Figlia mi accusa di giudicare

Figlia mi raccontava di una sua amica, ed io commentavo, giudicavo secondo figlia.

Da qui è nata una discussione.

Figlia sostiene che io do giudizi non richiesti, io ho obbiettato che non è assolutamente vero, che come in quest’ultimo caso io avevo solo espresso un parere secondo il mio modo di vedere, secondo figlia avevo giudicato senza che nessuno me l’avesse chiesto.

Gli facevo presente che io avevo solo commentato il suo racconto, come è normale che sia in una conversazione, figlia sostiene che i miei non sono commenti ma vere e proprie sentenze.

A questo punto credo che si capisca le due posizioni divergenti.

Facevo presente a figlia che anche lei dicendo quello che stava dicendo mi stava giudicando….

Mai dire ovvietà.

Figlia si risentiva, e diceva che io lo faccio sempre, io gli spiegavo che dire la propria opinione è che si voglia o no è come emettere un giudizio, e che andando avanti con gli anni sto anche perdendo quell’ultimo velo di ipocrisia che mi era rimasto.

Io sono un tollerante per natura, ma insofferente a moltissime cose.

Tutti possono fare quello che vogliono della propria vita, l’importante che non rompano il c…o agli altri, per me non ci sono limiti, ne giusto e sbagliato in quello che fanno le persone riguardo se stessi.

L’amica di figlia gli aveva raccontato degli avvenimenti successi in famiglia, e le sue reazioni …

Certo non sono stato tenero con la sua amica, ma non lo sono mai stato.

Credo che figlia abbia voluto prendere le difese dell’amica più per solidarietà tra figlie che per il merito della discussione, l’amica aveva torto marcio, cosa che figlia ha dovuto ammettere , ma secondo lei io ho giudicato, mentre lei si era limitata ad ascoltare l’amica, visto che l’amica non gli aveva chiesto un parere.

Mi sembrava una discussione surreale, se uno mi racconta qualcosa io dico la mia, se non vuole sentire la mia può fare a meno di raccontarmi, non è che io fermo la gente per strada e li obbligo a raccontarmi i cazzi loro, se uno viene da me e mi racconta è ovvio che vuole un mio parere, e se il mio parere è simile a un giudizio non so che fare, e poi non è che obbligo le persone a fare quello che dico io, compreso figlia.

Ora anche sul blog qualche volta è successo che mi facessero questa accusa, nella vita di ogni giorno, un giorno si e un giorno pure, lo riconosco non giro molto intorno alle parole e se devo dire qualcosa la dico, certo spesso in modo colorito ma in maniera sincera, ed è forse per questo che tanti vengono a raccontarmi i cazzi loro, meglio un interlocutore sincero che un interlocutore ipocrita.

Battuta del giorno oggi cambio

Se continui a fare la cosa sbagliata non riesci ad imparare perché apprendi solamente a fare meglio una cosa sbagliata( John seddon )

Cambia prima di essere costretto a farlo (Jack Welck)

La via per uscire passa dalla porta. Chissà perché nessuno la prende mai (Confucio)

Se non ci piace dove stiamo, possiamo sempre spostarci, non siamo mica alberi (Snoopy)

Il passato non mi preoccupa i danni che doveva fare li ha fatti ; mi preoccupa il futuro, che li deve ancora fare (Pino Caruso)

Il tracciamento e la verità scomoda .

Ci sono le cazzate che vi dicono gli incompetenti che ci guidano, e la realtà che si affronta tutti i giorni, che sono fatti e non parole.

Impiegata di dolce consorte telefona ” Scusi, un bambino che era sul pulmino con mio figlio è positivo. Mio figlio deve restare a casa in quarantena” Del tampone non se ne parla, solo se avesse dei sintomi, ma l’impiegata può uscire e anche tutti gli altri familiari” Cosa faccio vengo in un ufficio ? ”

Altra impiegata di dolce consorte ” Scusi sono uscita a mangiare con degli amici e uno di loro è risultato positivo, di tampone non se ne parla , mercoledì ho prenotato privatamente. Cosa faccio vengo in ufficio? In ufficio girava con la tutta spaziale per non prendere il virus e poi è uscita a cena con gli amici, ma questo è un altro discorso.

Altra impiegata di dolce consorte ” Scusi ma nella classe del figlio hanno trovato un bambino positivo” La storia è sempre la stessa “Cosa faccio vengo in ufficio ? “

In ufficio sono state stati spesi un mucchio di soldi per renderlo sicuro…

Al delirio un collega ha telefonato, Il compagno di banco del figlio è positivo, è stato messo in quarantena, anche per lui vale la stessa domanda :” cosa faccio ? “

Altra collega telefona, la storia è sempre la stessa, nella classe della figlia c’era un positivo.

Ora se faccio la lista di quelli che conosco non finisco più.

Il tracciamento chiaramente non serve più , ormai il virus è ovunque , tutti ormai siamo stai a contatto con qualcuno che ce l’aveva . Questa è l’amara verità.

