Cosa non si fa per un po di mussa(figa)

Giulio è ormai vicino ai 70 anni, era rimasto solo, e sentiva la mancanza di una donna…

Maria vicino ai 60 anni era rimasta sola e sentiva il bisogno di un pirla che facesse quello che lei diceva.

Giustamente si sono messi insieme.

Conosco entrambi da prima che si mettessero insieme.

Lui un gran lavoratore, si era sempre a lavorare…

Lei l’ho conosciuta quando era ancora appetibile, diciamo che nonostante fosse sposata e con prole non disdegnava qualche avventura.

Il marito dopo qualche anno da quando la conoscevo si è ammalato e in pochi mesi è morto, lasciandola sola con i bambini da crescere, questo avvenimento l’ha cambiata radicalmente , è diventata cinica, arrabbiata con la vita .

Comunque la vita va avanti, si è rimboccata le maniche ed ha mandato avanti da sola l’attività che aveva col marito, non senza pochi sacrifici.

Circa due anni fa Giulio e Maria si sono messi insieme.

Maria lo delega per molte commissioni per la sua attività, quindi Giulio spesso è in giro a fare le sue veci, solo che non ci capisce il verso, lui faceva tutt’altro.

Giulio è spesso al telefono per chiedere chiarimenti, e dall’altra parte senti lei che lo insulta…..

” Cosa non si fa per un po’ di mussa ” ha detto una volta per giustificarsi , mentre lo guardavamo divertiti ” L’avrete fatto anche voi ” ha concluso.

Infierire non è stato il caso, è bastato lo sguardo che abbiamo fatto quando Maria lo insultava telefonicamente.

Ora considerando l’età di Giulio, non penso che abbia tutto questo bisogno di mussa , credo che la solitudine sia proprio una brutta bestia soprattutto per un uomo abituato solo a lavorare , arrivare a casa e non trovare nessuno doveva essere proprio triste.

Avere qualcuno con cui passare le serate giustifica più che abbondantemente gli insulti che prende.

Maria, avere un uomo che l’aiuta e le toglie molti pesi dalle sue spalle giustifica l’ esserselo messo in casa, anche se certo non è il suo ideale, e poi per il sesso farà come faceva prima col marito, non disdegnando qualche avventura.

La solitudine ad una certa età è proprio una brutta cosa.

La più grande acerrima nemica di Nontirare.

Quando Nontirare era una cucciolotta e andavamo sul fiume abbiamo fatto la conoscenza di Acerrima cane non di razza, femmina già di qualche anno, una mezza taglia oltre i venti chili.

Era un cane affettuoso con tutti gli umani, ma geloso con tutte le femmine della sua specie.

La proprietaria una demente, amante dei cani, ma demente, signora sui 60 anni, con una voce terribile, unico scopo della sua vita importunare il prossimo con le sue parole.

La signora aveva anche il vizio di non tenere mai al guinzaglio il suo cane, di più, non si portava dietro neanche il guinzaglio, il problema è che il cane non la ubbidiva, era come se non l’ascoltasse e questo poteva avere un senso visto la voce, quindi quando la chiamava il cane continuava a fare quello che voleva.

Risse con tutti i cani femmina che incontrava.

Una due volte alla terza è stata minacciata, non vi dico da chi…… Molti avevano protestato senza risultato.

La signora per un mesetto non si è fatta più vedere, quindi è tornata con un bel guinzaglio nuovo, e il cane.

Alla mia vista legava il suo cane e si allontanava, chiaramente facevo lo stesso anch’io.

I miei orari e quelli della signora sono cambiati e quindi per molto tempo ci siamo incrociati solo raramente.

Nel frattempo Nontirare è cresciuta, la stazza adesso è più meno uguale ad Acerrima, un giorno erano entrambe libere e si sono rincontrate.

Nontirare è partita all’attacco, ogni richiamo è stato vano, anche quelli della proprietaria dell’altro cane . Acerrima non si aspettava di essere attaccata in quel modo, esattamente quello che faceva lei alle altre cagnoline.

La rissa è durata poco il tempo di arrivare, staccarle legarle e portarle via.

