Lo scemo comunale. Articolo molto ma molto filosofico. Si sconsiglia la lettura ai non professionisti del pensiero.

L’antefatto da cui scaturisce il ragionamento.

Per andare e tornare dal delirio (lavoro) passo davanti a un semaforo pedonale.

Il semaforo in questione durante il giorno funzionava ogni 40 secondi , alla sera dopo le 20 solo a chiamata.

Da qualche mese funziona ininterrottamente ogni 40 secondi, anche quando non c’è nessun pedone nell’arco di qualche chilometro.

Alla sera quando torno dal delirio spesso prendo il rosso e mi tocca stare fermo ad aspettare e mi sento obbiettivamente un cretino, infatti da nessuno dei due lati ci sono pedoni e neanche se ne vedono a centinaia di metri. Ora mi è anche capitato di arrivare a notte fonda e dovermi fermare anche se l’unico pirla in giro a quell’ora ero io.

Ogni volta che mi capita penso allo scemo comunale che ha deciso che il semaforo pedonale dovesse funzionare notte e giorno. Sicuramente un cretino lui e tutti quelli che non glielo dicono.

Chiaramente davanti all’inutile semaforo rosso ci sono comportamenti diversi da parte degli automobilisti o motociclisti in giro a quell’ora.

Parte la parte filosofica. Siete ancora in tempo per fare dell’altro.

Ora davanti ad un evidente scemenza a cui siamo costretti ad obbedire nasce la domanda se è giusto o no trasgredire?

Molti davanti al semaforo rosso rallentano e poi accorgendosi che non c’è un cazzo di nessuno riprendono il percorso, questo soprattutto i motociclisti. Per le auto è più difficile se davanti hai uno che si ferma, chiaramente non ci puoi passare sopra e neanche superarla a sinistra, c’è un cordolo che protegge i pedoni che fossero rimasti a metà strada.

Io mi fermo e insulto lo scemo comunale lui o lei che sia e la madre che l’ha messo al mondo, ma nonostante tutto non vado avanti anche se mi sento profondamente un pirla a stare lì fermo. Non vorrei inoltre incontrare un carabiniere carabiniere o un poliziotto poliziotto, di vigli vigili a quell’ora non c’è pericolo che mi multassero e mi togliessero dei punti per essere passato col rosso. La beffa sarebbe atroce.

Ora quante volte siamo vittime di leggi o regole sceme fatte da dei dementi che autorizzati dal ruolo che hanno ci propongono insulse norme o comportamenti ?

Al delirio siamo pieni di norme per la sicurezza fatte da dei coglioni che non sanno nemmeno di cosa stanno parlando, fatte da dei burocrati annoiati che non sapendo che cazzo fare hanno fatto dei protocolli demenziali, inapplicabili per qualsiasi persona di buon senso e che soprattutto lavora e non sta a fare una minchia come loro.

Dolce consorte è oberata da adempimenti assolutamente inutili, lo stesso vale per tutte le categorie professionali, questi scemi comunali o statali l’unica cosa che sembra interessare è come angustiare la vita alle persone con cose assolutamente superflue.

Tutte le società per il quieto vivere sono inondate di regole ma come detto spesso sono norme idiote fatte da idioti col potere.

Ora un grande pensatore molto più famoso di me ma anche molto pirla più di me Socrate per intenderci davanti all’obbligo di bere la cicuta :

Come leggiamo nel dialogo “Critone” del filosofo Platone (428-348 a.C.), Socrate, consapevole dell’ingiusta condanna nei suoi confronti, si rifiutò categoricamente di sfuggire alla morte, pur essendogli stata offerta tale scelta dai suoi discepoli, perché “…è meglio subire un’ingiustizia piuttosto che commetterla…” e “la morte non è un male perché o è un sonno senza sogni, oppure dà la possibilità di visitare un mondo migliore…”

Socrate sarà stato anche un grande filosofo anche se ho seri dubbi a me già stare fermo al semaforo mi sento un coglione figurarsi a dover ingurgitare da solo del veleno perché l’hanno detto dei coglioni.

