Discussione filosofica con Nontirare (cane) Ieri mi sono vaccinato. Ragione o torto e su cos’è la dignità.

Ieri alle 13 meno dieci mi sono presentato puntuale al centro vaccinale.

Tutti gli operatori gentilissimi, anche con quelli della prima dose, eravamo tanti quelli dell’obbligo , oltre i magnifici volontari della seconda e terza dose.

Solo una demente ha provato a rovinare l’idillio del centro. ” Ma è alla prima dose ? ” mi ha chiesto con voce sorpresa “ma non poteva farla prima? ” ha continuato ” No e si faccia i cazzi suoi ” ho risposto gentilmente.

Poi ho dovuto calmare un recalcitrante dell’ultimo minuto, non voleva firmare l’assenso o meglio il dissenso informato. Il tipo era con la moglie.

” Se vuoi farti il vaccino o no è una tua scelta, se non firmi quel foglio il dottore non può vaccinarti. E’ l’ennesima porcata di queste merde che ci comandano, ma il dottore segue solo le regole ed è inutile prendersela con lui. Con l’obbligo, firma o no abbiamo tutti diritto all’indennizzo se succede qualcosa, prendiamo atto che le cose stanno così e facciamone una ragione. ” Il recalcitrante ha firmato tra il sollievo della moglie.

Tutto si è svolto velocemente, i dottorini che hanno compilato il foglio per l’assenso informato sono stati gentilissimi, , si vede che erano stati avvisati di evitare ogni tipo di polemica, anzi assecondare il più possibile. Ognuno ha svolto al meglio il suo lavoro, ed era inutile prendersela con loro. Anche il dottore che mi ha iniettato la dose era sulla stessa linea del massimo rispetto. alle 13 e 15 era tutto finito.

Al pomeriggio sono andato a spasso con Nontirare.

” Ma non ho capito se hai vinto o perso ” mi ha chiesto Nontirare. ” In teoria avrei vinto, non ho ceduto al loro ricatto del green pass ed ho fatto il vaccino come ho sempre dichiarato quando sarebbe diventato obbligatorio o tolto il green pass. ” Ho risposto ” Ma dalla faccia non sembri convinto” mi ha risposto Nontirare. “Ed anche adesso userò il green pass solo per motivi di lavoro, niente di più di tutti quelli senza green pass ” ho continuato ” e’ il mio unico modo di rimanere solidale ai miei compagni di viaggio contro il governo dei peggiori ” ho risposto.

Abbiamo camminato ancora un po’ in silenzio “Ma cos’è che ti disturba? ” mi ha chiesto Nontirare che mi conosce bene ” Non lo so esattamente, anche se ho fatto quello che ho sempre detto, non vorrei essere considerato da ora in poi uno favorevole a questi pezzi di merda che ci governano, vorrei trovare il modo anche da vaccinato obbligatoriamente di non essere considerato uno di loro, ne va della mia dignità ” ho risposto.

Nontirare ha sorriso ” Solo degli idioti possono pensare che tu possa cambiare casacca come quei pagliacci di parlamentari, non ti preoccupare ha detto a nessuno sano di mente può venire in mente, la tua coerenza è inattaccabile. ”

La lotta contro il governo delle peggiori merde continua.

PS L’obbligo vaccinale o meglio il trattamento sanitario obbligatorio non l’ha introdotto il governo dei peggiori, ma esisteva già nella costituzione. Nel 1967 c’era stato l’obbligo del vaccino per la poliomielite. Ora ero piccolo, ma non ho ricordo di sollevazioni di piazza. Forse è dipeso che allora quei signori al parlamento erano più credibili di questi pagliacci e cazzari che abbiamo adesso? Inoltre faccio parte di quella generazione che alle elementari ci facevano il vaccino in classe. La foto è presa a caso ma funzionava così.

Vaccini. 225 anni fa l'antivaiolo, Gattinara (SITIP): «Cambiato storia  umanità». - AssoCareNews.it - Quotidiano Sanitario Nazionale

E vogliamo parlare del vaccino a militare negli anni 80, mai visto nessuno protestare…. ma eravamo veramente in un altro mondo.

