Nipote australiano vuole 5 figli. La moglie non è convinta e si fermerebbe a tre. Quattro è il numero perfetto, il mio, sono il quarto. ( continua da ieri)

Ieri Nipote e famiglia sono arrivati con fratello l’altra figlia ed è stata una bella rimpatriata, dove non si è detto nulla di memorabile, ma comunque è stata una bella rimpatriata.Ne avremmo potuto anche fare a meno, ma alla fine bisogna ammetterlo è stata una bella rimpatriata.

Il nipote ha tre figli : una bimba di 5 anni bellissima e di un’intelligenza straordinaria inoltre sa parlare già tre lingue in maniera corretta, in più sa anche un po’ di giapponese.Nipote sa parlare poco l’italiano e l’inglese lo parla a modo suo. La bimba ha preso chiaramente della madre sia come bellezza e come attitudine alle lingue. Sull’intelligenza bisognerà formare una commissione d’inchiesta.

Il secondo figlio meno di tre anni, un maschietto molto bello, biondissimo, se fossi nipote mi sarei preoccupato…. dice che i rossi, noi in casa ne abbiamo parecchi hanno gli stessi geni dei biondi. Il secondo bambino a differenza della sorella parla poco ma rompe i così detti parecchio è un continuo moto perpetuo non sta fermo neanche quando dorme. E’ il preferito di nipote è sta fisso con lui.

Il terzo ha meno di un anno per ora mangia dorme caga e piscia. Continua ad essere allattato al seno credo che crescerà con un bel ricordo delle tette. La moglie di nipote è ben fornita e nonostante le tre gravidanze è rimasta bellissima, non ha un filo di grasso.

Nipote vuole arrivare a 5 figli la moglie vorrebbe chiudere bottega, credo che arriveranno a 4, lei è ancora troppo innamorata del nipote.Anche per questo bisognerà aprire una commissione d’inchiesta.

Figlia e la bambina sono diventate amiche. La bimba le ha detto in confidenza che quando va in giro col padre gli deva fare da interprete, che nipote parla un inglese che nessuno capisce. Anche figlia ha detto alla bimba che mi deve correggere che siamo così di famiglia.

Cosa possono fare o non fare gli Angeli custodi Io col mio ho un rapporto conflittuale.

Persona cara l’altra sera era ospite gradita qui da me.

Chi mi segue sa che persona cara ha doti particolari alquanto discutibili per molti.

Vede gli Angeli, le fate, gli gnomi, detta così fa ridere lo so e infatti io spesso ci rido sopra, sono agnostico. Persona cara mi vuole bene ed io gli voglio a mia volta molto bene è cresciuta in casa dei miei genitori quando ancora abitavo con loro.

Persona cara ha tramutato queste sue doti nel suo lavoro e incredibilmente per uno che la pensa come me ci campa.
Persona cara ha preso molto seriamente il suo lavoro: studia si aggiorna, fa continuamente corsi, si sa nell’olistico c’è veramente di tutto.

Una delle nostre grandi dispute sta spesso sull’angelo custode.

Ora nipote vede chiaramente se il nostro angelo custode è con noi, secondo il suo personale parere il mio c’è, io nutro seri dubbi ma lei sostiene che è ben presente e che lo vede benissimo, ma che abbiamo problemi di comunicazione, io sostengo che è sordo più che altro.

Per chi non conosce bene queste materie, (persona cara mi ha regalato più libri in proposito) attingendo dalla rete spiegherò cosa possono o non fare gli angeli.(Cammina nel sole è il primo sito che ho trovato)

Quali “poteri” hanno gli Angeli?

Gli Angeli possono fare tutto ma solo su richiesta, non possono agire sul libero arbitrio individuale, quindi se non sono “chiamati” non intervengono se non per salvare la vita in caso non fosse quello il momento “giusto” per lasciare la Terra. Gli Angeli non interferiscono con il karma individuale anche se possono aiutare a comprenderlo e a sanarlo.

Possono fare tutto escluso il male chiaramente, non fanno i killer su richiesta tanto per intenderci.

A: Qual è la funzione dell’angelo-custode

Protegge dai pericoli di vita, dai cattivi pensieri, dà appoggio nella solitudine, condivide con il suo assistito la gioia, aiuta a sviluppare creativamente i nostri sensi.

Su questo ci sarebbe molto ma molto da discutere, se non funziona comunque sappiate che la colpa è la vostra.

A: Che cosa si può dire agli Angeli?

