E in tanto il tempo se ne va. Articolo serissimo ( si fa per dire) sul tempo che scorre.

Ieri mi si è rotto il cinturino dell’orologio, come ho raccontato da Polis l’orologio è costato 30 euro è funziona benissimo il salasso sono i cinturini uno o due all’anno, ormai siamo oltre i 100 euro.

Come dicevo mentre deliravo ( lavoravo) il cinturino si è rotto l’avevo preso a marzo o aprile e la cosa mi ha infastidito parecchio, questo era quello più resistente per la venditrice che me l’ha propinato.

Ieri mi si faceva notare che dovrei essere soddisfatto della mia vita. Infatti lo sono ma vorrei esserlo anche in futuro e qui nascono i problemi.

Quello che è stato è stato e non rinnego niente ci mancherebbe, le scelte importanti della mia vita nel bene e nel male le ho decise io e non ho nulla da rimproverare ad altri.

Diciamo che considerando il mondo mi sarebbe andata anche bene e di questo ne prendo atto e ringrazio tutte le entità terrene e soprannaturali che hanno favorito questo, oltre il mio comportamento impeccabile al delirio in quasi 40 anni non c’è stato un solo giorno che non mi sono guadagnato lo stipendio, anzi considerando la media me lo sono strameritato e il mio datore di lavoro con me ci ha sempre guadagnato, questo è sicuro. E il mio comportamento impeccabile con le persone care. Sono uno che ha sempre dato di più di quello che ho ricevuto anche nei sentimenti ma questo è natura.

Ieri pomeriggio ero senza orologio, ma al delirio il tempo non passa veloce direi che scorre velocissimo non posso dire che mi annoio non ne ho il tempo ed anche questa è una fortuna.

Ma come ripeto spesso ora avrei veramente voglia di altro, vero che al delirio ci sono persone che mi vogliono bene, ma ora avrei la necessità di cose differenti .

In tanto il tempo se ne va e ci ritroviamo diversi e con nuove esigenze e senza rinnegare nulla con la necessità di altro.

Visto che sarei moderatamente soddisfatto della mia vita mi piacerebbe esserlo anche in futuro e quindi qualcosa bisogna inventarsi.

Figlia oggi è andata a cambiarmi il cinturino col compito di lamentarsi per conto mio.

Figlia ieri era una splendida bambina oggi una meravigliosa donna anche di questo ringrazio tutte le entità terrene e soprannaturali che hanno favorito questo, oltre il mio amarla per quello che è senza chiederle di essere altro..

La vita durissima di un diversamente contadino. Facciamo il punto della situazione

A grandissima richiesta ( ma neanche uno per sbaglio) vi faccio vedere com’è finita la storia delle api. Tutte le pesche sono state punturate, altro che i vaccinatori del coronavirus…..

Altre foto cambiando zona.

Ste stronze di api, insieme alle vespe hanno fato strage di pesche. Di buono che le api non attaccano se non si sentono minacciate e quindi mi hanno lasciato raccogliere le poche pesche che non avevano ancora distrutto.

Le mie pesche hanno salvato migliaia di api che se no non avrebbero saputo cosa mangiare. La siccità ha seccato tutti i fiori. Spero che se ne ricordino in futuro. Chiaramente ho evitato qualsiasi veleno anche se riconosco che guardando il danno fatto da queste infami la voglia è stata tanta.

Come detto la vita del contadino è durissima la mia che sono un diversamente contadino di più.

Comunque dietro ogni insuccesso c’è una lezione da imparare, quindi per il prossimo anno vedrò di evitare gli errori fatti quest’anno. Per primo la legatura dei pomodori senza canne ma con le corde. Una scemenza vista su youtube invece che diminuirmi il lavoro me lo ha triplicato senza considerare la resa sicuramente inferiore. Nel video sembrava facile, solo un pirla come me ci poteva cascare .Tornerò all’antico.

La siccità sta dando un danno incredibile, quindi sarebbe necessario costruire delle vasche per incanalare l’acqua e raccoglierla durante i periodi di pioggia, questa è una priorità ma nulla è facile come sembra, ma ci sto lavorando.

