Amore e poi….

Molti anni fa mi piaceva aiutare cupido a formare delle coppie, se due mi sembravano adatti, diciamo che aiutavo…..

Il mio successo più grande erano Giulia e Marco nomi di fantasia. Giulia era del posto, Marco aveva qui la casa vacanza e veniva più volte all’anno.

Entrambi erano di qualche anno più piccoli di me. Marco era un mio protetto, Giulia la conoscevo da sempre, e mi piaceva tantissimo, troppo piccola per me chiariamo.

Marco un giorno mi chiese consiglio, doveva scegliere tra due ragazze una Luana, e l’altra Giulia.

Con Giulia avevamo già parlato, aveva sondato il terreno…..

Con Marco ero stato chiaro se ti vuoi divertire Luana è adatta . Luana passava con disinvoltura da un ragazzo all’altro. Se vuoi una storia seria con una bella persona, affidabile, dolce, intelligente, simpatica Giulia è la persona adatta.

Marco seguì il mio consiglio e nacque una delle più belle coppie, come si dice culo e camicia, attak (la colla) come li chiamavamo.

Non è stata una storia estiva, ma un grande amore, anni e anni insieme, entrambi hanno finito le superiori, poi lui si è laureato, mentre lei aveva iniziato a lavorare.

Lui ha iniziato la sua professione, e gli ha chiesto di sposarla e di andare a vivere da lui..

Qui il colpo di scena, per il matrimonio nessun problema, ma lei non si sarebbe mai trasferita, lei qui aveva il suo mondo, genitori, amiche, lavoro, si trasferisse lui qui.

Se avessi scommesso avrei perso tutti i miei soldi, si sono lasciati per questo motivo,nessuno dei due ha ceduto…. Certo tutti abbiamo pensato che fosse un braccio di ferro che però alla fine Giulia lo avrebbe seguito.

Sbagliato e contro tutte le previsioni , lei dopo qualche mese è rimasta incinta del suo datore di lavoro, lasciando sgomenti tutti.

Giulia si è sposata, col suo datore di lavoro e dopo due anni ha avuto un secondo figlio.

Ci siamo visti qualche tempo fa era con una sua amica, è stato bello rivedersi dopo oltre vent’anni, ci siamo persi nei racconti, la sua amica nel frattempo è sparita, un ora io e lei a parlare. Felicemente sposata sempre con lo stesso uomo, due splendidi bambini e….

Quando l’amica è tornata, dovevano andare insieme da qualche parte, l’amica c’era andata da sola, Giulia gli ha detto” vedi lui è come me, siamo fedeli” l’amica è diventata rossa in viso, si vede che non lo era, ma non ho indagato, Giulia doveva andare via.

Marco l’ho rivisto vent’anni, fa con una bella donna più grande di lui, me l’ha presentata come la sua compagna, erano sei mesi che stavano insieme, nella mia scemenza ho chiesto “e figli ?” Lei mi ha risposto ” si due, un maschio e una femmina”

Marco non ha mai voluto parlare della storia dopo che si erano lasciati, per anni non è mai più venuto qui da noi.

Giulia ha fatto lo stesso, ai tempi non ha mai voluto dire niente.

Eppure garantisco, era un grande amore e poi?

Battuta del giorno Blaise Pascal

Blaise Pascal filosofo matematico fisico.

Mi scuso per la lunghezza della mia lettera, ma non ho avuto modo di scriverne una più breve.

Basta poco per consolarci, perché ci basta poco per affliggerci,

Tutti i guai dell’uomo derivano dal non saper star fermo in una stanza.

Se il naso di Cleopatra fosse stato più corto, sarebbe cambiata l’intera faccia della terra.

La nostra immaginazione ingrandisce così tanto il tempo presente, che facciamo dell’eternità un niente, e del niente un eternità.

Quando si dice veramente nascere senza culo.

Scrivo questo pezzo perché il bambino è stato operato e sta bene.

Io non lo avevo mai sentito. Il bambino di una coppia che personalmente non conosco, è nato senza buco del culo.

Ora Civoli noto comico, tra le sue battute più belle c’era “Oggi mi sento inutile. Inutile come un culo senza buco”

Da quello che ho letto, sono andato a vedere, il problema si risolve con un operazione fatta abbastanza d’urgenza. Comunque non è una cosa così rara, un bambino su 5000 può avere problemi più o meno gravi legati a questa anomalia.

