ad essere più onesto di me. Essere un immunologo e scienza pura non le da il diritto di parlare di diritto ed offendere, io non sto violando nessuna legge non vaccinandomi fino a prova contraria . In questo caso e solo in questo caso l’ignorante e il cretino è lei e tutti quelli che l’applaudono, magari quelli si veri evasori fiscali.

Matrimonio con falso invito.

Tra qualche giorno si sposa la figlia di un parente lontano, le nozze erano previste da più di un anno, lo so, sorella lontana mi tiene informato.

Quindici giorni prima delle nozze mi è arrivata la partecipazione con addirittura l’invito alla cena.

Io non sarei andato comunque, ma quindici giorni prima sapendo il tipo di lavoro che facciamo io e dolce consorte, e che abbiamo bisogno di preavvisi molto più lunghi, era chiaro che era una presa per il culo, fatto solo per avere la busta con dei soldi.

Per quanto mi riguarda la storia era finita lì, busta e invito gettato nella carta.

Chiaramente le cose troppo facili non piacciono a dolce consorte.

Il parente lontano con la faccia da culo che si ritrova, ha pensato bene di telefonare per accertarsi che non andavamo al matrimonio, fratello è un buono e si è quasi giustificato di non poter partecipare.

Io non ho risposto al telefonino, era un numero sconosciuto, e io non rispondo mai ai numeri sconosciuti, guardo, se non c’è nome chiudo direttamente, da quando faccio così ho pochissimi fastidi telefonici, nulli direi.

La faccia di culo ha pensato bene di lamentarsi con sorella, dicendo che gli avevo messo giù il telefono.

Per quanto mi riguardava fregava un cazzo, e quindi lungi da me di chiarire la cosa.

Chiaramente le cose troppo facili non piacciono a dolce consorte.

Fratello mi diceva della difficoltà di mandargli dei soldi non avevano non so cosa, aveva telefonato alla promessa sposa.

Di bene in meglio la storia si stava chiudendo nei migliori dei modi, il regalo che dovevo fargli forzosamente, il meno possibile chiaramente, non avrei fatto nemmeno quello.

Per quanto mi riguardava tutto era bello che finito.

Chiaramente le cose troppo facili non piacciono a dolce consorte.

A mia insaputa dolce consorte ha telefonato a sorella lontana, che a sua volta ha avvertito parente……

Oltre che ora c’è un conto dove fare un bonifico, mai farsi i fatti suoi dolce consorte , sono parenti miei, ha parlato col parente lontano, gli ha spiegato come se non lo sapesse che per andare avremmo avuto bisogno di tempi di preavviso più lunghi, senza specificare che io non ci sarei andato neanche dietro minaccia. Ed ha voluto fargli sapere che non gli avevo messo giù il telefono, semplicemente non rispondo ai numeri che non conosco.

Tra qualche giorno si sposano, in meridione hanno tanti matrimoni, che si sposano durante la settimana, e che del green pass al ristorante se ne fottono. Lì nessuno va a controllare ,soprattutto in certe zone se ne guardano bene, non comanda certo lo stato.

Comunque a questo punto, non so però se valgono, tanti auguri agli sposi.

Battuta del giorno che va a nozze…

Speravo in una multa era un invito ad un matrimonio. (più autori)

Il matrimonio è come la morte pochi ci arrivano preparati. (Nicolò Tommaseo)

Il fatto che per sposarsi ci vogliono dei testimoni, è la prova che si sta commettendo un reato. (più autori)

Se pensi che che il matrimonio sarà perfetto, probabilmente sei ancora al ricevimento nuziale. (Martha Bolton)

Matrimonio. Vissero infelici perché costava meno. (Leo Longanesi)

Storia vera verissima. Quando si è un professionista….

Oggi vi vorrei raccontare un episodio che riguarda un giocatore di calcio, un campione che pochi ricordano.

Liam Brady, a molti, soprattutto ai giovani o ai non appassionati di calcio risulterà un nome sconosciuto.

Il calcio con quello che voglio raccontare conta poco….

Lian Brady aveva scelto di giocare alla Juventus e pur di giocare con il club bianconero aveva rifiutato contratti più vantaggiosi.