Le galline grazie ad Alcatraz si stanno normalizzando, sceme sono sempre sceme ma ci sono stati notevoli miglioramenti.

Ci vuole una guida credibile anche per i più scemi, guardate Di Maio, Brunetta e la Gelmini con Draghi.

Ci sono vari tipi di lentezza. Il nuovo sottoposto Lentamen ha una lentezza quasi biblica direi esasperante.

Ieri col collega balordo guardavamo il nuovo sottoposto Lentamen all’opera e scuotevamo entrambi la testa, lento, lentissimo, una lentezza esasperante.

Chi non è del mestiere non lo direbbe, anzi sosterebbe di vedere uno super attivo.

Ora il sottoposto va detto è un bravo ragazzo educato non fuma non beve non si droga, vero che continua a messaggiare, (pensa di nascosto) in maniera comunque accettabile. Non è al suo primo impiego di questo genere e si sperava in qualcosa di più….

Lentam o non capisce molto o non gli frega un cazzo di quello che fa o forse un po’ di entrambe, sta di fatto che fa cose molto lentamente che lasciano allibiti per tanto tempo.

Lo stesso va detto per un’altra nuova sottoposta: Fulminata, ma di lei ne riparleremo alla grande.

Fulminata è simpaticissima, tolto questo è un danno unico. Non lo fa apposta è proprio di suo maldestra. Ora delirando con altri colleghi la cosa la vedo in maniera simpatica.

Ognuno ha la sua di pena da sopportare io Lentamen

Devo scegliere chi chiamare tra i due esperti danzatori per far piovere, vorrei un vostro giudizio spassionato .

Qui la siccità si fa critica e bisogna correre ai ripari.

In rete ho trovato questi due esperti di danza per la pioggia, ora devo scegliere quello giusto.

Il primo è più caro, ma mi sembra più professionale

Il secondo vuole molto meno ed è pronto a venire subito a fare il rito

La cosa si sta facendo seria e bisogna trovare una soluzione. Avrei trovato anche un parroco che invoca i santi giusti (giuro che è vero) ma di questo ne parliamo un’altra volta.

Quando il gioco si fa duro i duri cominciano a giocare. Sveglia all’alba per bagnare l’orto.

Domani ve lo dico parlo di riti propiziatori per la pioggia.

Stamattina come detto c’era da bagnare tutto compreso gli alberi e all’alba ero già li. Domani se stanotte non piove la seconda parte dell’orto.

Chiaramente poi nel pomeriggio c’è il delirio (lavoro).

Gli alberi sono pieni di frutta e avevano bisogno di bere, avrei dovuto bagnarli di più ma il tempo è quello che è , respirare li ho fatti respirare e da domani iniziamo i riti magici per la pioggia.

Pesche ormai ci siamo, ne avrò una tonnellata. Posso mettere su una pescheria…

Invece questo è un ulivo in fiore, potato benissimo ci tengo a precisare. Bagnati anche tutti gli ulivi, se tengono i fiori quest’anno faccio l’olio…. se sopravvivo a questi ritmi chiaramente.

Oltre l’orto c’è anche il giardino da prendesi cura. Una volta suocera aiutava, dolce consorte è meno collaborativa ed è insubordinata e fa solo quello che vuole lei.

Non che voglia lamentarmi, vivo in un posto bellissimo, ma per mantenerlo bello o pago qualcuno, come suggerirebbe dolce consorte (non ci penso nemmeno) o mi do da fare.

Una volta i compiti erano distribuiti, suocera, suocero e il sottoscritto….. ora inevitabilmente tocca tutto a me.

Il giardino è una parte importante della casa, ma ha bisogno di cure e come direbbe suocero non rende niente, motivo per cui eravamo io e suocera a tenerlo a posto.

Come ho già avuto modo di raccontare abbiamo una cazzo di siepe lunghissima, molto bella ma va tenuta. Ho chiesto a dolce consorte di collaborare, mentre io tagliavo col tagliasiepe a batteria, sodi ben spesi, lei avrebbe dovuto venirmi dietro e pulire i pochi residui rimasti per terra, c’erano chiaramente dei teloni di plastica a terra per raccogliere il grosso.