Oggi ci siamo incontrati di nuovo Acerrima era libera, quando ci ha visto è stata a distanza senza neanche abbaiare, Nontirare era ancora legata ” Liberami ” ” Stai qua brava ” Liberami che gli spacco la faccia a quella stronza ” Stai qui brava. Chiunque non conosca il linguaggio dei cani avrebbe sentito solo tanti bau bau bau

La signora è arrivata su di corsa messo il guinzaglio l’ha portata via.

Un torto subito in infanzia non c’è verso non si scorda più.

Altro che pensione…..

Ieri è rientrato un collega dalla malattia, è uno dei più anziani, potrebbe essere già in pensione da qualche anno, ma dice che ci rimetterebbe troppo in fatto di soldi, e da qui discussioni col sottoscritto, che se potessi anche domani me ne andrei , nonostante gli anni già lavorati mi manca l’età, come sapete sono solo quasi anziano. Già minacciano questi stronzi al governo , che dicono di essere di sinistra di mettere mano alle pensioni e di eliminare quota 100, poi si stupiscono che i lavoratori votino lega, hanno precarizzato il lavoro, hanno tolto quasi tutti i diritti, e continuano a dire di essere di sinistra.

Il collega è una persona seria, raramente ha fatto malattia nella sua vita lavorativa, infatti anche questa volta è una cosa seria anzi serissima, tumore maligno.

Tra qualche settimana dovrà assentarsi di nuovo, deve essere nuovamente operato.

La storia inizia però oltre un anno fa, quando aveva scoperto di avere questo tumore, e si era affidato a delle cure sperimentali, facendosi arrivare dei farmaci dalla svizzera che costavano una fucilata, la malattia sembrava migliorare, per poi ricomparire, e la cosa è andata avanti come detto per oltre un anno, poi……

Ora il rischio è che sia già in metastasi e l’operazione serva a poco.

Mentre mi raccontava, ha iniziato a piangere, un attimo la voce gli si è rotta in gola, poi ha cercato di scherzare di sdrammatizzare sulla morte, ha cercato di farsi forza….

Riconosco di aver avuto una fitta allo stomaco, e di non aver trovato parole per consolare il collega. Troppe persone care sono andate via così. La speranza e poi in breve tempo le cose sono peggiorate irrimediabilmente.

Non sono scappato, ma lo avrei fatto volentieri, sono rimasto a parlare ancora 5 minuti.

Si rimanda sempre aspettando il momento giusto…. dopo quando avrò più tempo , e poi si scopre che non c’è più tempo….

La morte è sempre lì a ricordarci che bisogna vivere.

Ripubblico questo articolo.

Ieri un uomo padre di due figli piccoli è morto per salvare due ragazzi che avevano deciso di fare il bagno nonostante il mare fosse molto grosso.

Dei barconi dalla Libia in questi giorni sono affondati , e molte persone sono morte.

Molti ma molti anni fa, ero ancora ventenne, nel mio paese successe un avvenimento che riempì le cronache locali , un argomento che divise in due il giudizio delle persone.

Pomeriggio, primi di giugno, mare mosso, pochi bagnanti, spiaggia libera, dei ragazzi decidono nonostante la bandiera rossa di fare il bagno. Il bagnino non ché proprietario degli stabilimenti balneari a fianco alla spiaggia libera interviene, e dice ai ragazzi di non fare il bagno,da qui una lite con i giovani , che rispondono male al bagnino e incuranti del pericolo fanno il bagno.

Per chi non vive al mare, il mare in pochi minuti si può trasformare da agitato a mosso a molto mosso, la capitaneria di porto invia a tutti gli stabilimenti balneari le previsioni, infatti immagino che vi sia capitato di vedere tirare su sdraio e ombrelloni nonostante il mare a voi non sembrasse così mosso, oppure entrare in acqua con un mare non particolarmente mosso, e poi magari fare fatica ad uscire. In linea di massima quando c’è il mare grosso i ragazzi del posto se non dietro autorizzazione dei bagnini evitano di fare il bagno, spesso in questi casi vale l’amicizia o la conoscenza con i bagnini, lo si fa per non metterli in difficoltà, se lo fai tu lo vogliono fare magari anche persone meno capaci.

Il mare da mosso era diventato poco dopo molto mosso, tutti i ragazzi erano riusciti a tornare a riva meno uno, a questo punto tutti si rivolgevano al bagnino per andare a salvare il ragazzo, compreso il padre del giovane che aveva assistito indifferente alla scena di prima. Il bagnino non si è buttato, si è limitato a chiamare la capitaneria di porto per mandare un’ imbarcazione di salvataggio.