Ora che i buoi sono scappati dalla stalla, sti coglioni chiudono la stalla.

Ora sembra che se parli mali di questi che ci governino , devi per forza stare con Salvini, questa è l’ennesima stupidata che dicono anche quelli che governano.

Io non sto con Salvini e non sto con Zingaretti , non sto con Renzi , come non sto con La Meloni, ho votato e ho già chiesto scusa per i 5 stelle, mai mi sarei aspettato di dover affrontare la più grande emergenza dal dopo guerra con una banda di sprovveduti, ormai delegittimati da tempo, ma ormai troppo legati alle poltrone per andarsene.

In questo momento tutti dovrebbero fare un passo indietro, le opposizioni non chiedere elezioni anticipate, il governo fare i provvedimenti più urgenti e poi dimettersi per manifesta incapacità.

Quindi il presidente della Repubblica prendere una persona per bene e competente , ne avremo una spero , che faccia un governo di unità nazionale e tutti insieme si affronti seriamente la catastrofe che ci si sta per abbattere addosso.

Di quello che fanno in Belgio, Canada, Francia, Inghilterra ecc ecc… scusate non me ne frega un cazzo. Se vogliamo possiamo essere noi a dire al mondo come si fa a sconfiggere il virus.

Scrivo questo pezzo perché stamattina leggendo, mi pare che non si sia capito che quando chiudi un ristorante o un negozio e via dicendo , non chiudi solo il ristorante o il negozio , ma tutta la filiera che c’è dietro, quindi non rimane a casa solo il ristoratore o il negoziante oltre il personale, ma anche i contadini che hanno coltivato e non sanno a chi vendere, quelli che producono formaggi, il vino e via via, da quelli che consegnano e andando avanti o indietro fate voi.

Quando si è deciso di chiudere tutto la prima volta, concediamo agli incompetenti che ci governano l’effetto sorpresa. Io ricordo ancora l’abbraccia il cinese. Ma questa volta non ci sono scuse, si sapeva che sarebbe arrivata la seconda ondata, Francia, Spagna, Inghilterra erano lì a dimostrarcelo.

La nostra libertà finisce quando inizia quella degli altri.

La libertà degli altri finisce quando però inizia la nostra, e nessuno è libero di infettare gli altri , e non serve che sia scritto sulla costituzione.

Battuta del giorno Mauroemme

Mauroemme scrittore battutista

Non pranzo perché ti desidero, non ceno perché ti desidero, non mangio perché ti desidero, non dormo perché ho fame.

Dietro una vacca che ride c’è sempre un toro che spinge.

Nella mia vita ho sempre desiderato essere primo (Giovanni Paolo secondo)

Un esperienza extra corporale in realtà e ciò che si prova dopo una sana cagata.

La facoltà di matematica è nel panico : hanno scoperto che i batteri si moltiplicano dividendosi.

Era così avaro ma così avaro che prestava attenzione con molto interesse.

Ritratto di uomo Giulio.

Giulio è un amico ,ma un amico vero, di quelli che ci sono sempre stati e non hanno mai chiesto niente in cambio.

Da moltissimi anni si trasferito e quindi ci vediamo raramente, qualche telefonata….

Da qualche giorno è tornato, ma solo per prendere tutto quello che era rimasto nella sua vecchia abitazione e andarsene definitivamente.

Se tornerà si farà ospitare dal fratello.

Di Giulio ho già scritto, ( non ricordo come l’ho chiamato l’altra volta) come detto è un caro amico, a cui sono legati molti bei ricordi, più grande di me di una decina di anni , un uomo di cuore pronto sempre ad aiutare tutti.

Ricordo la volta che cercava di insegnarmi a ballare, lui insegnava a me, e la moglie a dolce fidanzata , mentre guardavamo i piedi e i passi da fare , stavamo muovendoci, io in avanti , e lui chiaramente di spalle e non mi sono accorto che la casa era finita e Giulio ha preso una craniata micidiale contro il muro. Cosa non mi ha detto, mentre tutti ridevamo fino alle lacrime.

O la volta che ha provato ad insegnarmi a suonare la chitarra, le risate fino a piangere, non ho mobilità nelle dita, e lui che si arrabbiava…. ” gira il polso” continuava a dire. Chiaramente non ho mai imparato.

Spesso andavamo al cinema insieme , certo lui amava l’erotico e non solo, ma con me ci siamo limitati all’erotico , e riconosco di aver visto anche dei bei film.

Già allora stava prendendo piede in lui una parte che sarebbe esplosa qualche anno dopo, si è ammalato di sesso, il sesso è diventato la cosa più importante della sua vita, ha sperimentato molto… ma tutto alla luce del sole, Giulio era così, col benestare della moglie che ne è rimasta fuori, è entrato in un mondo di assoluta perversione.