” Va bene ” ha risposto ” tu inizia” intanto io faccio un riposino e arrivo subito ” ha detto.

Non erano ancora le due del pomeriggio…. alle 17 si è presentata tutta bella pimpante….

Nel frattempo c’era da potare anche la siepe fatta con gli aranci, vero spettacolo, soprattutto quando è in fiore o quando i frutti fanno da palle di Natale.

La discussione qui è stata accesa. Dolce consorte preferiva le simmetrie, io ero favorevole a mantenere i rami con i fiori a discapito della simmetria.

La natura di sua non è ordinata, non amo quei giardini perfettamente geometrici, mentre dolce consorte la disturbava il ramo che veniva leggermente più avanti di tutti gli altri, anche se pieno di fiori e di possibili aranci.

Avendo io in mano gli attrezzi da potare i rami sono rimasti al loro posto. ” Se ti danno fastidio guarda da un’altra parte” è stato il consiglio.

Dolce consorte quindi si è resa operativa facendo tutta una serie cosa di cose inutili. Nonostante le facessi notare la cosa “se ti da fastidio guardare cosa faccio puoi tranquillamente guardare pure da un’altra parte” mi rispondeva piccata

Avevo fatto il video dove si sentiva anche il canto degli uccellini ma non c’è verso d’inserirlo.

Alla fine ho deciso e mi sono fatto la mini sega.

Come sapete sono in ferie e devo passare in qualche maniera il tempo…

Mentre giravo per la rete ho visto l’immagine che mi serviva, e mi sono tutto eccitato a quell’immagine. Ho voluto approfondire ed ho voluto vedere i video… In rete ce n’erano parecchi, alcuni erano belli altri così così.

Così il giorno dopo dopo aver guardato ancora qualche video ho deciso che mi sarei fatto una mini sega..

Uscito di casa sono andato al negozio in pochi minuti era mia

mini sega elettrica professionale per potatura, motosega a Batteria, 1080W  | eBay

Eccola mi sono fatto la mini sega, per potare gli alberi è l’ideale.

Ieri l’ho provata è stata una goduria incredibile.

Molto più piccola e pensante di una moto sega anche di quelle piccole, un kg circa, permette di tagliare i rami senza troppo fatica, col seghetto manuale era una faticaccia.

Ora se il tempo per caso virasse al meglio potrei anche potare gli alberi.oltre che piantare fave e piselli.

Oggi diluvio…niente mini sega

Stanno per iniziare le ferie. Previsioni meteo: 15 minuti di sole tra mercoledì e giovedì, ma non sono certi.

Devo fare dei lavori nell’orto, e sono andato a vedere come organizzarmi col meteo.

Le previsioni meteo sono incoraggianti, pioggia tutta la settimana, previsti alluvioni, due tornado, tre cicloni, ma niente diluvio universale.

Questo spiega perché nessuno vuole le ferie a novembre.

Tutti a dire che tanto non ci azzeccano mai , vero ma c’è sempre una prima volta, oppure esserci anche il diluvio.

Comunque quello che sarà sarà , si sa che il tempo fa quello vuole e non c’è vaccino che tenga.

Comunque da stasera sarò in ferie, e dopo un minuto che avrò timbrato l’uscita, sono previste le prime piogge torrenziali.

Vi aggiorno……

E le chiamano ferie queste ferie…Devo ancora andare e sto già pensando che devo tornare.

Devo ancora andare in ferie ed ho già il terrore di tornare al delirio, non è più vita, ora c’è anche il problema del tampone dove farlo, ho scoperta che qui da noi è cosa complicatissima oltre che costosissima, ma non aggiungiamo angosce ad altre angosce e parliamo solo di ferie.

Mi sarebbe stata concessa la mia settimana di ferie, ma al delirio sta succedendo di tutto, e potrebbero anche saltare, oggi si saprà.