Battuta del giorno al semaforo

Voglio parlare del cervello. L’emisfero destro, quello razionale, e l’emisfero sinistro, quello della fantasia. Quello che fa credere all’automobilista costretto a fermarsi col rosso che è il semaforo ad avercela con lui.( Beppe Grillo)

Lavavetri. Nessuno probabilmente poteva immaginare che l’invenzione del semaforo avrebbe fatto nascere un giorno una nuova categoria di lavoratori precari.(Gioele Dix)

Non vedo l’ora che mettano i semafori intelligenti, così spero almeno di vedere in giro meno vigili deficienti. Vana illusione! (Carl William Brown)

Il semaforo è il mezzo per far arrivare i pedoni senza pericolo al centro della strada.(Antonio Amurri)

Le vie del cuore non hanno semafori.(Mirko Amadeo)

Dolce consorte ha scelto quando devo fare le mie ferie. Tutta colpa di figlia che mi ha fatto un proposta indecente.

Al delirio( lavoro) dovendo programmare le ferie ci hanno chiesto di dare le nostre date entro gennaio.

Ieri sono stato l’ultimo a dare le date

Avevo chiesto a dolce consorte d’indicarmi delle date dove avrebbe potuto esserci ( bontà sua) anche lei

Passati venti giorni le date non erano ancora arrivate.

L’altro ieri figlia mi dice ” perché non ci prendiamo qualche giorno e ci andiamo a fare un bel giro io e te?”

La cosa chiaramente mi ha fatto piacere, obbiettivamente i rapporti con figlia sono buoni, l’ho fatta a mia immagine e somiglianza soprattutto nella cattiverie che dice col sorriso. Diciamo che ha un grande senso dell’umorismo a differenza della madre che ne è sprovvista.

” Ma tua madre ? ” ho chiesto ” La lasciamo a casa tanto ha sempre da fare” mi ha risposto convinta.

” Non credo che la prenderebbe bene ” ho risposto ” Perché ?” ha risposto ingenuamente figlia.

Arrivata a casa dolce consorte le abbiamo raccontato della discussione, non vi dico dello sdegno provato da dolce consorte verso figlia, oltre il divieto assoluto di andare da qualche parte senza di lei. Tra lo stupore di figlia e le mie risate.

Sta di fatto che dolce consorte ha preso carta penna e calamaio e un calendario ed ha segnato 5 date e non le due che le erano state chieste.

Ora per me una data vale l’altra e quindi non ho fatto storie, ma la cosa mi ha fatto sorridere.

Lo sdegno è stato reale, sembrava che l’avessimo ‘abbandonata come un cane in autostrada.

Ora figlia ha preso le date e vedrà di organizzare qualcosa. ” Certo che io e te da soli ci saremmo divertiti di più ” mi ha detto stando attenta a non farsi sentire dalla madre.

Io le ho proposto di andare pure loro due da sole che io non mi offendo anzi……ma nessuno delle due ci sente.

Vi aggiorno.

PS Settimana prossima sono in ferie l’ho presa in più senza dire niente in casa si sa mai che gli venga in mente di programmare qualcosa.

Battuta del giorno vacanziera

Cartoline: Vedute di paesaggi, spedite a vari destinatari che non sapranno mai lo sforzo che abbiamo fatto nello sceglierne una diversa dall’altra. (Umberto Domina)

Ho vinto un viaggio per due persone. Domani partono. (Stefano Zaccarella)

Sono stato in vacanza in Terra Santa e ho avuto l’idea di noleggiare una barca sul mitico lago di Tiberiade, ma sono rimasto allibito dal prezzo: 150 euro all’ora. Ho protestato, e il noleggiatore seccato mi ha fatto notare che quello era un lago famoso, che Gesù aveva attraversato camminando sulle acque. “Non mi sorprende – risposi – con questi prezzi…”. (Mauroemme)

Poesia: Vacanze esotiche. Tu, io, mano nella mano, / una leggera brezza, il sole che tramonta dietro una duna. / Mica male essere il custode al deposito dello sfasciacarrozze. (3573 bytes free)

Mi trovavo su una splendida spiaggetta della Costiera Amalfitana, circondata da alte scogliere, e accanto alle rocce notai un cartello: “Pericolo caduta alberghi”. (Mauroemme)

Io sono per le partenze intelligenti. Sono partito a maggio, ma le ferie le avevo ad agosto. (Fichi d’India)

Suocera ha bruciato l’ennesima pentola, finalmente posso leggere il futuro dal fondo bruciato.

