Prima di parlare a volte è meglio rivolgere lo sguardo in alto.

Ieri pomeriggio, eravamo semi nascosti sulla scala che dal balcone porta alla terrazza, lì non c’è vento, eravamo abbracciati con dolce consorte, ci godevamo il sole quasi primaverile, io leggevo un libro, dolce consorte dormiva, quando suocero e cognato hanno discusso, erano giù di sotto e il cognato ha detto cose che era meglio che non dicesse, pensava che non ci fosse nessuno a sentire….

Mentre andava via, ha alzato lo sguardo in alto e ci ha visto…….

Ora suocero purtroppo si sta rincoglionendo, tutti i segnali stanno arrivando, la demenza è il vero male di questi tempi, purtroppo ci sono già passato con altre persone care….

Suocero ogni tanto (per il momento) dice e fa cose……

Ora suocero dopo poco non ricordava nemmeno l’episodio, a suo dire, e dolce consorte non ha voluto infierire con il padre, però l’incazzatura verso il fratello è partita.

Aspettando che il divino dall’alto dia la giusta punizione al cognato, nel dubbio che esista il divino, penso che qualcosa in ogni caso succederà. Pensavo all’ingratitudine come altro grande male del mondo, il cognato prima di tutti.

Consiglio:prima di parlare e dire cose spiacevoli, è meglio rivolgere lo sguardo in alto, ma anche guardarsi intorno non è male.

Battuta del giorno Oscar Wilde per andare a colpo sicuro

Oscar Wilde.

Il libro dei libri inizia con un uomo e una donna in paradiso, e finisce con l’apocalisse.

Dobbiamo essere modesti e ricordarci che gli altri sono inferiori a noi.

Amo molto parlare del niente. E’ l’unico argomento di cui so tutto.

Le domande non sono mai indiscrete . Lo sono, talvolta, le risposte.

Non ci si dovrebbe mai fidare di una donna che dichiara la sua vera età. Una donna che dice una cosa simile, è capace di dire qualsiasi cosa.

La vita è tropo breve per sprecarla a cercare di realizzare i sogni degli altri.

Stiamo tranquilli è tutto sotto controllo.

Certo siamo passati in pochi giorni dall’abbracciamo i cinesi, nessun timore, ad non uscite di casa.

Ma cosa volete aspettarvi da politici che oggi dicono una cosa e domani ne fanno e ne dicono un altra.

Il massimo però sono gli esperti, la dimostrazione che più esperto sei in un campo più pirla sei nella vita.

Ieri sera c’era sulla sette da Mentana, un medico famosissimo una scienza pura, dico seriamente, direttore di uno di uno di questi centri di eccellenza italiani, era lì per tranquillizzare gli spettatori , infatti ha detto per prima cosa (vado a braccio) Che ora in televisione dovrebbero parlare solo medici, scienziati ed esperti in questo campo, e proibire ai politici di fare propaganda politica, e di creare inutili allarmismi, e di evitare di creare panico. Credo si riferisse a Salvini.

Ora chiedere a più di 100 mila ( per il momento) persone di non uscire di casa mentre i casi di contagio si moltiplicano, certo non è creare allarmismo, dire che ancora non si sa chi sia il paziente da cui è partito il tutto non è allarmismo, certo dire che un pensionato mai uscito dal suo paesino che andava solo a giocare a carte nel bar del paese è morto per il virus, ma anche in questo caso non si sa chi è l’infetto che ha dato il via al tutto, questo non è allarmismo. Grazie per avermi tranquillizzato ora vado a dormire sereno.

Questi sono gli stessi esperti che fino a qualche giorno fa dicevano di stare tranquilli, che nei vari aeroporti, c’erano tutti i controlli del caso, per poi scoprire oggi che quei controlli potevano essere inefficaci……

Cerchiamo di vedere il lato positivo, stadi chiusi, gente che non può uscire di casa, figli e genitori saranno costretti a parlarsi…. la quarantena è lunga , niente centri commerciali, la domenica passata finalmente in famiglia, per quello anche gli altri giorni a venire almeno per un po.

Tranquilli ieri sera c’è stato il consiglio dei ministri straordinario , dove hanno deliberato per prima cosa che la prossima riunione la faranno in teleconferenza ognuno da casa sua, si sa mai……

ps Le mascherine di carnevale sono inefficaci, comunque buon carnevale, a no, annullato anche quello, sempre per non creare panico ed inutili allarmismi.

Battuta del giorno Guardiamo il tutto da un punto di vista diverso.

Improvvisamente ho capito che voi non siete dei veri mammiferi: tutti i mammiferi di questo pianeta d’istinto sviluppano un naturale equilibrio con l’ambiente circostante, cosa che voi umani non fate. Vi insidiate in una zona e vi moltiplicate, vi moltiplicate finché ogni risorsa naturale non si esaurisce. E l’unico modo che conoscete per sopravvivere è quello di spostarvi in un’altra zona ricca. C’è un altro organismo su questo pianeta che adotta lo stesso comportamento, e sai qual’è? Il virus. Gli essere umani sono un infezione estesa, un cancro per questo pianeta: siete una piaga. E noi siamo la cura ( da film Matrix)

Dolce consorte e uscita serale.

