Discussione filosofica con Nontirare (cane) Ieri mi sono vaccinato. Ragione o torto e su cos’è la dignità.

Ieri alle 13 meno dieci mi sono presentato puntuale al centro vaccinale.

Tutti gli operatori gentilissimi, anche con quelli della prima dose, eravamo tanti quelli dell’obbligo , oltre i magnifici volontari della seconda e terza dose.

Solo una demente ha provato a rovinare l’idillio del centro. ” Ma è alla prima dose ? ” mi ha chiesto con voce sorpresa “ma non poteva farla prima? ” ha continuato ” No e si faccia i cazzi suoi ” ho risposto gentilmente.

Poi ho dovuto calmare un recalcitrante dell’ultimo minuto, non voleva firmare l’assenso o meglio il dissenso informato. Il tipo era con la moglie.

” Se vuoi farti il vaccino o no è una tua scelta, se non firmi quel foglio il dottore non può vaccinarti. E’ l’ennesima porcata di queste merde che ci comandano, ma il dottore segue solo le regole ed è inutile prendersela con lui. Con l’obbligo, firma o no abbiamo tutti diritto all’indennizzo se succede qualcosa, prendiamo atto che le cose stanno così e facciamone una ragione. ” Il recalcitrante ha firmato tra il sollievo della moglie.

Tutto si è svolto velocemente, i dottorini che hanno compilato il foglio per l’assenso informato sono stati gentilissimi, , si vede che erano stati avvisati di evitare ogni tipo di polemica, anzi assecondare il più possibile. Ognuno ha svolto al meglio il suo lavoro, ed era inutile prendersela con loro. Anche il dottore che mi ha iniettato la dose era sulla stessa linea del massimo rispetto. alle 13 e 15 era tutto finito.

Al pomeriggio sono andato a spasso con Nontirare.

” Ma non ho capito se hai vinto o perso ” mi ha chiesto Nontirare. ” In teoria avrei vinto, non ho ceduto al loro ricatto del green pass ed ho fatto il vaccino come ho sempre dichiarato quando sarebbe diventato obbligatorio o tolto il green pass. ” Ho risposto ” Ma dalla faccia non sembri convinto” mi ha risposto Nontirare. “Ed anche adesso userò il green pass solo per motivi di lavoro, niente di più di tutti quelli senza green pass ” ho continuato ” e’ il mio unico modo di rimanere solidale ai miei compagni di viaggio contro il governo dei peggiori ” ho risposto.

Abbiamo camminato ancora un po’ in silenzio “Ma cos’è che ti disturba? ” mi ha chiesto Nontirare che mi conosce bene ” Non lo so esattamente, anche se ho fatto quello che ho sempre detto, non vorrei essere considerato da ora in poi uno favorevole a questi pezzi di merda che ci governano, vorrei trovare il modo anche da vaccinato obbligatoriamente di non essere considerato uno di loro, ne va della mia dignità ” ho risposto.

Nontirare ha sorriso ” Solo degli idioti possono pensare che tu possa cambiare casacca come quei pagliacci di parlamentari, non ti preoccupare ha detto a nessuno sano di mente può venire in mente, la tua coerenza è inattaccabile. ”

La lotta contro il governo delle peggiori merde continua.

PS L’obbligo vaccinale o meglio il trattamento sanitario obbligatorio non l’ha introdotto il governo dei peggiori, ma esisteva già nella costituzione. Nel 1967 c’era stato l’obbligo del vaccino per la poliomielite. Ora ero piccolo, ma non ho ricordo di sollevazioni di piazza. Forse è dipeso che allora quei signori al parlamento erano più credibili di questi pagliacci e cazzari che abbiamo adesso? Inoltre faccio parte di quella generazione che alle elementari ci facevano il vaccino in classe. La foto è presa a caso ma funzionava così.

Vaccini. 225 anni fa l'antivaiolo, Gattinara (SITIP): «Cambiato storia  umanità». - AssoCareNews.it - Quotidiano Sanitario Nazionale

E vogliamo parlare del vaccino a militare negli anni 80, mai visto nessuno protestare…. ma eravamo veramente in un altro mondo.

Recluta | Battaglione Trasmissioni Folgore

La dimenticanza. Il letame in sacchi di cavallo e mucca lasciato in auto tutta la notte.