Chi mi segue sa che sono uno dei massimi esperti mondiali di lettura dei fondi delle pentole. Grazie chiaramente a suocera una delle massime autorità nel dimenticarsi le pentole sul fuoco.

Molti conoscono la lettura dei fondi del caffè

Risultati immagini per lettura fondi di caffè

La prima cosa a cui fare attenzione è la distribuzione del fondo del caffè: tutto ciò che resta sul fondo della tazza afferisce alla sfera interiore e immateriale (amore, affetti, istinto e aspirazioni); tutto ciò che si trova lungo i lati invece afferisce alla sfera più materiale (lavoro, soldi, fortuna).

Questa tecnica è alla portata di tutti ma la lettura del fondo della pentola è molto ma molto più complicata e nel mondo come detto siamo in pochissimi a praticarla.

Intanto non vale se la pentola te la fai bruciare apposta. La pentola deve bruciarsi per dimenticanza se si vuole un responso veritiero.

Più grande è la pentola è più cose si possono scoprire.

Altra pentola bruciata da suocera

Cosa si può leggere dai fondi della pentola ? E’ una domanda che mi sento fare spesso.

Dipende da quello che c’è scritto, in generale più che messaggi personali sono visioni del futuro prossimo.

Altra pentola bruciata da suocera prima dell’avvento della Meloni. Come vedete al centro è chiara la cattura di Matteo Denaro.

A sinistra si leggono benissimo le cazzate di Crosetto e di Nordio. In alto c’è l’aumento della benzina e lo sciopero dei benzinai. Sul PD anche i fondi della pentola fanno fatica a capire quello che fanno quella manica d’imbecilli, sul suo futuro vediamo se dice qualcosa la nuova pentola bruciata da suocera. Sulla guerra in un Ucraina si vede benissimo al centro tutte le minchiate dette dagli scemi di guerra. Ne avessero indovinata una, i famosi esperti del cazzo in TV. Affidiamoci a sistemi seri tipo la lettura dei fondi della pentola altro che a quei cazzoni di esperti che intasano la TV

Ora domani darò il responso di cosa accadrà leggendo con cura quello scritto sul fondo della nuova pentola bruciata.

Come noterete il centro non è bruciato e questo significa…..

continua…

PS

Se qualcuno ha qualche fondo di pentola da leggere inviare la foto.

Chiaramente noi lettori di pentole bruciate non lo facciamo per denaro ma solo per amore della verità qualunque essa sia.

Spero solo di non fare la fine di Cassandra.

Battuta del giorno oracolosa

Non ci sono risposte sbagliate dell’oracolo: ci sono solo domande sbagliate sulla base di atteggiamenti sbagliati.(Roberto Bazlen)

Gli oracoli e gli oroscopi sono meno imprecisi di qualsiasi teoria sociologica.(Fausto Gianfranceschi)

Non sono tanto gli oracoli che hanno smesso di parlare quanto gli uomini di ascoltarli.( Georg Lichtenberg)

Non tutti sanno che, quando Socrate si recò dall’Oracolo di Delfi per interrogarlo su chi fosse il più sapiente tra gli uomini, l’Oracolo rispose “Biancaneve”. (Francesco Vespa)

Lo specchio è l’unico oracolo in grado di svelare visioni nitide e inconfutabili in un solo istante di riflessione.(Guido Rojetti)

Discussione molto intellettuale sugli occhi belli delle donne. Il collega giovane mostra i due stupendi occhi della ragazza a cui sta dando la caccia e poi la cosa degenera e tutti a mostrare gli occhi di altre ragazze…. ma anche il tallone e che talloni.

Ieri giornata intera dedicata al delirio ( lavoro)c’eravamo tutti uomini e donne.

Verso il pomeriggio inoltrato quasi tutti sono stati dispensati dal rimaner e siamo rimasti un manata di deliranti tutti uomini.

In realtà non c’era più niente da fare ma caso mai…

Mentre eravamo lì a cazzeggiare siamo entrati nell’argomento che mette tutti d’accordo la gnocca. Avrei potuto dire le donne ma non sarebbe stato corretto.

Abbiamo un collega giovane ( ne ho già scritto parecchio sul blog) molto belloccio sempre a caccia di ragazze disponibili, il tutto con ottimi risultati. Molte sono le ragazze entrate nel suo palmares che tiene sempre aggiornato.