Qualsiasi cosa. Gli Angeli sono creature di raccordo tra l’uomo e la Divinità: si può parlare loro dei nostri problemi, delle nostre gioie, chiedere salute per noi e per chi ci sta vicino, ascoltare il loro messaggio di pace e armonia. O semplicemente si può stare con loro e sentirsi meno soli.

Ecco non fate come me che tendo ad insultarlo….

A: Gli Angeli possono predire il nostro futuro?

Anche se alcuni Angeli possono “vedere” il nostro futuro, essi non interferiscono mai con il nostro libero arbitrio, quindi non daranno notizie riguardante il futuro nostro o di altre persone. Possono con molta discrezione suggerire la calma, la distensione, la pace e far sì che siamo noi stessi a lavorare alla nostra crescita personale.

Intanto non tutti, ci sono angeli di seria A- B il mio è un dilettante. Scherzo è una battuta. Al mio angelo custode manca il senso dell’umorismo è permaloso e si vendica anche se non potrebbe.

Ora volendo si può conoscere anche il nome del nostro angelo custode , andando in rete in poche mosse si otterrà il suo nome, potete dargli tranquillamente del tu gli farà piacere.

Persona cara afferma che col mio angelo custode ho grossi problemi di comunicazioni, che lui non aspetta altro di esaudire le mie richieste solo che ho un brutto modo di dire le cose e poi non si prendono in giro gli angeli e non si fanno battute sceme come le mie. Ve l’ho detto è permaloso.

Collega balordo dice cattiverie e insinuazioni su una amica di dolce consorte. Malelingue all’attacco.

Il collega balordo ama dire cattiverie gratuite è stronzo dentro, la cosa è capibile avendo conosciuto i genitori due balordi al quadrato.

Il collega balordo ha dei pregi a dire il vero, peccato che a volte la parte peggiore di lui venga a galla e si lasci andare a vere cattiverie gratuite .

Sabato stavamo per uscire quando mi dice ” Lo sai che l’amica di tua moglie ( rimasta vedeva da poco) si trombava uno anche prima che morisse il marito e appena morto è andata in vacanza col tipo ed ha detto nome cognome professione stato civile ed indirizzo ”

Ora l’amica di moglie è molto conosciuta e il defunto marito ancora di più nella cittadina dove vivono, adesso solo lei ci vive e tromba secondo il collega balordo, mentre il marito soggiorna nel cimitero. Il defunto ha lasciato in generale un ottimo ricordo di se.

” No ” ho risposto ” lo dirò a mia moglie e vediamo cosa dice” ho finito di dire

Dolce consorte non sapeva niente della presunta tresca, ma sapeva esattamente dove fosse andata e con chi la sua amica dopo la morte del marito, una coppia di amici con figli che tornati precipitosamente dalle vacanze per il funerale se l’erano portata via con loro per cercare di farle superare il momento di dolore. Niente amante e niente trombate.

Preso il telefonino ho scritto un messaggio al collega balordo raccontando i fatti certi.

“Visto che non è vero e non è vero che sia andata via col trombatore, questo è accertato(inoltre è un uomo sposato con figli piccoli e molto conosciuto in zona )anche tutto il resto fino a prova contraria sono delle balle”

Il collega balordo mi ha risposto ” Voce di popolo ”

Più che voce di popolo, voci di stronzi.

Vice parroco nei guai. Indagato dalla procura di Crotone che pare non abbia altro di serio su cui indagare : per offesa alla confessione religiosa. Il pirla ha celebrato la messa in spiaggia, lui in acqua con l’aiuto di un chierichetto e di un materassino che faceva da altare.

Che la procura di Crotone stia a perdere del tempo dietro a questa storia è la vera vergogna.

Il Vice parroco pirla secondo la procura ha commesso un reato gravissimo : Chiunque pubblicamente offende una confessione religiosa, mediante vilipendio di chi la professa, è punito con la multa da euro 1.000 a euro 5.000.
Si applica la multa da euro 2.000 a euro 6.000 a chi offende una confessione religiosa, mediante vilipendio di un ministro del culto.

Faceva molto caldo e così ci siamo detti: perché non fare la messa in acqua?” ha spiegato Bernasconi. Ai ragazzi della parrocchia San Luigi Gonzaga che con lui sono partiti da Milano, l’idea è piaciuta: “È stato bellissimo, anche se ci siamo scottati”. Il parroco si trovava in Calabria insieme ai giovani per un campo di volontariato con Libera, l’associazione che gestisce i terreni confiscati alle cosche locali. ( SOLO PER QUESTO VA ASSOLTO) Domenica era l’ultimo giorno prima di ripartire alla volta di Milano e vista l’alta temperatura e la mancanza di zone d’ombra, hanno deciso di celebrare il rito nelle acque del mar Ionio.