Lian Brady è un gran giocatore , un regista, ma non è il fenomeno, il campione su quale sognare, ma un gran giocatore affidabile e bravissimo nel suo ruolo, amato dal suo allenatore Trapattoni e dal presidente della Juventus di quei tempi Boniperti.

Due anni alla Juventus e due scudetti.

Ma arriviamo all’episodio.

Tre giornate alla fine del campionato, la Juventus si sta giocando lo scudetto con la Fiorentina, sono a pari punti, quando un sabato Trapattoni lo chiama e gli dice che non fa più parte dei piani della juventus, al suo posto arriverà Michel Platini, voluto da Agnelli e comprato con un blitz personalmente. A quei tempi potevano giocare solo due stranieri per squadra. Liam è stato ceduto alla Sampdoria senza nemmeno chiedere un suo parere.

Ultima giornata di campionato, mancano 15 minuti alla fine della partita col Catanzaro il risultato è zero a zero, la Fiorentina ha gli stessi punti della Juventus e sta giocando a Cagliari e sta a sua volta pareggiando, quando viene assegnato un rigore alla Juventus.

Liam è il rigorista della Juventus, da quel rigore possono dipendere tutte le sorti di un intero campionato, Liam ha tre scelte : decidere di tirare quel rigore, decidere di non tirare quel rigore, decidere di tirare quel rigore e sbagliarlo volontariamente…..

Ora vi prego di mettervi nei suoi panni per quanto potete, e scegliere cosa fare, ricordandovi che siete appena stati scaricati malamente dalla vostra squadra e mandati a giocare in una squadra di rango inferiore senza chiedervi nulla.

Liam decide così

Prenderà il pallone e prendendosi tutti i rischi, anche quello di sbagliare, tirerà quel rigore e sarà scudetto per la Juventus.

Michel Platini è un fenomeno è il campione per eccellenza quello che fa sognare, e gli Juventini scorderanno subito Liam, questa è la vita.

Ma io mi vedo molto in Liam, ogni giorno al delirio, (lavoro) nonostante che non condivida più niente con la mia azienda, be’ ogni santo giorno vado e batto il mio rigore con la massima professionalità.

Ci si può riuscire solo se lo fai per te, per la tua dignità, perché tu sei così e non c’entra il dovere, è un modo di essere, finché ci sono faccio bene il mio lavoro, a prescindere da tutto e soprattutto da quello che fanno gli altri.

La differenza tra me e Liam non sta solo nello stipendio, ma da quanti rigori mi tocca battere , io nei suoi confronti sono quasi un eroe.

Battuta del giorno professionale

Se pensi sia costoso assumere un professionista per fare un lavoro, prova ad assumere un dilettante. (Paul “Red” Adair)

L’Italia è un paese di dilettanti disturbati da pochi professionisti.( Pino Caruso)

Il mondo è pieno di professionisti dotati di grandi capacità altrui.(Sandro Montaldo)

Una volta un tizio mi ha minacciato con un coltello…. Ho capito subito che non era un professionista:c’era del burro sopra.( Rodney Dangerfield)

Sono così bravo che neppure io riuscirei a fare meglio di me. (Fulvio Fiori)

E le chiamano ferie queste ferie…Devo ancora andare e sto già pensando che devo tornare.

Devo ancora andare in ferie ed ho già il terrore di tornare al delirio, non è più vita, ora c’è anche il problema del tampone dove farlo, ho scoperta che qui da noi è cosa complicatissima oltre che costosissima, ma non aggiungiamo angosce ad altre angosce e parliamo solo di ferie.

Mi sarebbe stata concessa la mia settimana di ferie, ma al delirio sta succedendo di tutto, e potrebbero anche saltare, oggi si saprà.

Non avendo prenotato da nessuna parte, questa storia del green pass mi è stata utile per non andare da nessuna parte ( tutti i mali non vengono per nuocere), se le ferie saltano per causa di forza maggiore non sarebbe la fine del mondo.

Il problema è che ad oggi in ogni caso non riesco più a godermi le ferie, l’idea che devo tornare al delirio mi toglie ogni piacere.

Devo ancora andare e sto già pensando che devo tornare……

Dolce consorte ha tanto da fare col suo lavoro, che per le ferie a casa ha protestato poca convinta, e spinge solo per due giorni da qualche parte….

