Alcatraz (gallina filosofa) risponde ad alcune domande : è nato prima l’uovo o la gallina? “Di certo non il gallo”

Ma esiste l’inferno ? ” Certo, mai sentito parlare del pollo alla diavola? ”

Cosa risponde a chi dice : sei stupido come una gallina ? “Mi offenderei di più se mi dicessero sei intelligente come un parlamentare italiano. Agli italiani che sono favorevoli a mandare armi agli ucraini per fare la pace…. e i polli saremmo noi ? “

Pettegolezzo hard su il nipote con la palmetta lunga e grossa e la nuova collega al delirio (lavoro)seconda parte.

Sabato arrivata figlia ed è iniziata l’indagine…

Io oltre il blog non seguo altri social e anche sul blog sono molto limitato, come dico sempre sono un diversamente Blogger, quindi uso figlia per carpire informazioni.

Entrati nel profilo della ragazza, figlia si è sorpresa di avere tante amicizie in comune nonostante non la conoscesse. Anche un pirla che figlia sosteneva di non avergli mai dato l’amicizia. Sta di fatto che in comune avevano soprattutto nipote.

Il nipote tra qualche mese va a convivere quasi a sua insaputa… chiaramente con la nuova fidanzata, ma questa è veramente un’altra storia…

Voglio avvisare che le foto in rete sono ingannevoli…. la ragazza è carina ma in foto sembra una mega figa.

La collega non è mai stata la sua fidanzata. La collega non è mai stata una da una botta e via diciamo una tromba amica termine che va di moda.

Si sono incontrati in un momento particolare della loro vita, appurato che non erano adatti uno all’altro, ma che erano e sono buoni amici, mentre aspettavano di trovare l’anima gemella, si sa ogni tanto bisogna sfogarsi….. oggi funziona così.

La collega continua a vedere regolarmente nipote, ma solo come amica, hanno delle passioni in comune , entrambi nel frattempo si sono sistemati in altro modo, così è stato dichiarato e non ho motivo di non credere a questa versione.

Chiaramente queste è la versione della collega. Nipote l’aveva avvista, erano stati pranzo insieme , si vedono regolarmente come detto, che al delirio (lavoro) c’era suo zio.

Certo la collega non ha mai detto di averci fatto sesso con nipote , ma da come ne parlava s’intuiva che oltre l’amicizia c’era stato qualcosa di più, tipo una palmetta di mezzo secondo il collega pettegolo.

Articolo di pettegolezzo hard.La ex del nipote con la palmetta lunga e grossa. Dal contenuto molto pirla se ne sconsiglia la lettura.

Al delirio (lavoro) è arrivata una nuova ragazza…..

La ragazza è carinuccia, certo non come scricciolo, ma carina lo è. Inoltre è molto simpatica.

Dopo qualche giorno vengo a sapere da un pettegolo….. che è stata una ex di nipote figlio di cognato io io io

Ora nipote di ex ne ha avute tante, infatti vanno classificate con che tipo di ex.

La premessa che nipote è stato dotato di una palmetta lunga e grossa, mettiamoci che lui è proprio belloccio ed è anche simpatico e disponibile capirete che di ex è pieno.

Il difetto del nipote è di sputtanare quelle con cui è andato, nessuno è perfetto.

Ora ci sono le ex ufficiali,le fidanzate che sono venute in casa, parecchie anche queste, alcune molte carine , diciamo che con tutte è finita con le ragazze che l’hanno tradito e lasciato, la palmetta anche se lunga alla lunga non basta a tenere SU una storia.

Poi ci sono state le quasi fidanzate, parecchie anche queste, qui si navigava in rapporti non molto esclusivi, di nipote sicuramente.

Poi ci sono l’ex di una scopata e via, ora la fama di nipote in zona è grande, e così molte ragazze si sono rese disponibili alla botta e via.

Ora avercelo grosso non è sinonimo di buon funzionamento, ma è vero che alla vista fa il suo bel effetto. Un po’ come vedere una donna con un bel seno e una piatta volete mettere, poi non è detto, ma alla vista e non solo alla vista fa un certo effetto. Credo che funzioni così anche per una donna.

Per i mie detrattori( tanti) io nelle misure sono nella media nazionale, ma di quelli ancora funzionanti.

continua…..

Il camionista, il navigatore e la strada sbagliata e molto altro quando il lavoro diventa una condanna.

Ieri al delirio( lavoro) è arrivato un camionista, è arrivato in ritardo ed ero l’unico pirla che poteva scaricarlo.

Ora sarò sincero i camionisti sono fonte d’ispirazione per il blog, fanno vite di merda ma piene di racconti interessanti. Poi diversificare sul lavoro fa bene .

Il camionista era un siciliano arrivato da poco dalle nostri parti. Con una storia alle spalle di grande intensità.

Appena arrivato qua dalle nostre parti e trovato lavoro, la moglie ha chiesto la separazione dopo vent’anni di matrimonio e 4 figli.