Dolce consorte ieri mattina rientra in casa , era appena uscita” l’auto non parte, ha la batteria scarica” mi dice” ho fretta devo sbrigarmi perché più tardi devo andare…” deve andare in una cittadina a venti minuti di auto. ” Prendo l’auto di mio padre” che è poi quella che uso io.

Dolce consorte è uscita di tutta fretta ed è andata via.

La sera prima ero andato a comprare il concime da mettere nel terreno. Due sacchi, uno da mettere prima di fresare, e poi l’altro tipo da mettere mentre le culture crescono. Tutte cose naturali merda di cavallo e merda di mucche, fatte stagionare.

Arrivato a casa, non ho scaricato subito i sacchi, ho fatto dell’altro, ripromettendomi di scaricarli prima di rientrare in casa….

Ora è vero che la merda è dentro dei sacchi di plastica, ma l’odore obbiettivamente si sente, se si lasciano tutta la notte dentro l’auto, al mattino questa non odora del famoso deodorante per auto ma di merda, in più siamo in inverno e non è consigliabile girare con i finestrini abbassati.

Dolce consorte si è accorta troppo tardi del problema ed era troppo tardi per tornare indietro a farmi scaricare i sacchi e insultarmi. Ha dovuto aspettare di tornare a pranzo erano quasi le due del pomeriggio.

” Ma si lascia il letame sull’auto? ” mi ha chiesto abbastanza incazzata.

Evidentemente la risposta è no. ” Mi sono scordato di tirarlo giù ” ho risposto mentre cercavo di trattenere le risate, immaginando i suoi pensieri su di me nei vari percorsi in auto che aveva fatto quella mattina. L’odore all’aperto non è fortissimo ma dentro uno spazio piccolo e chiuso è sicuramente fastidioso. ” Vai a scaricare i sacchi ” mi ha praticamente ordinato , sono sacchi da 20 kg al di fuori della sua portata. Cosi sono andato e scaricato i sacchi e lasciando il portellone di dietro aperto….

Poi per scherzare mentre stava per ripartire, mi sono avvicinato ed ho odorato il cappotto che si era appena messa, lo stesso della mattina facendo finta che puzzasse ” sei proprio un pirla “mi ha detto.

E’ uscita, tirato giù il portellone dell’auto ed è andata via salutandomi con la mano e regalandomi un sorriso.

Delitto lungo il fiume : uccisa Giuditta la volpe. Il tenente Piccione e la sua squadra indaga sull’accaduto.

La’altro giorno eravamo come al solito sul fiume con Nontirare, quando comincia a chiamarmi “Vieni di corsa hanno ucciso Giuditta la volpe ” Accorro e Nontirare e lì che guarda e cerca d’indagare sulla morte di Giuditta.” E’ più morta della gallina ” sentenzia ” e si che la gallina era morta ” finisce di dire.

“Da una prima indagine visiva nessun segno di violenza fisica, niente sangue, è stata sicuramente avvelenata.” Mi dice il tenente piccione arrivato un minuto dopo di me.

Il tenente piccione e la sua squadra in un’immagine di repertorio.

Mentre le indagini proseguono, poco sopra c’è un terreno con un pollaio, si ipotizza il proprietario delle galline….

Oggi dopo l’autopsia che ha confermato avvelenamento, c’è stato il funerale e il sotterramento.

Il tenente Piccione ha detto che appena ci saranno nuove notizie sulle indagini verremo informati.

C’est la vie (così è la vita)

Indetta una riunione d’urgenza nel pollaio, si teme pandemia. Un’altra gallina morta. Alcatraz ( gallina) capo incontrastato altro che Dragoman, vara misure urgenti per contrastare il rischio di altre morti.

Tutti ieri eravamo al cospetto dell’ennesimo decesso. “Morta, che più morta di così non si può” , ha detto Nontirare (cane). “Causa del decesso ancora sconosciuta” ha sentenziato la gallina medico. La terza gallina morta in breve tempo, la paura serpeggia tra le galline. Considerando che erano nove, la percentuale è altissima.

Guardacomeseigrasso (gatto) “meglio non mangiarla, che se ha qualche virus moriamo anche noi ” ha detto dalla larghezza della sua sapienza.