Tutti gli amici hanno preso le distanze ed allontanato, tutti tranne me, un amico era e un amico rimaneva. Certo non mi sono fatto coinvolgere nelle sua avventure, anche se spesso mi raccontava cosa combinava , ad un certo punto il sesso era diventato una vera ossessione, sesso con tutti, uomini, donne, trans a volte tutti insieme, era entrato in un mondo particolare.

Il destino poi gioca scherzi strani, una malattia, un’operazione mal riuscita e tutto quel mondo è finito in un secondo, già da qualche anno si era trasferito vicino alla figlia, mentre la moglie era rimasta ancora dalle mie parti. Poi altre malattie una dietro l’altra, anni da incubi e un riavvicinamento con la moglie…

La moglie ha deciso di trasferirsi definitivamente con lui.

Ho promesso che un fine settimana lo andrò a trovare, a dire il vero è molto che lo dico, ma questa volta so che lo farò.

Chiaramente ieri non ci siamo abbracciati , ma salutati solamente.

Ad un vero amico.

Intervista col famoso professore immunologo e puttanologo E Mo So Cazzi per Tutti.

Professore ci dica la verità, come siamo messi?

Tutti a 90 . Già prima eravamo messi in una brutta posizione . Ma come si dice al peggio non c’è limite, quindi possiamo sicuramente peggiorare, anzi è quasi una certezza.

Ma lei se l’aspettava questa seconda ondata?

Non bisognava essere bagnini per prevedere la seconda ondata.

Ma secondo lei la colpa è di chi governa o dell’opposizione ?

Della democrazia in generale, questi che ci sono oggi mi ricordano tanto un film: Lui è peggio di me. La nostra è una repubblica delle banane, solo che le banane le prendono nel c… sempre gli stessi.

Cosa ne pensa delle nuove norme ?

Servono per disorientare il virus.

Disorientare il virus ?

Certo, ma secondo lei un virus fa solo danni dalle 18 alle 5 del mattino ?

No!

E come vuole che si senta il virus? Disorientato, penserà che alla mattina non è infettivo.

Un consiglio per non prendere il virus.

Bastasse un consiglio , comunque state lontani dai positivi e frequentate solo gente sana, lavatevi le mani, ma anche i piedi che se no poi puzzano.

L’ultima domanda e la lascio andare: Ma la mascherina all’aperto dove c’è pochissima gente serve?

Se fate una rapina si , ma un passamontagna è meglio.

La ringrazio professore, immunologo e puttanologo Mo So cazzi per tutti.

Battuta del giorno

Chi sa come chiameranno in futuro questo periodo storico: Stupidismo ? Rincoglionitico ? Età della merda nel cervello. (Zziagenio78 )

Il fatto che gli uomini non imparino molto dalla storia è la lezione più importante che la storia ci insegna. (Aldous Huxlley)

Quello che ci aspettiamo raramente accade: ma quello che meno ci aspettiamo si solito succede (Benjamin Disraeli)

Sai perché succedono i disordini ? Perché c’è sempre qualcuno che li prevede. (Il commissario Antonio Pepe)

Le cose importanti succedono così in fretta che resta sempre qualche dubbio (Clara Sanchez )

Ho imparato dai miei errori , e sono sicuro di poterli ripeterli esattamente ( Peter Cook e i nostri governanti)

” Non ci posso credere, anche le foto dei moribondi e non la mia” Nontirare (cane) è indignata nei mie confronti.

Toglitidaipiedi (gatto è sempre più moribondo) ormai dorme praticamente sempre, quando morirà non si noterà praticamente la differenza.

La vita è tutto un gran sogno.

Ogni tanto si va a controllare che sia ancora vivo. Questo è il posto dove passa più tempo la sua giornata.

” Non metterai la foto del moribondo ?” Mi chiede Nontirare. ” Prima che muoia” rispondo. ” Quindi per vedere una mia foto sul blog devo morire ?” Mi dice tutta arrabbiata “

In settimana abbiamo avuto un lutto, è morto il cane di cognato io io io, era vecchio, comunque è morto con la pancia piena, ha aperto il sacco di croccantini ed ha mangiato fino a morire, secondo la teoria di nipote. Ora è meno pericoloso andare a casa di cognato io io io .

Nontirare è offesa dice che è inconcepibile che mostri tutti meno che lei. ” Va a finire che mostri anche quello scemo di serpente, che si è fatto la tana nel caco ? ”

Eccola accontentata, mentre raccoglievo il cachi mi sono ritrovato il serpente in letargo.

Ultima foto per l’amica Silvia

Nontirare è incredula, tutti anche i melograni, meno che lei.

Battuta del giorno Mason Cooley

Mason Cooley aforista

Gli eventi sono chiamati inevitabili solo dopo che si sono verificati.

Una pecora che va in cerca di un lupo può stare sicura di trovarne uno.

Sono accomodante fino ai confini del mio interesse personale.

Siamo più legati ai nostri difetti che alle nostre virtù.

La fede sposta le montagne, ma devi continuare a spingere mentre preghi.