Scricciolo 2

Scricciolo è stata in coma per un mese, poi per fortuna si è ripresa, non senza difficoltà, e non senza conseguenze permanenti.
Ma per lei e i suoi genitori le disavventure non erano finite.

Circa due anni fa mentre era in auto con degli amici è stata coinvolta in un altro spaventoso incidente , anche questa volta se l’è cavata,certo mesi e mesi di ospedale, e di rieducazione, almeno questa volta non era colpa sua .

Nel mezzo degli incidenti gli hanno trovato un tumore, operata e rimessa in piedi, gli è stato detto che è un soggetto facile alle ricadute…..è predisposta quindi i controlli dovranno essere frequenti.

Scricciolo è una ragazza solare e nonostante tutto quello che gli è capitato ha un sorriso stupendo, ed è allegra, va avanti nella sua vita facendo mille progetti, molti sconclusionati a dire il vero, è alla ricerca della sua felicità, e della sua indipendenza .

“Se sei ancora viva vuol dire che c’è qualcosa che devi fare ” gli ho detto ” Si l’ho sempre pensato anch’io ” ha risposto

Se gli occhi sono lo specchio dell’anima, l’anima di scricciolo deve essere bellissima.

Fidanzata con un bel ragazzo, l’ho conosciuto, innamorato perso di lei, lei ci sta ancora pensando, lo presenta come migliore amico e fidanzato, si conoscono da sempre e lui da sempre è innamorato….

Non so cosa sarà della vita di Scricciolo, so che in pochi giorni ha portato luce e gioia alla mia.

A Scricciolo con affetto

Battuta del giorno

Le zanzare maschio non pungono. Se vi stanno intorno, quindi, è solo per accompagnare le mogli. Noi siamo una specie di Ikea in pratica. (p-episcopo)

Una rondine non fa primavera, ma una zanzara fa tanto estate.(Sonopazzaio)

Se pensi di essere troppo piccolo per fare la differenza, prova a dormire con una zanzara (Dali Lama)

Una puntura di zanzara prude meno, dopo che sei riuscito a schiacciare la zanzara (Ugo Ojetti )

Se non insulti la zanzara dopo averla uccisa non è veramente morta (biondaBipolare)

Scricciolo.

Qualche giorno fa avevo scritto che era stata assunta al delirio Scricciolo, una ragazzina piccolina ed esile, e avevo anche detto che il mio è un lavoro tipicamente maschile, quindi non capivo perché l’avessero assunta.

Scricciolo è stato deciso dai capi, contro la mia e la sua volontà di andare a svolgere una mansione più adatta alle sue caratteristiche fisiche.

Tra i tanti torti che mi potevano fare questo è uno dei più gravi e merita vendetta.

Scricciolo lavorava bene, benissimo, ed io avevo fatto in modo che il fatto che fosse uno scricciolo non fosse un problema, faceva il suo lavoro con entusiasmo e gioia, certo e vero che il nostro rapporto era più che buono, e non pensate male, ha l’età di figlia, ed io ho l’età del padre, ecco in una ambito così è nata la nostra amicizia.

Scricciolo ha sempre avuto un rapporto conflittuale col padre, non parlano si gridano sempre, e così il poter parlare e non gridare con uomo adulto , vuoi le cose che gli ho detto è nato un bel rapporto.

L’altra sera era l’ultima sera, farà un orario diverso, nonostante il coronavirus ci siamo abbracciati, quell’abbraccio è valso molto più di mille parole.

Scricciolo aveva sedici anni e voleva andare a una festa di compleanno, ma suo padre non voleva, pioveva a dirotto, e visto che lei ha un caratterino che vi raccomando , ha preso il suo motorino e nonostante la pioggia è andata, vuoi la rabbia per la discussione , vuoi il tempo, vuoi il destino, un uomo ha attraversato la strada di corsa….

Scricciolo è stata un mese in coma….

Non oso pensare cosa hanno provato i suoi genitori e soprattutto suo padre.

Continua……

Battuta del giorno

Se hai fretta non andare di fretta: aumenteresti considerevolmente il rischio di arrivare in ritardo.

Affrettai lentamente -Festina lente ( Svetonio citando una massima dell’imperatore Agusto)

Io la pazienza ce l’ho . E’ la fretta che mi frega.

Gli uomini amano in fretta e odiano con calma (George Byron)

Non ho tempo per andare di fretta.(Wesley)

La sparizione misteriosa di due galline vecchie, bastonate a beccatina.

Lo ammetto da quando ho comprato le galline co co cò mi si è aperto un mondo….