Ma partiamo dall’inizio, il camionista sbadigliava e faceva fatica a stare sveglio……

Era partito alle tre del mattino da casa ed erano le 5 del pomeriggio….. e ci sarebbero volute altre due ore perché si concludesse la giornata lavorativa.

Per arrivare da noi ha sbagliato strada, lui dava colpa al navigatore, secondo me era nel dormi veglia e non ha capito… poi chiaramente il navigatore gli ha fatto fare una strada alternativa, venti minuti di più in una strada stretta stretta non certo adatta ad un camion…

Il camionista aveva bisogno necessariamente di dormire o di qualcosa per cercare di non addormentarsi.

Un caffè è stata la mia idea.

Il camionista mi ha raccontato della sua vita, la vita sui camion è passione ma anche una condanna. Ammetteva di aver visto poco i figli e di conoscerli appena.

Certo non si aspettava la separazione con tutte le conseguenze del caso, mantenimento e via dicendo.

Era andato via dalla Sicilia per trovare più tempo per la famiglia e un lavoro migliore e senza ricatti….

Il risultato è che oggi domenica sarebbe stato di nuovo sul camion…

” Basta ricatti ” però mi ha detto

Gli ho spiegato la strada giusta da fare e ci siamo salutati.

Ho guardato stamattina nelle notizie locali, nessun incidente stradale per fortuna.

Fiori d’arancio per la figlia del collega balordo.

Simbolo del matrimonio, i fiori d’arancio o zagare (dall’arabo zahara), bianchi e profumati, rappresentano la purezza.

Ora per la figlia del collega bella e simpatica ragazza non sarebbero proprio adatti.

Al di la che convive già da qualche anno col promesso sposo, anche prima diciamo che non è mai restata con le mani in mano, in mano possiamo affermare che qualcosa c’era.

Ora i due ragazzi si sposano a giugno, la chiesa è prenotata.

Il ristorante mi diceva il collega balordo no.

Ora se fossero una decina di persone non sarebbe un grande problema, ma sarebbero più di cento e di certo non ti puoi presentare al ristorante all’una e dire “saremmo un centinaio di persone c’è posto?”

Ora manca meno di un mese e questi due sono ancora alla ricerca del posto dove portare gli invitati.

Vero che i parenti sono tutti qua e la partecipazione non è così importante, basta avvisare che per la data decisa di tenersi liberi.

La figlia del parente lontano che si è sposata l’anno scorso, quel pirla del padre mi aveva telefonato una settimana prima per avvisarmi… qualcuno si ricorderà, aveva prenotato il ristorante con un anno d’anticipo, e la figlia si era sposata di venerdì, andando contro il proverbio.”Né di Venere né di Marte, non si sposa non si parte, né si dà principio all’arte”.

Martedì è il giorno dedicato a Marte, dio della guerra e questo potrebbe sfavorire le azioni intraprese e favorire, invece, rapporti tormentati e burrascosi.

Il venerdì, secondo la cabala è il giorno in cui furono creati gli spiriti maligni, per questa ragione non è da accostare ad un evento tanto lieto quanto il giorno delle nozze

Il parente lontano aveva detto che era l’unico giorno disponibile per la chiesa, visto i numerosi matrimoni. Al sud ci tengono ancora.

Fiori d’arancio di mia produzione.

Articolo veramente pirla se ne sconsiglia la lettura a tutti. Parliamo di Boantropia quando ci si sente vacca o un toro a seconda del sesso, del terzo genere non ne parlano, ma il PD sta facendo pressioni.

Ieri al delirio (lavoro) la radio nelle varie rubriche di curiosità raccontava di questa malattia mentale di donne che si sentono vacche e uomini che si sentono tori.

Ora direte cosa c’è di strano ? Si è sempre detto di alcune donne “è una gran vacca ” è lo stesso vale per gli uomini ” è un gran toro”

Bisogna riconoscere che per le donne è dispregiativo, mentre per gli uomini è un complimento, non sempre se si considerano le corna, ma quelle sono dei buoi.

Tornato a casa sono andato a curiosare….

Ti è mai capitato di vedere un campo d’erba bella fresca e provare una certa attrazione al punto da volerla mangiare come fossi una vacca? Non è follia, è solo un disturbo mentale conosciuto ma ancora poco esplorato a causa dei casi sino ad ora davvero rari.

Può arrivare un disturbo mentale a farti ingerire qualcosa che normalmente ti sembrerebbe disgustoso? Si, se si prende la geofagia per esempio viene logico pensare come la maschera per il viso, composta principalmente di argilla, possa diventare un pasto gustoso e irresistibile per chi soffre di geofagia. ( ho visto in rete gente mangiare la merda)

Se ami l’erba e senti di essere una vacca, non far caso agli altri, è solo una forte attrazione per la Boantropia.

Se ti piace fare sesso e ti senti un po’ vacca è un’altra cosa.