Recluta | Battaglione Trasmissioni Folgore

Quando scopri che non ci vedi più da un occhio e sei alla guida dell’auto, e tua moglie è presa dal panico perché sbagli tutte le curve e ti avvicini troppo ai muri e ai dirupi.

L’altro giorno mi ha telefonato una parente cara di dolce consorte, anzi non ha telefonato a me, ha sbagliato numero cercava Giuliana ” Giuliana” continuava a dire, anche dopo il mio ” pronto chi è” Ora la mia voce è molto maschile come tutto il resto d’altronde . Al suo continuo ” Giuliana ” nonostante fosse chiaro che al massimo sarei potuto essere Giuliano, ho riconosciuto la sua voce inconfondibile. ” Marisa, guarda che hai sbagliato numero ” le ho detto ” e tu chi sei?” mi ha chiesto indispettita. Chiarito l’equivoco, mi ha raccontato quello che era accaduto al marito.

Stavano tornando a casa da una visita in ospedale, guidava il marito, quando Marisa si è accorta che le traiettorie non erano le solite. ha cominciato a gridare al marito ” ma che curva stai facendo ? ” diceva tutta preoccupata ” il muro!! Non l’hai visto il muro ” chiedeva terrorizzata “finiamo giù ” urlava impaurita. Mentre il marito rimaneva tranquillo alla guida e le chiedeva di smetterla di gridare che lo innervosiva.

Arrivati sani e salvi a casa, il giorno dopo sono andati immediatamente dell’oculista tra le proteste del marito ” ci vedo benissimo” continuava a dire. Marisa è una comandante, quando decide una cosa si fa quello che vuole lei, e il marito l’ha dovuta seguire.

Alla visita è risultato senza ombra di dubbio che il marito da un occhio aveva perso completamente la vista. Buio completo nonostante lui continuasse a ripetere ” Non è vero ci vedo benissimo” e dicendo alla moglie ” sei tu che sei orba ” e negando fino alla fine che non ci vedesse da un occhio.

Chiaramente sono stati prenotati urgentemente degli esami da fare, ma nel frattempo il marito continua a negare di non vederci e continua a prendere l’auto per spostarsi nel terrore di tutta la famiglia, passanti e automobilisti di transito. Nessuno evidentemente vuole più salire in auto con lui….

Marisa chiaramente è molto agitata in attesa degli esami. Da qui l’errore telefonico…. Cercava Giuliana per vedere se il marito era arrivato sano e salvo.

La dimenticanza. Il letame in sacchi di cavallo e mucca lasciato in auto tutta la notte.

Dolce consorte ieri mattina rientra in casa , era appena uscita” l’auto non parte, ha la batteria scarica” mi dice” ho fretta devo sbrigarmi perché più tardi devo andare…” deve andare in una cittadina a venti minuti di auto. ” Prendo l’auto di mio padre” che è poi quella che uso io.

Dolce consorte è uscita di tutta fretta ed è andata via.

La sera prima ero andato a comprare il concime da mettere nel terreno. Due sacchi, uno da mettere prima di fresare, e poi l’altro tipo da mettere mentre le culture crescono. Tutte cose naturali merda di cavallo e merda di mucche, fatte stagionare.

Arrivato a casa, non ho scaricato subito i sacchi, ho fatto dell’altro, ripromettendomi di scaricarli prima di rientrare in casa….

Ora è vero che la merda è dentro dei sacchi di plastica, ma l’odore obbiettivamente si sente, se si lasciano tutta la notte dentro l’auto, al mattino questa non odora del famoso deodorante per auto ma di merda, in più siamo in inverno e non è consigliabile girare con i finestrini abbassati.

Dolce consorte si è accorta troppo tardi del problema ed era troppo tardi per tornare indietro a farmi scaricare i sacchi e insultarmi. Ha dovuto aspettare di tornare a pranzo erano quasi le due del pomeriggio.

” Ma si lascia il letame sull’auto? ” mi ha chiesto abbastanza incazzata.