Da quando ho iniziato a prendermi cura di loro, ho scoperto un sacco di cose, le galline hanno una personalità ben distinta, pensano e non son affatto sceme, be come gli umani ci sono quelle intelligenti e quelle sceme, le buone le cattive esattamente come noi.

Certo, poi io ci parlo, quindi per me è più facile capire queste differenze.

Ieri notte quando sono tornato dal delirio (lavoro) e sono andato a chiudere le porte del pollaio, non lo chiudo per loro, ma per i possibili predatori, da noi ci sono sicuramente le faine e le volpi, e sulle donnole predatrici basta guardarsi in giro è pieno, non tanto di galline ma di polli.

Quando dicevo sono andato a chiudere , ho contato sette galline, ne mancavano due. Guardo bene nei due pollai niente sempre sette sono, due galline vecchie mancano all’appello.

Vado dalla suocera e prendo la lampadina e torno, quando accendo la luce, le galline protestano, sembrano un po dolce consorte quando la sveglio…… Conto sette, le cerco fuori ma è buio, quindi richiudo la porta del pollaio e vado a casa ” domani è un’altro giorno…. e si vedrà “

Stamattina ( domenica) mi sono tirato su alle 5 e 30 tra le proteste di dolce consorte ” Dove vai ? E’ domenica, dormi “

Preparato il caffè sono andato a vedere, le galline vecchie erano tornate, ho provato ad interrogarle ma non c’è stato verso che rispondessero.

Liberate tutte, Beccatina mi è venuta incontro ed ha voluto chiarire…

La suocera mi aveva avvisato che c’era una gallina vecchia che beccava le galline co co cò, ieri mi sono appostato con una canna molto lunga in mano, , Beccatina andava dalle galline giovani e senza motivo le beccava sulla testa , certo le co co cò scappavano , non stavano certo lì a prendersi le beccate, con la canna l’ho colpita in testa , la sorpresa di Beccatina è stata tanta, non quanto la seconda bastonata, con l’avviso di lasciarle stare .

Beccatina ha sostenuto che è normale per le galline vecchie picchiare le più giovani, ed io ho detto che per gli umani è normale mangiarsi le galline, Nontirare che era fuori dal pollaio “anche per i cani ”

Beccatina ha detto che smette subito….

Un po di violenza per ottenere la pace a volte è necessaria.

Battuta del giorno George Burns

George Burns comico

Non restartene a letto….. a meno che tu non possa fare soldi a letto.

Dedicato a suocero

Devo essere distratto. Ogni volta che mi lamento che le cose non sono più quelle di una volta , mi dimentico di includere sempre me stesso.

Mi è stato sempre insegnato a rispettare gli anziani, e ora ho raggiunto un’età in cui non ho nessuno da rispettare.

Alla mia età i fiori mi spaventano.

Prima dimentichi i nomi, poi dimentichi i volti. Poi ti dimentichi di tirare su la cerniera e, infine ti dimentichi di tirarla giù.

Soldi mal spesi, ma veramente mal spesi.

Qualche giorno fa ho rivisto Carla un’amica sia mia che di dolce consorte , una donna simpaticissima, con un’altra nostra amica hanno un’attività in comune.

In un certo periodo della nostra vita sono state spesso ospiti a cena a casa mia, si era creato un bel gruppo, eravamo 8 10 persone , a casa dopo mangiato si può stare tranquillamente a chiacchierare, e cazzeggiare , hanno inventato la lavastoviglie e il lavare piatti non è più quel grosso problema, e poi in certe occasioni amo cucinare , non prendo mai niente di pronto cucino tutto io….

Era da un po che non ci vedevamo e quella sera c’eravamo tutti, eravamo seduti a tavola, quando Carla che in effetti fino a quel momento era sembrata un po strana ” Ho fatto una piccola operazione estetica si nota ? “

Stupore generale nessuno si era accorto di niente, solo la sua amica con cui ha l’attività sapeva di cosa si trattava.

Carla ” era un leggero inestetismo, ma che mi dava proprio fastidio, dai è facile si vede benissimo “

Otto persone che guardano e non vedono nessuna differenza tra il prima e il dopo, quindi si è partiti a tentativi ” Ma no” ” ma che dici” No no ” “stai scherzando” ” Ma figurati “”Sei scemo” (sono io) ” ma è una cosa semplicissima ” Dolce consorte ” per me sei uguale a prima”

La cena è continuata e Carla non ha voluto svelarci qual’era stata la piccola operazione, così ogni tanto uno dei partecipanti poteva tentare d’indovinare…. tra i no ma che dici di Carla, sempre più sconsolata.