Alcatraz ha deliberato : distanziamento di almeno un metro tra ogni gallina. Ciotole separate per ogni pasto e si mangia solo all’aperto. Niente cinema, niente discoteca, niente partite di pallone e alla sera si va a dormire presto. ” Se è un virus mortale , obbligo vaccinale per tutte, niente green pass che è una cazzata che non serve a niente ” ha detto con decisione ” Mica sono come quei coglioni che governano l’Italia. ”

A breve nuove notizie.

Il 24 gennaio si apre ufficialmente la corsa al quirinale con il primo voto. Domani metterò le quote per chi volesse scommettere. Si scommette come nelle corse dei cavalli, solo che se il presidente lo prendono dal parlamento è la corsa dei somari.

Domani comincerò a mettere i possibili canditati al quirinale e rispettiva quote.

Chiaramente le mie informazioni arriveranno da fonti credibili, quindi niente telegiornali o giornali, e soprattutto esperti politici, inutili e fastidiose persone quanto i giornalisti sportivi o i critici. Ma le notizie e quote arriveranno da fonti serissime, dagli esperti delle più grandi case di scommesse nazionali e internazionali.

Per diventare presidente della repubblica italiana bisogna essere : vaccinati almeno tre volte, avere almeno 50 anni ,avere la cittadinanza italiana e si goda dei diritti civili e politici. Per Berlusconi vale solo il goda e godere beato lui ha goduto parecchio.

Peggio di Mattarella forse Scalfaro , bella lotta tra democristiani. Non che Napolitano sia stato tanto meglio.

Il mio primo presidente è stato Giuseppe Saragat, per i giovani che non lo hanno conosciuto.

A domani per le quote.

Ho fatto il proposito di non fare propositi.

Dolce consorte ieri sera mi ha chiesto che proposito avessi intenzione di fare per l’anno nuovo. ” Ho fatto il proposito di non fare propositi” ho dichiarato tutto soddisfatto. Dolce consorte mi ha guardato male ” ma un desiderio anche piccolo ” ha insistito. ” niente che non desiderassi già l’anno scorso” ho continuato sulla mia linea disfattista. Dolce consorte in compenso ne aveva un centinaio, molti sono quelli degli anni precedenti e non so se valgono lo stesso.” Secondo me proposito ripetuto non vale più, a meno che non ci siano state cause di forza maggiore ” ho dichiarato per continuare sulla mia linea precisa e pessimistica . ” C’è stato il covid” ha risposto dolce consorte ” C’è il covid per essere precisi e per quanto ho capito non ha intenzione di abbandonarci” più negativo di così.(anche al tampone sono sempre negativo) “Ma dai pensa a qualcosa di bello ” mi ha chiesto ancora dolce consorte. Mancava un minuto al brindisi.

Alla Rai hanno pensato pensato di finire l’anno vecchio con una cantante vecchia che fa buon brodo : Orietta Berti e le sue vecchie canzoni. Certo che nel 2021 2022 sentire una canzone profetica del 1970 mi ha fatto un po’ impressione. “Finché la barca va lasciala andare/ finché la barca va tu non remare/ finché la barca va stai a guardare….” e così che ci siamo schiantati.

Buon inizio di anno a tutti senza nessun proposito da dichiarare.

Nontirare ( cane ) fa la furba, ieri ha finto di essere sorda.

Quando andiamo a spasso con Nontirare lungo il fiume , lei è libera di andare dove vuole, a una condizione: che quando la chiamo deve arrivare non dico subitissimo, ma nemmeno dopo due ore.

E’ qualche giorno che fa la furba, la chiamo e col cavolo che viene……

Ieri eravamo come detto sul fiume e Nontirare se ne era andata per i fatti suoi, venivo dal tampone e dovevo andare al delirio (lavoro) e il tempo era poco, e quindi ho iniziato a chiamarla dopo una quindicina di minuti…..

“Nontirare, Nontirare ” gridavo e lei niente faceva la gnorri e faceva finta di non sentire, da lontano la vedevo fare i fatti suoi. ” Nontirare ” grido ancora più forte. Lei niente come se non fosse vero che la chiamavo. ” Nontirare, Nontirare, scema vieni qui ” urlo mi sentono tutti a due km di distanza, l’unica che faceva finta di non sentirmi era Nontirare.