Non avendo prenotato da nessuna parte, questa storia del green pass mi è stata utile per non andare da nessuna parte ( tutti i mali non vengono per nuocere), se le ferie saltano per causa di forza maggiore non sarebbe la fine del mondo.

Il problema è che ad oggi in ogni caso non riesco più a godermi le ferie, l’idea che devo tornare al delirio mi toglie ogni piacere.

Devo ancora andare e sto già pensando che devo tornare……

Dolce consorte ha tanto da fare col suo lavoro, che per le ferie a casa ha protestato poca convinta, e spinge solo per due giorni da qualche parte….

Da noi se è bello questo è il periodo migliore , il mare è stupendo, o anche visitare le cittadine turistiche più famose è l’ideale, poca gente in giro e tutto diventa più vivibile.

Resta il fatto che se anche se vado in ferie devo poi tornare al delirio tamponato o vaccinato solo Dio lo sa. Il governo dei migliori dei peggiori sta già pensando a come prolungare la mia agonia al delirio di almeno qualche anno , vogliono togliere la quota 100 .

Con questo stato d’animo che forse vado in ferie….

E se fosse l’inizio dell’apocalisse e nessuno se n’è accorto troppo presi dalle nostre cazzate ?

Ieri sera ho ascoltato per 10 minuti il telegiornale…poi sono venuto sul blog ed ho letto alcuni articoli di catastrofi che si stanno verificando nel mondo e la domanda mi è venuta spontanea : e se stesse arrivando l’apocalisse?

Io lo dico senza remore mi piacerebbe far parte di di quelli che assistono all’ultimo spettacolo. ” Com’è stato? “” la fine del mondo “potrei rispondere sinceramente. Finalmente un po’ di giustizia sulla terra.

Qualche peccato l’ho fatto anch’io ma solo peccati veniali di poco conto, io è sicuro che vado in paradiso, se non ci vado io non ci va nessuno. La presunzione è un peccato ? “Ma sei agnostico” dirà qualcuno, vero però un bravo agnostico, e poi zia suora è sicuro che ha messo una buona parola col buon Dio.

Non divaghiamo potrebbe non esserci più tempo.

Ora i segnali obbiettivamente ci sono tutti, anzi direi che ce ne sono anche di più. Dal mondo che va a fuoco o che si allaga come non aveva fatto sicuramente negli ultimi millenni . Dalle continue guerre ,al potere dell’economia sul mondo, tutti schiavi del Dio denaro, dalla religione che ha perso ogni significato.

Diciamocela tutta i segnali ci sono, ora bisogna solo aspettare che arrivino i quattro cavalieri e che comincino a fare giustizia.

Il cavaliere sul cavallo rosso è da tempo che è in giro. Quello delle guerre civili delle violenze, a dire il vero da quando c’è l’uomo che è in giro e non si è mai fermato

Il cavaliere sul cavallo nero quello delle carestie e delle ingiustizie sociali sui poveri, be’ a dire il vero anche lui è sempre in giro da quando c’è l’uomo.

Il cavaliere sul cavallo verdastro quello delle pestilenze con scritto Morte sul dorso , a guardare bene anche questo c’è sempre stato.

Il cavaliere sul cavallo bianco dovrebbe essere il falso messia a cui tutti vanno dietro, e di falsi messia è pieno il mondo da quando c’è l’uomo.

La verità che l’uomo è proprio la peggior bestia del creato, e se è stato creato ad immagine di Dio, Dio non ci fa una bella figura.

Il virus avrebbe dovuto renderci migliori, invece ci ha reso peggiori se peggiori si poteva, o meglio ha reso solo più visibile l’egoismo dell’uomo. Vaccinati o non vaccinati non fa nessuna differenza.

“Io mi vaccino anche per te ” ” Ma va a fanculo, ti vaccini per te e il fatto che ne possa beneficiare anch’io è solo una conseguenza. . Io ogni vaccino l’ho fatto per la mia salute, non per la salute del mio vicino.

Va bene, forse in paradiso non ci vado proprio subito.

Dalle guerre