Ora quindi Bernasconi chiede perdono in una lettera pubblicata sul sito della parrocchia: “Chiedo scusa anche per la confusione generata dalla diffusione mediatica della notizia e delle immagini. Non era assolutamente mia intenzione che avesse tale risalto” ha scritto. Inizialmente la messa non era prevista in acqua, ma nella pineta vicino alla spiaggia: “Non ci è stato possibile entrare per via di una manifestazione organizzata da un’altra associazione” spiega. Visto che non c’erano zone d’ombra e la sabbia era rovente non hanno “trovato altre zone idonee alla celebrazione” per cui gli è “sembrato significativo, nel contesto del campo appena vissuto, farla immersi nella ‘terra’ che ci ha accolti”. Quando poi una famiglia nei paraggi li ha sentiti “ci ha offerto il suo materassino come altare e io ho deciso di accettare”. Rendendosi conto di quello che è stato reputato uno sbaglio, ha dichiarato: “Non era assolutamente mia intenzione banalizzare l’eucarestia né utilizzarla per altri messaggi di qualunque tipo” ma “i simboli sono forti e parlano, a volte anche in maniera diversa da come vorremmo. É stato ingenuo da parte mia non dare loro il giusto peso”. “Spero che possiate comprendere le mie intenzioni, macchiate da troppa ingenuità e superficialità” ha concluso. (da il Fatto Qutidiano)

Ora io il parroco pirla l’assolvo e anche Dio, ci siamo sentiti ieri sera. Non c’è bisogno di nessun processo, che indaghino sui mafiosi che è meglio.

Secondo me l’idea non è male Se il mare non va da Maometto Maometto va al mare.

Visto le chiese vuote e il rischio del virus mi sembra una buona idea… magari il parroco non in costume ma con una tunica da mare si potrebbe fare. Speriamo che la procura di Crotone non legga il mio pezzo.

Dolce consorte ha deciso chi sarà la nuova compagna di fratello. Ora che la prescelta ha divorziato è perfetta.

Dolce consorte ha deciso che fratello deve trovare una nuova compagna.

In realtà è anni che ha questa idea… e la sua prima scelta era esattamente uguale all’ultima, in sintesi la stessa persona.

Anni fa la signora prescelta aveva un piccolo particolare che la rendeva inadatta era già sposata, tolto questo dettaglio dolce consorte la vedeva perfetta per fratello. Aveva tutte le doti necessarie per rendere felice fratello.

Fratello anni anni fa è rimasto vedevo ….la cosa buffa è che tutti gli uomini dalla parte paterna rimangono vedovi, a partire a nostra memoria da mio nonno, mio zio, mio padre, due mie cugini e mio fratello. Ultimamente un cugino in seconda è stato investito da questa particolarità fortunata familiare, meglio rimanere vedovi che lasciare vedove inconsolabili ( per favore ridete) Dolce consorte comunque si tocca.

Dolce consorte come detto è qualche anno che è impegnata nella ricerca di una nuova compagna per fratello.

All’inizio ha cercato nelle sue amicizie ma senza successo. “Lara no è troppo intelligente ” mi aveva detto. Premesso che è solo intelligente sulla sua professione, per il resto lasciamo perdere….. poi era senza tette e senza culo per fratello non andava bene.

Francesca non si era mai sposata e non si capiva perché mai avrebbe dovuto prendersi mio fratello. Aveva rifiutato spasimanti ben più attrezzati di fratello ( senza offesa) niente uomini in giro per casa era stata la sua scelta.

Loredana era perfetta per fratello continuava a dire dolce consorte, peccato che fosse sposata, certo un pessimo matrimonio…..

Dolce consorte aveva voluto che s’incontrassero lo stesso, ma la scintilla non era nata.

Fratello nel frattempo ha avuto qualche amicizia, una donna più scema dell’altra a dire il vero, l’ultima una scema completa, così scema solo nei film forse. Ma gli faceva compagnia sosteneva fratello e non aveva pretese a sua giustificazione.

Ora Loredana si è separata e la scema di turno ha lasciato fratello tutti gli astri sono a favore di fratello secondo dolce consorte.

Dolce consorte ha parlato con Loredana….. con fratello è già un po che cerca di convincerlo della bontà della cosa.