Il ragazzo ha la predilezione per gli occhi belli dalla terza in su-

Il ragazzo ha tirato fuori il cellulare per mostrare le foto degli occhi della ragazza a cui sta dando la caccia ultimamente.

Le ragazze di oggi amano fotografarsi e poi postare le foto in rete. La candidata preda consapevole di avere due occhi belli e importanti ha postato un mucchio di foto con in primo piano una quarta di occhi belli.

La ragazza ha messo anche qualche sua foto con scarsi abiti addosso , una particolare al mare dove gli occhi esplodevano e anche il suo tallone era completamente scoperto e aveva poco da invidiare a suoi occhi.

Si sa uno inizia a mostrare una foto e gli altri fanno lo stesso. E’ stata una guerra a chi mostrava gli occhi più belli e i talloni più ben fatti. L’unico ero io che non avendo cellulari moderni mi limitavo a guardare, ci tengo a precisare con molto sdegno.

Io al delirio ho il mio fornitore privato di video porno, in cambio di aiuti mi mostra filmati di donne in atteggiamenti osé. I suoi video spesso sono veramente spettacolari. Anche lui ha li fissa degli occhi belli forse perché ha la moglie che ne è sprovvista quasi completamente, vero che in compenso la consorte ha un gran tallone ma ad occhi siamo quasi a zero.

Anche lui ha voluto mostrare tre ragazze nostrane non professioniste che si stavano a trastullare tra di loro con gran godimento, ma il suo scopo era mostrare una delle tre ragazze che aveva due occhi veramente spettacolari quando si è tirata su, era impegnata accanitamente alla ricerca di qualcosa lì in basso nei pressi di una delle altre ragazze. Quando si è messa in piedi i suoi due occhi si sono mostrati in tutta la loro bellezza, ha sorriso verso la telecamera ed ha detto una porcata rivolta alla ragazza su cui si svolgevano le sue ricerche.

A quel punto siamo stati risvegliati da un urlo che ci diceva che potevamo andarcene. Fine degli occhi e dei talloni belli.

Due occhi bellissimi

Battuta del giorno sessuale

Se un uomo va a letto con diverse donne è un winner. Invece se questo lo fa una donna è lesbica. Ah, no… aspetta. (testadicoglione)

Io ho sempre separato distintamente l’amore dal sesso, e per questo sono anche più che convinto che l’uomo raramente può essere fedele, fisicamente parlando. (Carl William Brown)

Non c’è niente da fare: le donne sono meglio degli uomini. L’uomo dovrebbe essere un oggetto di piacere e basta. (Sabina Knaflitz)

Una vita senza fica… e’ una vita del cazzo!

Finche’ non sarete capaci di scopare bene, commetterete atti impuri. (Maurizi Sangalli)

Battuta del giorno contata

Se qualcosa non può essere espresso in numeri non è scienza: è opinione.
(Robert Anson Heinlein)

Non tutto ciò che può essere contato conta e non tutto ciò che conta può essere contato.
(Albert Einstein)

Se torturi i numeri abbastanza a lungo, confesseranno qualsiasi cosa.
(Gregg Easterbrook)

La caparbietà del numero 8 nel rimanere in equilibrio, ignorando che cadere sarebbe stata la sua fortuna.
(Marcosalvati, Twitter)

“Papà, se ci sono i numeri immaginari allora ci sono anche le lettere immaginarie”..
”Certo”..
”E a che servono?”..
”A parlare in silenzio”
(orporick, Twitter)

Per contare qualcosa bisogna essere un numero.
(Luigi Trucillo)

Poesia E’ vero che….

E’ vero che non patisco il freddo ma ieri sera avevo un freddo boia

E’ vero che non patisco il freddo ma ieri sera fuori c’erano tre gradi e un vento gelido ed io ero in moto.

E’ vero che io non patisco il freddo ma al delirio(lavoro) ieri sera invece che arrivare aria calda dalle bocchette del riscaldamento arrivava aria fredda .

E’ vero che io non patisco il freddo ma ieri sera figlia prima di andare via ha dimenticato d’accendere il riscaldamento, e quando siamo arrivati a casa quasi contemporaneamente io e dolce consorte c’erano 15 gradi in casa

E’ vero che non patisco il freddo ma ieri sera c’ era da mettere fuori la plastica e sono andato solo con la felpa e un vento gelido mi ha avvolto.

E vero anche che a volte sono proprio pirla.

.