Evidentemente la risposta è no. ” Mi sono scordato di tirarlo giù ” ho risposto mentre cercavo di trattenere le risate, immaginando i suoi pensieri su di me nei vari percorsi in auto che aveva fatto quella mattina. L’odore all’aperto non è fortissimo ma dentro uno spazio piccolo e chiuso è sicuramente fastidioso. ” Vai a scaricare i sacchi ” mi ha praticamente ordinato , sono sacchi da 20 kg al di fuori della sua portata. Cosi sono andato e scaricato i sacchi e lasciando il portellone di dietro aperto….

Poi per scherzare mentre stava per ripartire, mi sono avvicinato ed ho odorato il cappotto che si era appena messa, lo stesso della mattina facendo finta che puzzasse ” sei proprio un pirla “mi ha detto.

E’ uscita, tirato giù il portellone dell’auto ed è andata via salutandomi con la mano e regalandomi un sorriso.

La manleva 2. Il dissenso informato. Differenza tra indennizzo e risarcimento, obbligo e obbligo assoluto.

Partiamo con la manleva, con l’obbligo vaccinale la giurisprudenza è quella, lo stato in caso di avversità deve indennizzare il mal capitato, ma non risarcirlo.( poi ci torniamo)

Ora è chiaro che qui tutti giocano con le parole, la legge è fatta di parole scritte ad uso e consumo dei più furbi.

Il vaccino è obbligatorio, ma non è obbligatorio. Di nuovo, c’è l’obbligo e l’obbligo assoluto. (ci prendono per il culo).

Nessuno ti viene a prendere a casa e ti obbliga a vaccinarti, il fatto che ti mettono una multa da 4 mila euro, ti fanno perdere il lavoro e fanno di tutto per renderti la vita impossibile, non significa per queste merde che sia un obbligo assoluto. Certo se sei ricco la cosa potrebbe essere anche indifferente te ne vai qualche mese all’estero, ma uno che sopravvive con uno stipendio da fame, e spesso non arriva a fine mese con i soldi, è indiscutibilmente un obbligo assoluto, soprattutto se ha figli da mantenere. Qualunque cosa dicano gli esperti.

Quello che firmerò sabato sarà un dissenso informato, e non un consenso informato. Non avendo scelta, mi devo vaccinare obbligatoriamente, ma sempre non in maniera assoluta, posso sempre scegliere di fare il barbone , ma come barbone non posso andare nelle mense dei poveri, anche lì bisogna essere vaccinati, e anche per chiedere l’elemosina in strada si necessita di green pass di primo grado. Ora quando il dottore mi elencherà tutte le possibili disgrazie a cui posso andare incontro vaccinandomi, non potrò dirgli no grazie, ma è evidente che dovrò vaccinarmi obbligatoriamente ma sempre non in maniera assoluta, uno potrebbe decidere di fare il reietto della società.

Ultima cosa, se per caso vi succede qualcosa per colpa del vaccino, impossibile, ma fate finta che sia vero quello che c’è scritto nel bugiardino e ogni tot capiti qualcosa a qualcuno.Bene o meglio male, non avrete diritto a un risarcimento ma ad un indennizzo a voi o alla famiglia in caso di dipartita, rara ma possibile.

Scrivo papale papale

La differenza tra risarcimento ed indennizzo :Mentre il risarcimento è dovuto per un atto illecito che ha causato un ingiusto danno, l’indennità è dovuta per aver esercitato legittimamente un diritto che , però ha comportato una compressione o lesione del diritto altrui. Meglio di niente mi viene da dire.

Lo ripeto, la mia non è mai stata una battaglia contro i vaccini, ma contro queste merde che ci governano, il governo dei peggiori, partendo dal poggio, che speriamo non ci ripensi.

La manleva

Sabato, chi mi segue sa che vado a donare obbligatoriamente il mio braccio alla patria.

Visto che sono un uomo di parola , avevo promesso che mi sarei subito vaccinato appena l’avessero reso obbligatorio e così ho fatto, ho subito prenotato e sabato vado a compiere il mio dovere di buon cittadino.