Loredana non ha detto no… anzi “Non è tanto la necessita di un uomo ma il fare due parole e farsi un po’ di compagnia” ha risposto. Ora è tornata all’estero ancora per un paio di mesi e quando torna se ne riparla ha detto.

Continua… secondo dolce consorte

Dolce consorte e il percorso a tappe per suocero tipo stazioni via crucis.

Dolce consorte dopo la discussione dell’ultima volta su suocero è ripartita all’attacco.

Domenica che era a casa ha preparato un percorso intorno alla casa mettendo sedie dove suocero si potesse riposare, una ogni 50 metri circa. Tipo stazioni via crucis dove fermarsi a pregare che dolce consorte lo lasciasse in pace.

Andata in casa dei genitori ha costretto suo padre a fare più volte il percorso, mentre lei era indaffarata nelle faccende domestiche lo lasciava da solo e poi andava a controllare che camminasse. Ogni volta che arrivava lo trovava seduto sulla sedia a dormire, lo svegliava e lo esortava a riprendere il percorso. Suocero a dolce consorte non è capace di dire di no.

Dolce consorte quindi se lo è portato dietro doveva sbrigare delle faccende.

Il suocero al pomeriggio era distrutto ed anche al mattino dopo era stanchissimo, ero andato per eseguire gli ordini di dolce consorte

Altro che fargli fare il percorso è stato un problema farlo alzare dal letto.

Nel frattempo che ero dal suocero mi arrivava un messaggio

Vai a svegliare mio padre.

Quando è arrivata a pranzo e saputo che suocero si era rifiutato categoricamente di fare la sua via crucis, dolce consorte si è arrabbiata e ha minacciato i poveri suoceri e poi è arrivata da me.

Ora il suocero ha 88 e lo dovrebbe lasciare stare, ma lei si ostina a cercare una soluzione che non c’è.

” Ma possono essere i farmaci che lo rendono così debole ” Mi ha chiesto. “Visto che prende una ventina di farmaci è possibile tutto” Ogni medico dove l’ha portato ha pensato bene di dargli un farmaco.

Scesa di nuovo dai suoceri è tornata su col bugiardino di un antibiotico che il suocero deve prendere 1 volta al mese per cinque giorni di seguito ” E’ lui il colpevole ” ha detto convinta, infatti tutte le controindicazioni di questo mondo c’erano scritte, compresi i malanni di suocero.

Poco dopo aveva già prenotato l’ennesima visita….. “in ogni caso si fa almeno un giro ed esce di casa ” ha finito di dire dolce consorte per giustificarsi.

continua…..

Voi donne avete il privilegio di fare i figli e vi lamentate che non vi assumono al lavoro non siete mai contente. Delirio (lavoro) ha scelto un sistema intermedio, le donne solo a tempo determinato.

Ieri l’ennesima ragazza in lacrime, era convinta che gli sarebbe stato rinnovato il contratto, Scricciolo è andata via, si va verso più lavoro quindi tutto faceva supporre il rinnovo….

Invece è stato rinnovato a due maschietti… ora la ragazza era molto più brava di entrambi, ma il merito non c’entra più.

Da noi al delirio assumono molte donne tutte a contratto determinato e finiti i vari contratti vengono lasciate a casa.

L’ultima assunzione a tempo indeterminato di una donna risale ( ieri abbiamo fatto una ricerca) a qualcosa come dieci anni fa. Mentre dei maschietti, uno ieri ( se la meritava tutta l’assunzione era tre anni che era in ballo )

Le donne giovani e non solo rimangono incinte diciamoci la verità.

Al delirio due neo mamme sono tornate dopo due anni tra gravidanza e svezzamento, una finito il tirocinio le è stato già detto che rimarrà a casa, se la sono legata al dito che un mese dopo averle fatto il contratto la ragazza abbia deciso di fare un figlio. L’altra è alla seconda maternità ed è l’ultima donna assunta a tempo indeterminato praticamente in 10 anni 4 anni sono stati di maternità.

Ora una grande azienda se pur delirante come la mai regge il colpo, ma dove ci sono poche persone e specializzate è un grosso problema se non dire enorme.

Dolce consorte ha avuto un’impiegata che ha fatto tre figli, al di là della difficoltà di sostituirla, non è che prendi una e la metti lì e va…. la devi formare, insegnargli e ci vuole tempo e non tutte sono capaci…. .Inoltre quando l’impiegata è tornata un giorno si e un giorno anche era a casa per via dei bambini….

Alla fine la stessa impiegata ha scelto di restare a casa, non proprio vero, aveva trovato un lavoro meno impegnativo.