Da noi se è bello questo è il periodo migliore , il mare è stupendo, o anche visitare le cittadine turistiche più famose è l’ideale, poca gente in giro e tutto diventa più vivibile.

Resta il fatto che se anche se vado in ferie devo poi tornare al delirio tamponato o vaccinato solo Dio lo sa. Il governo dei migliori dei peggiori sta già pensando a come prolungare la mia agonia al delirio di almeno qualche anno , vogliono togliere la quota 100 .

Con questo stato d’animo che forse vado in ferie….

Battuta del giorno vacanziera

E’ difficile fare una vacanza intelligente dopo undici mesi di lavoro cretino. (Albert)

E’ meglio lavorare poco e fare tante vacanze, piuttosto che lavorare tanto e fare poche vacanze.(Massimo Catalano)

Io vado in vacanza a Casalpusterlengo. Così quando vengo via non mi dispiace. (Leonardo Manera)

Lavoratori di tutto il mondo unitevi. Ma durante le vacanze sparpagliatevi. (Marcello Marchesi)

Non c’è nulla come una brutta vacanza per riconciliarci con la vita lavorativa. (Arnold Benett )

Il governo dei migliori dei peggiori ha deciso il piatto del giorno: coda alla vaccinara per tutti. ( ricetta )

Per fare la coda alla vaccinara per prima cosa ci vuole il bue.

Gli scappati di casa che ci governano, il governo dei migliori dei peggiori, ha deciso green pass per tutti i posti di lavoro. Hanno deliberato che volontariamente o con le buone o con le cattive ci dobbiamo obbligatoriamente vaccinare. Non hanno messo l’obbligo vaccinale che avrebbe avuto senso, prendendosi tutte le responsabilità, ci mancherebbe, hanno deciso che il vaccino rimane su base volontaria ma lo si deve fare per forza. Il tampone me lo devo pagare, il vaccino è gratis . “Fatti il vaccino che è gratis ” Ora ti dicono ridendo” fregati prrrrrrrrrrrrrrrrrrrr ” dicevano stamattina sbellicandosi dalle risate.

Anche per il vaccino o il tampone essere ricchi conviene.

Chi ne esce peggio è il più scappato di casa di tutti :Salvini.

Due parole su questo scappato di casa.

Lo sputtanamento è totale, tra quello che ha detto e quello che è successo è una sconfitta senza precedenti, per non parlare della sua guerra personale al ministro dell’interno Luciana Lamorgese.

Salvini lei è a processo per via degli sbarchi, la sua difesa è che il blocco era una scelta collegiale, ora capisco che spesso non sa quello che dice, ma prendersela con la Lamorgese è come darsi la zappa sui piedi. Evidentemente far sbarcare le persone è una scelta di questo governo, e ora le do una notizia incredibile, lei Salvini con tutta la lega fa parte di questo governo.

Sul vaccino e green pass non ci sono parole, tra quello successo ieri nel voto nel governo e quello detto da lei fino a un giorno prima.

Spero sempre in un miracolo, che alla prossima visita ad una Madonna lo faccia diventare muto.

Passiamo alla ricetta.

Per fare la coda alla vaccinara ci vuole un bue e in questo paese per fortuna o sfortuna non mancano.

La coda alla vaccinara era un pasto per i poveri, poi per i ricchi , ora è per tutti, anzi volontariamente obbligatoria per tutti.

Per questa ricetta è obbligatorio avere pazienza, la cottura è lunga lunghissima, ma alla fine avrete un ottimo risultato, basta aspettare che si cuocia a puntino.
La ricetta del governo dei migliori dei peggior,i però la carota non la taglia a pezzettini ma la vuole grossa molta grossa e va messa con forza lì appena più sotto da dove inizia la coda, che al bue vaccinaro piaccia o no.

PS Mi vaccino? Per il momento no, anche se non sono contrario al vaccino. Credo che spenderò qualche soldo in tamponi, i miei principi valgono sicuramente di più di qualche centinaio di euro. Aspetterò ancora qualche mese e vediamo che succede.

Un buon muuuuuuuuuuuuuuuuuuu a tutti .

Ricordo a tutti che il vaccino è su base volontaria, ed oggi si è puniti e discriminati se non lo si fa. Se non capite dov’è il problema vi meritate il governo dei migliori dei peggiori. Ma in Italia siamo abituati da anni a questi tipi di governi.