Con l’obbligo vaccinale non c’è manleva che tenga, tutti i costituzionalisti ed esperti concordano in questo, non c’è uno che abbia detto il contrario. Ma gli illusi non avevano davanti questa accozzaglia di scappati di casa che stanno ora al parlamento, gente senza nessun sano principio.Il peggio del peggio partendo dall’alto.

Sabato come detto devo vaccinarmi, e per non arrivare impreparato sono andato a vedere com’era finita la storia della manleva fatta firmare ai quelli che volontariamente e con amore avevano donato il proprio braccio alla patria.

Bene, gli stronzi l’hanno lasciata.

Nonostante tutti gli abbiamo detto che andava cambiata, gli stronzi hanno detto che non serve, se no che stronzi sono, che non è una manleva ma solo una informativa necessaria.

Evidentemente che non è così, se la CODACONS minaccia il governo di una raffica di ricorsi in tribunale, e invita tutti a non firmare nessuna manleva a favore dello stato. Evidentemente sa con che merde ha da fare.

Ieri grazie all’aiuto di una persona a cui tengo molto e poi figlia ho scaricato i moduli per capire cosa non firmare.

Ora chiunque abbia consigli per la manleva sono ben accetti.

Ma passiamo alle domande

Attualmente è malato ? Non lo so, sarebbe la risposta giusta da dare, ma scriverò: sono sanissimo che meglio di così non si può .

Ha mai avuto una reazione grave dopo aver ricevuto un vaccino? Sono morto una volta, sarei tentato di dire.

Ha attacchi di convulsioni o qualche problema al cervello o al sistema nervoso? Penso che gli dirò di si , ogni volta che vedo Mattarella, Speranza e Brunetta.

Ha ricevuto vaccini nelle ultime quattro settimane? Gli risponderò di aver fatto il vaccino antinfluenzale. Che non pensi che sono contro i vaccini.

Al foglio con la manleva a domani, aspetto un pare da un esperto.

Continua….

Il rimedio della nonna per la sciatalgia.

E’ da una settimana circa che è ripreso il dolore alla schiena per via di una sciatalgia, sono partito subito al contrattacco , cerotti e antinfiammatori. Il risultato è stato quasi nullo, vuoi che ho continuato a lavorare.

L’altra sera ero in rete alla ricerca di alcuni esercizi di fisioterapia che mi erano stati consigliati dal mio fisioterapista, quando ho trovato un sistema della nonna per la cura della sciatalgia che diceva sicuro al 100%.

Visto che il dolore era notevole, e il sistema dopo attenta lettura se bene non faceva , sicuramente non avrebbe fatto neanche male. Gli ingredienti erano innocui, ho deciso per il tentativo.

Acqua calda per un pediluvio, mezzo litro di aceto di mele, e un pugno di sale grosso.

Tutto al più avrei avuto i piedi che odoravano d’aceto di mele, meglio che la puzza di piede semplice ho pensato.

La cura andava fatta prima di andare a letto.

Il problema era l’aceto di mele, ho vari tipi di aceto ma non quello di mele.

Poi d’improvviso mi è venuto in mente che tanti anni fa in un momento di sana pazzia avevo prodotto del sidro di mele. Avevo un quintale di mele che stavano andando a male.

Credo di averlo già raccontato , era stata un’esperienza da incubo, abbandonato da tutti, e senza i giusti attrezzi ero arrivato alla fine solo perché quando m’impunto su una cosa devo arrivare alla conclusione vada come vada. Il risultato erano state sette bottiglia di pregiato sidro.

Una è rimasta come monito alla mia pirlaggine.

Dopo anni e anni ho pensato” sarà diventato sicuramente aceto” risolto così il problema dell’aceto di mele.

Scaldata l’acqua, messo il sale, stappato il sidro e assaggiato , sputato immediatamente , ho versato tutto il contenuto della bottiglia nella bacinella.

Dolce consorte che non aveva altro da fare, continua a dire ” che puzza ” “Vai a dormire e chiudi bene la porta ” le ho consigliato per togliermela dai piedi. ( si noti la battuta)

Nel frattempo che facevo il pediluvio ho finito di leggere un libro. Finito il tempo dell’immersione dei piedi nel miracoloso aceto , ho risciacquato i piedi con acqua tiepida. L’odore di mela andata nel bagno era fortissimo. . Asciugati i piedi e messe calze calde, era nelle indicazioni, sono andato a letto. L’odore di mela andata mi ha accompagnato anche in camera da letto. Dolce consorte ha pensato bene di farmelo notare.