Dolce consorte ieri sera mi telefona” mi porti fuori stasera?” chiede.

“No” sarebbe la risposta che avrei voluto dare, ma visto che la sera sono sempre al delirio (lavoro) questa settimana sono a casa dico “va bene scegli tu dove andare”

Dove andiamo di solito è tutto occupato, e la sua scelta cade in un locale non è proprio vicino…

Sarò sincero la cosa mi irrita un po. ” ma più vicino niente? ” chiedo ” per cambiare un po” dice “e poi tu non ci sei stato mai ” Dolce consorte c’era stata qualche settimana fa con persona cara e figlia.

” Hai sentito del coronavirus ?” chiedo ” Cosa? ” risponde.

Dolce consorte è presa del suo lavoro e non sa nulla di quello che succede nel mondo e di quello che succede intorno a lei, ormai è anni che vive in questa sua bolla.

Gli racconto dei casi scoppiati in Italia ” Torna indietro ” dice con voce preoccupata. ” Perché?”

Chiedo ” C’è il coronavirus, torniamo a casa ” continua.

Dolce consorte è come quasi tutte le donne irrazionale.

Non stiamo andando in un ristorante cinese, a dire il vero non ci siamo stati mai neanche prima.

Ora dolce consorte per lavoro vede decine di persone, ha le sue impiegate giovani e meno giovani che a loro volta vedono fuori dall’ufficio decine di persone che a loro volta vedono….be avete capito. Figlia frequenta l’università, centinaia e centinaia di ragazzi e ragazze, va a ballare, esce, lei si che va al cinese a mangiare….. diciamo che uno, ho fa la vita da eremita, o se no è tutto inutile. Il primo morto italiano del virus è un pensionato di 78 anni, mai uscito dal paese che andava a giocare a carte nel bar del paese pare che lì abbia preso il virus, io controllerei che in zona non ci fosse un centro massaggi…..

Arrivati mi dice il nome della pizzeria ristorante, è di uno che conosco bene, siamo in ottimi rapporti, ” Sai che l’hanno arrestato la settimana scorsa ” dico ” strano che il locale sia aperto” continuo. Dolce consorte mi guarda preoccupata ” Andiamo via ” mi dice ” Ma non hai prenotato?” chiedo ” Si ” risponde. ” Allora entriamo , non l’hanno mica arrestato perché cucinava male, storie di camorra e di usura dico, fatti successi a mille km da qui ” continuo tranquillo.

Un bravo ragazzo per quanto ne so, simpatico ed educato, mi aveva invitato anni fa all’apertura del locale. Lo stesso vale per un’altro arrestato in zona indicato come il capo della ndrangheta, lo conoscevo da anni, persona sempre gentilissima e cortese, almeno con me….. gran lavoratore… certo non ci sono più i delinquenti di una volta, ora sono tutte brave persone.

Entriamo e c’è una ragazza simile a Belen in formato ridotto ad attenderci, l’inizio non è male.

La ragazza ci fa accomodare vicino al tavolo di due imbecilli, la Silvia amica di blog avrebbe riso a crepapelle, due coglioni che per tutta la sera non hanno fatto altro che parlare di pallone, e in più davanti a me c’era il televisore gigante con la partita del Napoli . Avevo scritto nell’ultimo pezzo che non guardo più il calcio e non sopporto quelli che parlano di calcio, il destino mi aveva punito.

L’acustica del locale era terribile, per farti sentire dovevi gridare, ora dolce consorte sa che odio i locali dove bisogna gridare per poter conversare, infatti i due idioti a fianco gridavano mentre parlavano di calcio. ” Ma eravamo nell’angolo laggiù, e là abbiamo parlato benissimo ” ha detto per giustificarsi.

La moglie dell’arrestato quando mi ha visto è venuta a salutarmi , si vedeva che era contenta di vedermi. In certi momenti tutti spariscono, il vedermi lì gli è sembrato sicuramente un gesto di solidarietà, in realtà il locale era pieno, ed io ero lì per caso.

Siamo stati lo stretto necessario, i due dementi continuavano a gridare di calcio, il napoli perdeva, e molti avventori erano partenopei , e mugugnavano…..

L’ unica nota positiva la cameriera, era indifferente che si mostrasse davanti o di spalle era sempre un piacere vederla.

Era freddo tre gradi, ma nonostante tutto ci simo fatti una passeggiata, il cielo era stellato, il mare calmo, stretti uno all’altro abbiamo camminato per un po, poi dolce consorte mezza assiderata mi ha chiesto di tornare a casa….

Battuta del giorno Peter Alexander Ustinov

Peter Alexander Ustinov regista attore.

In un certo periodo della mia vita per vivere vendevo mobili…. e purtroppo erano i miei.

Gentiluomo è colui che tiene aperta la porta mentre sua moglie porta fuori il bidone dell’immondizia.

Le convinzioni sono ciò che divide la gente. I dubbi la uniscono.

Sono le nostre responsabilità, non noi stessi che dobbiamo prendere con serietà.

Il coraggio spesso è mancanza di saggezza, mentre la vigliaccheria non di rado si basa su informazioni affidabili.

Se il mondo dovesse saltare in aria da solo, l’ultima voce udibile sarebbe quella di un esperto che dice che non può essere fatto.