Parto e la vado a recuperare, continuando a chiamarla, ” Nontirare stupido cane. Stupida bestia” ma lei continuava a ignorarmi.

Quando arrivo a un metro ” Mi stavi chiamando ?” Mi dice con una faccia da bronzo da far paura.

” E’ venti minuti che ti chiamo, testa di un cazzo di un cane, devo andare al delirio ” le dico con voce arrabbiata.

“Devo aver del cerume nelle orecchie come suocero” prova a dire ” Te lo faccio uscire io il cerume con due bastonate in testa ” la minaccio. ” Con questa storia del tampone, quella che ci rimetto sono io”mi dice offesa ” per andare a tamponarti il tempo lo trovi e poi io solo dieci minuti, ti sembra giusto ? Mi risponde offesa.

Tutti i torti non li ha, quindi evito d’insultarla ancora. ” Ma sarai pirla a farti mettere un giorno si e un giorno un tampone su per il naso, e paghi pure ?” Mi dice ridendo. ” Meglio che la pianti, se no sai dove te lo metto io il tampone e gratis ? Le rispondo.

Torniamo a casa in silenzio, ma Nontirare continua a sorridere.

Spavento a Natale.

Per Natale suoceri super vaccinati sono andati da cognato io io io, super vaccinato anche lui e famiglia, insieme ad altri ospiti, spero vaccinati o tamponati.

Suocera una volta all’anno acconsente di spostarsi di 50 metri.

Io ho invitato fratello e figlia , per noi il Natale quest’anno era meno felice, la morte di cognato dalle mani doro sicuramente l’ha reso più triste.

Era pomeriggio inoltrato, circa le 17, quando è arrivato nipote figlio di cognato io io io ” Zia ti posso parlare un attimo ” ha detto ” Certo ” ha risposto dolce consorte alzandosi.

Dopo un minuto è rientrata di corsa. “Mia madre sta male “

Figlia e dolce consorte sono partite di corsa, non prima di aver recuperato degli ombrelli pioveva a dirotto.

Era oltre un ora che stava male… per motivi di privaci ometteremo i sintomi…..

Dopo pochi minuti figlia mi telefonava e mi chiariva la faccenda, la mia diagnosi anche se a distanza si sarebbe rivelata giusta.

Salivo nella terrazza da dove potevo vedere la scena. In tre, due ormai non bastano più, l’accompagnavano in una stanza della casa che motivi di privaci non posso dire, ma dove di solito si sta da soli…..

Liberarsi a volte fa bene…..

Nonostante la liberazione avvenuta, le cose non miglioravano, intanto era stata chiamata la guardia medica. Visto il periodo di pandemia e il giorno di Natale era stata rafforzata. Uno per tutta la zona, così è stato detto, e non si sapeva quando sarebbe arrivato, l’alternativa il pronto soccorso.

Dopo circa tre ore la guardia medica è arrivata subito.

Figlia mi mandava un messaggio che la faccia non l’ispirava molto…

Il dottore non era italiano era siriano e non parlava perfettamente l’Italiano, capire capiva, parlare un po’ meno, comunque dopo averle fatta due punture, ” O migliorare o pronto soccorso ” diceva, prima di andarsene verso il prossimo paziente.

Tranquillizziamo tutti è migliorata, e ringraziamo la Siria per averci imprestato un suo dottore. Lì vivono tranquilli e stanno tutti bene non hanno i nostri problemi.

Lo spavento per tutti è stato grande, soprattutto per suocera, che alla parola pronto soccorso pronunciata dal medico è voluta tornare nella stanza che per privaci non posso dire.

Riportata a casa suocera , Guardacomeseigrasso l’ha guardata con compassione ” Le avevo detto di non mangiare troppo ” rivolto a Nontirare ” Sai com’è un piatto tira l’altro ” gli ha risposto ” Il problema che conciata così stasera non cucina e a me mi tocca fare dieta ” ha risposto tutto triste Guardacomeseigrasso . “Almeno non finisci al pronto soccorso e poi ci sono sempre i topi dalla compostiera” Gli ha risposto ridendo Nontirare.

PS

Suocera sta bene