Il giorno dopo: il pediluvio sicuramente male non mi ha fatto,anzi, i piedi era ben disinfettati , il dolore vuoi il riposo era anche calato.

Guarito no, peggiorato nemmeno. In compenso l’odore della mela andata era ancora pungente nel bagno.

Il secondo rimedio della nonna è stato sicuramente migliore…. forse ve lo racconto.

Delitto lungo il fiume : uccisa Giuditta la volpe. Il tenente Piccione e la sua squadra indaga sull’accaduto.

La’altro giorno eravamo come al solito sul fiume con Nontirare, quando comincia a chiamarmi “Vieni di corsa hanno ucciso Giuditta la volpe ” Accorro e Nontirare e lì che guarda e cerca d’indagare sulla morte di Giuditta.” E’ più morta della gallina ” sentenzia ” e si che la gallina era morta ” finisce di dire.

“Da una prima indagine visiva nessun segno di violenza fisica, niente sangue, è stata sicuramente avvelenata.” Mi dice il tenente piccione arrivato un minuto dopo di me.

Il tenente piccione e la sua squadra in un’immagine di repertorio.

Mentre le indagini proseguono, poco sopra c’è un terreno con un pollaio, si ipotizza il proprietario delle galline….

Oggi dopo l’autopsia che ha confermato avvelenamento, c’è stato il funerale e il sotterramento.

Il tenente Piccione ha detto che appena ci saranno nuove notizie sulle indagini verremo informati.

C’est la vie (così è la vita)

I cambiamenti della vita a volte avvengono senza che noi nemmeno ce ne accorgiamo.

Ieri sera leggevo lo sfogo di Alidada uno spicchio di cielo, un pezzo divertente sul marito e la sua passione sul calcio, e l’abbonamento a Dazn…

Mi è venuto in mente di quanto una volta fossi appassionato di calcio, certo erano altri tempi era tutto in chiaro e oltre la’abbonamento alla RAI non si pagava altro. Chiaramente chi lo pagava, gli evasori erano tantissimi.

Ora è anni che praticamente non seguo più il pallone . Mentirei se dicessi che ogni tanto non mi capita di guardare distrattamente qualche pezzo di partita, spesso col volume spento, questo accade quando dolce consorte mi sta raccontando qualcosa e devo stare attento e sentire cosa dice, magari poi m’interroga.

Quando è finita la passione non saprei esattamente, ma una volta sapevo tutto di calcio, giocatori , formazioni, classifiche, vero che giocavo al totocalcio e poi alle scommesse e poi è finito tutto piano piano senza neanche che me ne accorgessi. Oggi non so nemmeno chi gioca nella nazionale italiana.

Lo stesso si può dire di quando sono diventato vegetariano, all’inizio quando ho iniziato nessuna credeva che ci riuscissi, forse neanche io, vivevo di salumi, e per qualche tempo dopo aver abbandonato la carne, i salumi erano ancora lì. Poi improvvisamente piano piano sono spariti anche quelli. Dire il momento preciso non saprei , direi all’incirca alla nascita di figlia. Sono oltre 25 anni che non tocco ne’ salumi ne carne.

Ora è il mare , io adoro il mare e stato sempre passione assoluta … In questi ultimi anni vuoi il suocero che si è ammalato e c’era da fare nell’orto , vuoi la pandemia, vuoi i nuovi orari del delirio, vuoi gli acciacchi che mi sono capitati, il mare man mano ha perso tutta quella importanza, lentamente, lentamente ho iniziato a far altro che ha cominciato ad appassionarmi, tipo il coltivare l’orto, andare a spasso con Nontirare…

Come detto a volte i cambiamenti iniziano così quasi per caso e poi piano ci troviamo trasformati completamente. A volte capita anche con le persone, un incontro casuale e dopo un po’ senza essertene nemmeno accorto la tua vita si è trasformata.