Solo a fine serata , Carla voleva andare via senza dirci qual’era stata l’operazione , ma è stata obbligata ” Va be ve lo dico, ma si vede benissimo che mi sono operata” ha detto tutta risentita “agli occhi mi sono fatta una blefaroplastica inferiore” ( zampe di galline )

Ora c’erano 9 persone compresa la sua socia che hanno cominciato a ridere, non era cattiveria , ma nessuno continuava a vedere la differenza del prima e del dopo.

Carla ha provato a spiegare fino alla fine dov’era la differenza, che nessuno continuava a vedere, dopo gli inutili tentativi di Carla e visto l’orario ci siamo salutati.

Ancora oggi a distanza di tempo è argomento di presa in giro, Carla ride, ma sotto sotto si vede che ancora soffre che nessuno ma nessuno si era accorto della differenza , soldi spesi male, ma proprio male.

Battuta del giorno

Andrea Pazienza fumettista pittore

Non bisogna mai tornare indietro nemmeno per prendere la rincorsa.

La verità è sempre nuda, basta questo per capire che zoccola che è.

Tiziano Sclavi scrittore fumettista

Cerca di essere uomo, reagisci! La tua ragazza ti ha lasciato ? E lasciala anche tu.

Non prendertela se ti considerano mezzo scemo. Si vede che ti conoscono solo a metà.

E’ giunta l’alba.

Stamattina ho lasciato fare al mio corpo, quando sei pronto ci alziamo. ” Cazzo sono le quattro” gli ho detto, e quindi alle 5 ci siamo alzati tra le sue proteste ” Prima dici una cosa e poi ne fai un’altra “

Preparato il caffè siamo andati a finire il lavoro. (siamo io e il mio corpo) lasciando dormire beatamente dolce consorte, se lei segue il suo corpo credo che tra una settimana la trovo ancora a letto.

Finito di bagnare le piante che erano rimaste a secco ieri, sono andato a liberare le galline, apro la gabbia delle galline vecchie e con mio grande stupore non ne vedo neanche una, apro la parte in muratura, niente tutte sparite, vado verso la gabbia delle galline co co cò erano tutte appassionatamente insieme , ieri sera devono aver fatto un pigiama party, erano tutte attaccate una all’altra. Ieri notte nel chiuderle tornato dal delirio (lavoro ) non me ne ero accorto, era buio.

Nontirare mi guarda speranzosa,” dai andiamo” ho detto e ci siamo diretti al fiume.

Stamattina c’era una famiglia di anatre che passeggiava felice padre e madre e 4 anatroccoli.

Nontirare è stata bravissima e li ha lasciati in pace, si è fatta il suo bagno e giocato con la sua pietra , lasciando che la famiglia nuotasse in pace.

Ora è il momento delle more, lungo il fiume è pieno, così ho mangiato le più mature , buonissime e poi a casa.

Dolce consorte chiaramente era ancora a letto erano le 7 “Ancora a letto ?” ho detto , eviterò la risposta poco gentile .

Sbrigata la frase del giorno, messo il costume e via verso il mare, a metà strada “cazzo la mascherina” torno indietro, dolce consorte zombi si è alzata e gentilmente mi prepara il caffè con la cremina, si vuol far perdonare le parole poco gentili di prima.

Parto vado nella spiaggia a ponente, sono in fase mistica nonostante ci sia una bella ragazza con un bel didietro faccio il giro largo e passo lontano , è una spiaggia bellissima senza sabbia, con pietre in un contesto di natura fantastico, a quest’ora non c’è praticamente nessuno.

Il mare è da favola, il fondale è di sabbia e scogli molti affiorino, le barche non si possono avvicinare, è pieno di pesci, nuoto con gioia …..

Tornato la spiaggia che ha cominciato a riempirsi , è piccolina , arriva una famiglia numerosa una ragazza giovane con tre pargoletti da sei anni in giù con i genitori di lei ” Siamo arrivati tardi” dice la ragazza ” Penso ” siete arrivati presto” visto che i bambini urlano, ma sono in fase mistica, ” vado via” dico, e gli lascio il posto.

Il pezzo di di focaccia e torno a casa sono le 9 e 20.

Ora tutto il resto. Delirio giornata lunga .

Battuta del giorno Max Greggio

Max Greggio Autore tv fumettista.

Le grandi storie d’more si dividono in due grandi categorie : quelle sfortunate e quelle infelici.

La mia famiglia viveva in una tale miseria che quando finalmente siamo diventati poveri abbiamo fatto una festa.

Sono in crisi in quanto megalomane mi credo Dio, ma in quanto ateo ho poca fiducia in me stesso.

Bisogna lottare per la qualità della vita. Io mi accontenterei di una sottomarca.