La maternità è una cosa importante, ma se uno si mette dalla parte dell’azienda e non paliamo di lavori generici dove è facile la sostituzione, ma di lavori dove ci sono voluti anni a formare una persona e soprattutto e se la ditta è piccolina la maternità diventa un grosso problema.Questa è la verità e da qui bisogna incominciare a ragionare.

Al delirio non esistono donne al comando i quadri sono tutti uomini e questa la dice lunga. Uno più pirla dell’altro ma al comando.

Alcatraz (gallina filosofa) risponde ad alcune domande : è nato prima l’uovo o la gallina? “Di certo non il gallo”

Ma esiste l’inferno ? ” Certo, mai sentito parlare del pollo alla diavola? ”

Cosa risponde a chi dice : sei stupido come una gallina ? “Mi offenderei di più se mi dicessero sei intelligente come un parlamentare italiano. Agli italiani che sono favorevoli a mandare armi agli ucraini per fare la pace…. e i polli saremmo noi ? “

Fiori d’arancio per la figlia del collega balordo.

Simbolo del matrimonio, i fiori d’arancio o zagare (dall’arabo zahara), bianchi e profumati, rappresentano la purezza.

Ora per la figlia del collega bella e simpatica ragazza non sarebbero proprio adatti.

Al di la che convive già da qualche anno col promesso sposo, anche prima diciamo che non è mai restata con le mani in mano, in mano possiamo affermare che qualcosa c’era.

Ora i due ragazzi si sposano a giugno, la chiesa è prenotata.

Il ristorante mi diceva il collega balordo no.

Ora se fossero una decina di persone non sarebbe un grande problema, ma sarebbero più di cento e di certo non ti puoi presentare al ristorante all’una e dire “saremmo un centinaio di persone c’è posto?”

Ora manca meno di un mese e questi due sono ancora alla ricerca del posto dove portare gli invitati.

Vero che i parenti sono tutti qua e la partecipazione non è così importante, basta avvisare che per la data decisa di tenersi liberi.

La figlia del parente lontano che si è sposata l’anno scorso, quel pirla del padre mi aveva telefonato una settimana prima per avvisarmi… qualcuno si ricorderà, aveva prenotato il ristorante con un anno d’anticipo, e la figlia si era sposata di venerdì, andando contro il proverbio.”Né di Venere né di Marte, non si sposa non si parte, né si dà principio all’arte”.

Martedì è il giorno dedicato a Marte, dio della guerra e questo potrebbe sfavorire le azioni intraprese e favorire, invece, rapporti tormentati e burrascosi.

Il venerdì, secondo la cabala è il giorno in cui furono creati gli spiriti maligni, per questa ragione non è da accostare ad un evento tanto lieto quanto il giorno delle nozze

Il parente lontano aveva detto che era l’unico giorno disponibile per la chiesa, visto i numerosi matrimoni. Al sud ci tengono ancora.

Fiori d’arancio di mia produzione.

Figlia ha dichiarato ieri prima del pranzo che gli era passata l’intolleranza al lattosio per poi passare il pomeriggio al cesso.

Sono giovani e ci vuole comprensione.

Figlia nelle grandi occasioni prende non so quale farmaco che gli permette di mangiare anche i cibi con il latte, ieri ha dichiarato che non ne aveva bisogno perché ultimamente non aveva avuto più problemi.

Così i cannelloni con ripieno di formaggio e tanta besciamella sono finiti tranquillamente nel suo stomaco. Come i carciofi fatti al forno anche loro ripieni di formaggio sono stati tranquillamente mangiati, ma soprattutto l’uovo di Pasqua è stato quasi interamente mangiato da lei e suocero…(di suocero ne riparlerò) e vuoi per devozione la colomba fatta con tanto burro.

Il risultato che l’intolleranza col piffero era passata ….

Ora non si ride delle disgrazie altrui.

L’intolleranza al latte di mucca è di famiglia, da piccolissimo so che mi davano il latte di capra, col tempo ho superato il problema e non ho più di di questi problemi.

Ora io non ho problemi a sostituire il latte di vacca con quello di soia, di riso o di avena buonissimo tra l’altro, ma sui formaggi che adoro sarebbe un vero colpo al cuore.

Anche dolce consorte è lievemente intollerante, e non solo sul latte, quello sarebbe il meno, ma sui latti vegetali non c’è possibilità di discussione e quindi si opta per il latte senza lattosio.

Oggi ricette senza latte o derivati dal latte.

Buona Pasquetta a tutti.