Questo è anche il bello della vita.

Indetta una riunione d’urgenza nel pollaio, si teme pandemia. Un’altra gallina morta. Alcatraz ( gallina) capo incontrastato altro che Dragoman, vara misure urgenti per contrastare il rischio di altre morti.

Tutti ieri eravamo al cospetto dell’ennesimo decesso. “Morta, che più morta di così non si può” , ha detto Nontirare (cane). “Causa del decesso ancora sconosciuta” ha sentenziato la gallina medico. La terza gallina morta in breve tempo, la paura serpeggia tra le galline. Considerando che erano nove, la percentuale è altissima.

Guardacomeseigrasso (gatto) “meglio non mangiarla, che se ha qualche virus moriamo anche noi ” ha detto dalla larghezza della sua sapienza.

Alcatraz ha deliberato : distanziamento di almeno un metro tra ogni gallina. Ciotole separate per ogni pasto e si mangia solo all’aperto. Niente cinema, niente discoteca, niente partite di pallone e alla sera si va a dormire presto. ” Se è un virus mortale , obbligo vaccinale per tutte, niente green pass che è una cazzata che non serve a niente ” ha detto con decisione ” Mica sono come quei coglioni che governano l’Italia. ”

A breve nuove notizie.

Ci sono gli uomini, ci sono i mezzi uomini, poi c’è Mattarella, il governo dei peggiori compreso Dragomen. A quelli che dicevano che era impossibile rendere obbligatorio il vaccino. Il green pass per il lavoro è una porcata e tutti quelli che lo hanno sostenuto dovrebbero chiedere scusa.

Il mio disprezzo per questi scappati di casa che ci governano, compreso il vile Dragomen come diceva il buon presidente della repubblica Cossiga che aveva avuto modo di conoscerlo personalmente, è risaputo.

Il disprezzo per l’incapace e presuntuoso Speranza va oltre la disistima politica, ormai va sul personale, è una nullità di uomo.Il classico uomo senza qualità che messo al potere dimostra tutta la sua arroganza. Brunetta è di un’altra specie in fase di evoluzione lo stronzum magnificus.

Alla fine con quattro mesi di ritardo si è reso obbligatorio il vaccino, prima si è spinto le persone all’odio al disprezzo verso altri concittadini che non avevano commesso nulla conto le legge.

Aiutati da giornalisti lecchini e asserviti al potere si è montata la più grande compagna d’odio mai vista verso persone che non avevano commesso nessun reato.

Col ricatto, il metodo è stato quello mafioso, hanno costretto le persone a vaccinarsi, volontariamente, stronzi maledetti che non siete altro.

Chi ha potuto ha resisto al ricatto mafioso imposto, io non avevo pregiudiziali contro vaccino, ma contro queste merde che ci governano tutte. Certo com’è andata capisco tutti i dubbi sui vaccini, di sicuro non così sicuri come hanno cercato di far credere, Nonostante questo, visto la mia età è sicuramente meglio vaccinarsi.

La differenza tra obbligatorio e volontario è facile da spiegare e anche da capire per tutti quelli che hanno fatto finta di non capirlo fino adesso.

Obbligatorio. Lo stato che mi obbliga a vaccinarmi mi garantisce che il vaccino è sicuro, anche se di sicuro c’è solo la morte, e in caso di avversità immediate e future ne risponde personalmente. Col vaccino volontario avete firmato una manleva sia a favore delle case farmaceutiche che dello stato. Questo è qualsiasi altra cazzata vi raccontino.

Come promesso, che appena l’avrebbero reso obbligatorio mi sarei prenotato, e così è stato, io sono un uomo di parola non un Speranza qualsiasi , e tra una settimana mi farò vaccinare. Lo dico a tutti i miei detrattori che sono tanti. La mia era e rimane una battaglia contro il green pass lavorativo.

Prometto di usare il green pass solo per motivi lavoro, la mia guerra contro queste merde non finisce qui. Questo lo dico a tutti i miei compagni d’avventura, le guerre si vincono battaglia per battaglia, se non muoio di vaccino chiaramente.