Eviterò tutte le facili battute.

Auguro solo al bambino, di avere da ora in poi un po’ più di culo nella vita.

Femminista a sua insaputa.

Mia madre a sentire lei, era contro il femminismo.

Nata in piccolo paese del meridione, scuola fino alla terza elementare, poi a lavorare, si è sposata a 19 anni, ha visto mio padre solo tre volte prima del matrimonio ( mai da sola), dopo sposata si è dovuta prendere cura del suocero, (mio nonno) e del cognato (mio zio), avevano bisogno di una donna in casa, mio zio non ha mai voluto sposarsi ( uomo saggio) mio padre che era il più piccolo si fa per dire aveva 12 anni in più di mia madre è stato costretto a sposarsi. Mia zia aveva pensato bene di lasciarli per andare a farsi suora.

La fortuna ha voluto che i miei dopo le nozze, abbiano iniziato a volersi bene. il loro matrimonio è durato più sessanta anni.

Mia madre era una femminista come si dice oggi a sua insaputa.

Tutte le scelte importanti della nostra famiglia le ha fatte lei, mio padre ha sempre lavorato tanto, ma le scelte le ha fatte sempre lei. ( anche mia madre ha sempre lavorato, fuori e in casa)

Mia madre aveva deciso che dovevamo cambiare casa, quella dove stavamo era troppo umida, senza servizi, il bagno lo facevamo dentro quelle vasche di plastica grandi, e l’acqua bisognava riscaldarla sul fuoco, dormivamo in quattro fratelli in una stanzetta. Mio padre era contrario per motivi economici.

Mio padre una sera è tornato a casa, e la casa l’ha trovata vuota, nel giorno mia madre con mio fratello grande ed amici aveva fatto il trasloco, quella sera mio padre aveva dormito solo nella casa vuota.

Da bambino ed anche da ragazzo ho sempre preferito mio padre, era solare cantava, fischiettava, non si lamentava mai.

Il tempo mi ha fatto capire di quanto fosse stata grande quella donna, che si è sempre presa la responsabilità delle scelte importanti. ( nel bene e nel male)

Chiarisco.

Ieri è stata la mia peggior giornata sul blog.

Partiamo col dire che io non ho mai cancellato nessun commento, per quanto potesse essere offensivo, non ho mai cancellato nulla, certo risposto per le rime, a volte dopo la prima volta risposta, ignorato i seguenti commenti, ma mai cancellato.

Io sono quasi anziano, e sono cresciuto con modelli che oggi capisco non ci sono più.

Ricordo in televisione in un faccia a faccia Giorgio Almirante(Fondatore del movimento sociale)e Marco Pannella. (radicale)

Ora Marco Pannella non ha detto questo è un fascista e con lui non ci parlo, non bisogna ascoltare quello che dice….. E’ andato in televisione ed ha esposto le sue idee demolendo quelle dell’avversario, ora Giorgio Almirante era un grande oratore, ma davanti alla veemenza di Pannella è andato in difficoltà

Qualche giorno fa avevo pubblicato un articolo, nulla di particolare, poi ci sono stati dei commenti, uno di questi era di Mikahel369, che diceva la sua sulle donne, Silvia e Paola si sono sentite offese, non personalmente ma come donne, e Silvia mi chiedeva di prendere posizione. Io ho risposto “quelle sono le sue idee, almeno non è ipocrita”

Chi è Mikahel369 ? Di certo è mussulmano, vive in Giappone , ma è italiano.

Avevo letto un suo articolo dove non avevo capito quasi nulla, gli avevo scritto qualcosa, e lui gentilmente mi aveva risposto .

Sia chiaro a tutti che io non condivido le sue idee, ne religiose, sono agnostico, ne politiche, lui vorrebbe la monarchia, ne sulle donne, dolce consorte lavora , figlia studia all’università, balla i caraibici e il tango argentino, ed è una ragazza molto indipendente, per credere leggere il mio blog.

Chiedevo scusa io per lui se si sentivano offese,mandavo un messaggio ad una terza donna che aveva commentato adsharta ignara della polemica. Cosa aveva detto Mikahel ? non faceva che ribadire il pensiero mussulmano sulle donne, in maniera colorito come nel suo stile, quindi chiedevo a lui di chiarire e di chiedere scusa , chiarire chiariva rimanendo nella sua posizione, ma non chiedeva scusa, non aveva nulla da scusarsi ha detto.