Da NOVABBE'(goditi una curiosità al giorno) e wikipedia

Foto stock – Donna che fa posa mucca in yoga all’aperto : immagini royalty-free

Oh mascherina mia mascherina e il governo degli incapaci. Banda di balordi al comando.

La premessa è che io al delirio l’avrei tenuta comunque, distanziamento e mascherina è l’unica soluzione al coronavirus. Il green pass è stata una porcata fatta da pessime persone comunemente dette merde di uomini o donne, a seconda del genere. Se del terzo genere merde lo stesso.

Dal 1 maggio è caduto l’obbligo o quasi…. in realtà è obbligatoria in molti posti.

Al delirio è a discrezione dei deliranti capi. Risultato che noi dipendenti la dobbiamo tenere, tutti gli altri che frequentano delirio che sono tanti possono fare quello che vogliono.

Come detto io l’avrei continuata a portare in presenza di altre persone esattamente come continuerò a mantenere il giusto distanziamento, ma il fatto che tutti possono stare senza e solo noi pirla la dobbiamo tenere mi fa girare le palle.

Gli incapaci al governo hanno lasciato mano libera alle aziende…….

Quale logica ci sia a me non è chiaro , o tutti o nessuno, quindi la logica era di far mettere la mascherina a tutti.

Il risultato è questo. Dipendente al delirio

Un sotto capo ieri era così con la mascherina sulla testa

I più indisciplinati così

Esempio di alcune colleghe

Sicuramente è meglio la seconda scelta.

Incapaci fino alla fine.

Doppio cognome e complicazioni.

Da ora in poi tutti i bambini avranno diritto al doppio cognome, sia quello del padre che della madre a meno che non ci siano accordi diversi tra i due.

Lo ha deciso la corte costituzionale. Minchia….. bravi applausi bis.

Il problema è che questa sentenza ha lasciato vere voragini che dovrebbero essere tappate dal parlamento d’incapaci, o dai prossimi incapaci in arrivo.

Ora sarebbe facile giocare sui questo

Va bé troppo facile e come sparare sulla croce rossa.

Immagino a scuola le risate.

Ma non è di questo che voglio parlare.

Il giudice dice che è possibile mettere i due cognomi salvo diverso accordo davanti a testimoni possibilmente.

Ma quale cognome per primo spetta ai genitori sceglierlo in caso di disaccordo si finisce in tribunale e sarà il giudice a decidere , immagino con testa o croce.

Il figlio deve ancora nascere e siamo già in causa, quella dopo sarà la separazione.

Il figlio da grande potrà poi scegliersi il cognome che preferisce, quindi ribaltare la scelta dei genitori. Potremmo avere fratelli con cognomi diversi, uno prendere il cognome della madre e uno del padre e poi i loro figli cresciuti ribaltare la cosa, non si capirebbe più un cazzo diciamoci la verità.

Immaginiamoci uno che si tiene entrambi i nomi e il coniuge lo stesso quando nasce il figlio potrebbe avere 4 cognomi Antonio Ricco Spinello Tossici Illuminati

Perversi Bisogni lo vedo bene con Solazzo Puro povere creature immaginate alla domanda come ti chiami ?

Troppo facile fare gli ironici su queste cose, troppo facile fare sentenze Del Cazzo (cognome )

Ricetta: gatto in cassetta, dalla trasmissione i quattro ristoranti.

In questo momento, ora di guerra e prima di pandemia, a volte per distrarsi guardare qualche programma culinario è l’ideale. Culinario intendo programma di cucina, per i maldicenti sul mio conto che hanno pensato subito ad altro.

Ora c’è un programma molto simpatico quello dei 4 ristoranti.

4 ristoratori per farsi pubblicità accettano di sfidarsi, la cosa simpatica è che i voti li danno loro dopo aver mangiato dal collega.

Ora, ti aspetteresti del buon senso… invece spesso le persone mostrano il peggio di loro stessi pur di vincere o di vendicarsi per qualche commento poco piacevole ai loro piatti

Il voto va da 1 a 10 con motivazione, la motivazione di certi voti è demenziale e dimostrano quanto ci sia in giro brutta gente.

I 4 ristoranti in gara sono tutti della stessa zona e spesso cucinano gli stessi tipi di piatti.

Il bello è che spesso ognuno dichiara che la sua è la ricetta tradizionale e chiaramente da un voto basso all’avversario.

Il programma in se è simpatico, un po’ perché fa conoscere varie zone d’Italia e piatti tipici, ma soprattutto perché mostra quanto siano delle merde certe persone che vi partecipano.

Infatti il momento più bello è quando scoprono cosa pensano uno dell’altro e vedono i voti….

La mia ricetta del gatto in cassetta è quella originale tramandata da generazioni in generazioni.

Prendete un cassetta piccolina e mettetela per terra e aspettate che il gatto ci s’infili a quel punto scattate la foto.

Guardacomeseigrasso vi saluta e vi augura buon appetito che a lui non manca mai.