Ora sia Silvia che Paola hanno scritto i loro pezzi, ed hanno detto le loro ragioni. I commenti su Mikahel, lascio a voi immaginare.

Ribadisco le mie scuse se qualcuno si è sentito offeso, visto che il blog è mio.

Ribadisco che non approvo le idee di Mikahel369, che nulla è più lontano da me di idee religiose fondamentaliste, e le sue idee sulle donne.

Detto questo ritengo che siano state fatte delle forzature sulle parole scritte da Mikahel , attribuendogli pensieri anche non suoi, inoltre non ha mai inneggiato alla violenza o altro, ha solo ribadito il pensiero fondamentalista della religione più seguita al mondo.

Cancellerò l’intero articolo, così che nessuno possa sentirsi offeso in futuro.

Regalo di Natale.

Figlia mi ha già comprato il regalo di Natale, ieri è arrivata col pacchettino.

So esattamente cos’è.

Figlia mi regala le cose che sa che vorrei, ma vista la mia parsimonia, che dolce consorte chiama avarizia, non mi compro. Di parsimonia si tratta.

Ieri era la giornata degli sconti, non sanno più cosa inventarsi. Il sottoposto preferito mi ha chiesto cosa avessi comprato ? ” Niente, era in offertissima “ho risposto.

Torniamo al regalo, è una macchinetta manuale che dovrebbe velocizzare il lavoro di assemblaggio per quando si fanno i ravioli in casa . La ditta è seria, la migliore, ed è italiana.

E’ tre mesi che la volevo prendere, ma non mi decidevo mai, figlia ha risolto il problema. Il costo è veramente irrisorio meno di 40 euro.

La pasta fresca piace a tutti, quella ripiena di più, ma richiede molto tempo proprio nell’assemblaggio, ora quando figlia è in casa ci dividiamo i compiti, ma il tempo obbiettivamente è tanto, se si fanno i ravioli per 6 o 8 persone ci vuole un pomeriggio, certo è un bel modo per stare insieme,ma tutto questo tempo ultimamente manca, ora spero che la macchinetta funzioni.

La pasta fresca è veramente facile da fare, e poi mi ricorda mia madre che quasi tutte le domeniche la preparava, tagliatelle, lasagne, i maccheroni pasta tipica dei mie posti, che arricciava con il ferro per fare la maglia, giuro ho imparato, figlia porca miseria è più brava. Ora ci sono gesti che ti fanno sentire presenti le persone care che non ci sono più, ecco quando preparo la pasta fresca è uno di quei momenti…..

Al confine della realtà.

Ieri io e il balordo del mio collega siamo stati ripresi.

Certo l’avevamo combinata grossa, ho quasi vergogna a dire….

L’imbecille di turno, ormai al comando assumono solo imbecilli, pare che debba essere la prima dote, ci ha ripreso con tono serio molto serio, ha detto che era molto deluso, e insoddisfatto.

Il motivo…. giuro che è vero . Lavoriamo troppo.

Lo so di questi tempi è una colpa grave gravissima, lo so mi devo vergognare.

Detta così sembra che l’imbecille di turno al comando sia ancora più imbecille di quello che è. No

L’imbecille di turno vorrebbe tornare allo schiavismo, quindi i nostri sottoposti dovrebbero lavorare molto di più senza tregua, senza un attimo di respiro, tutto questo per 6 euro all’ora.

Evidentemente dove non arrivano i ragazzi arriviamo io e il balordo che invece che stare a guardare e prendere a frustate i sottoposti lavoriamo al loro fianco.

La cosa è chiaro che non finisce qui….. Ieri sera nessuna discussione, non servono…….

La colpa è mia, anni fa quando il delirio (lavoro) ha cominciato ad essere un brutto posto, popolato da questi esseri infami, avrei dovuto andarmene.

Ora sapere con certezza tra quanti anni avrei diritto alla pensione mi schiarirebbe le idee.

Certo che mai avrei pensato di essere ripreso perché lavoro troppo, mi sa che mi devo dare veramente una regolata.

L’unico mio dispiacere è per i sottoposti , perché io mi posso difendere, ho un contratto di quelli vecchi e sono tutelato, i ragazzi contratti a termine senza tutela.

Ricordate anni fa quando raccontavano che il precariato sarebbe stata la salvezza di questo paese, e di qualcuno ne hanno fatto un martire…..no, io si. e dell’articolo 18… no, io si.

Si badrone.