Il ragazzo è morto, il bagnino è stato accusato di omissione di soccorso, in primo grado assolto, in secondo grado condannato poi non so…. Eviterò giudizi sui giudici, dirò solo che la cosa che funziona peggio in questo paese è la giustizia.

La domanda è cosa avrei fatto io nello stesso caso ? Avrei fatto lo stesso del bagnino, se tu decidi di mettere a repentaglio la tua vita non puoi pretendere che gli altri mettano a repentaglio la propria per venirti a salvare, allora non fai il bagnino qualcuno mi potrà dire, infatti……

Lo stesso vale per i barconi. Se io volontariamente mi metto in pericolo di vita, così per forza tu mi devi salvare, vale sempre la legge del mare ?

Secondo me no, soprattutto se c’è gente che diventa ricca dietro a questo gioco.

Detto questo, salviamo tutto il mondo dalla miseria, dalla povertà, dalla guerra, dalle pestilenze e cavallette ci mancherebbe altro. Il mio motto : “tutti salvino tutti”

PS Al bagnino che conosco bene, ho sempre detto ” meglio una condanna ed essere vivi, che essere un eroe ed essere morto ” sorride amaro ma sorride.

Buon bagno a tutti e con la bandiera rossa evitate.

Da ieri abbiamo un eroe di più e un padre e un marito di meno.

I due ragazzi si sono salvati solo per informazione.

Legge del mare, bagnini e mare mosso, e barconi.

Ripubblico questo articolo.

Ieri un uomo padre di due figli piccoli è morto per salvare due ragazzi che avevano deciso di fare il bagno nonostante il mare fosse molto grosso.

Dei barconi dalla Libia in questi giorni sono affondati , e molte persone sono morte.

Molti ma molti anni fa, ero ancora ventenne, nel mio paese successe un avvenimento che riempì le cronache locali , un argomento che divise in due il giudizio delle persone.

Pomeriggio, primi di giugno, mare mosso, pochi bagnanti, spiaggia libera, dei ragazzi decidono nonostante la bandiera rossa di fare il bagno. Il bagnino non ché proprietario degli stabilimenti balneari a fianco alla spiaggia libera interviene, e dice ai ragazzi di non fare il bagno,da qui una lite con i giovani , che rispondono male al bagnino e incuranti del pericolo fanno il bagno.

Per chi non vive al mare, il mare in pochi minuti si può trasformare da agitato a mosso a molto mosso, la capitaneria di porto invia a tutti gli stabilimenti balneari le previsioni, infatti immagino che vi sia capitato di vedere tirare su sdraio e ombrelloni nonostante il mare a voi non sembrasse così mosso, oppure entrare in acqua con un mare non particolarmente mosso, e poi magari fare fatica ad uscire. In linea di massima quando c’è il mare grosso i ragazzi del posto se non dietro autorizzazione dei bagnini evitano di fare il bagno, spesso in questi casi vale l’amicizia o la conoscenza con i bagnini, lo si fa per non metterli in difficoltà, se lo fai tu lo vogliono fare magari anche persone meno capaci.

Il mare da mosso era diventato poco dopo molto mosso, tutti i ragazzi erano riusciti a tornare a riva meno uno, a questo punto tutti si rivolgevano al bagnino per andare a salvare il ragazzo, compreso il padre del giovane che aveva assistito indifferente alla scena di prima. Il bagnino non si è buttato, si è limitato a chiamare la capitaneria di porto per mandare un’ imbarcazione di salvataggio.

Il ragazzo è morto, il bagnino è stato accusato di omissione di soccorso, in primo grado assolto, in secondo grado condannato poi non so…. Eviterò giudizi sui giudici, dirò solo che la cosa che funziona peggio in questo paese è la giustizia.

La domanda è cosa avrei fatto io nello stesso caso ? Avrei fatto lo stesso del bagnino, se tu decidi di mettere a repentaglio la tua vita non puoi pretendere che gli altri mettano a repentaglio la propria per venirti a salvare, allora non fai il bagnino qualcuno mi potrà dire, infatti……

Lo stesso vale per i barconi. Se io volontariamente mi metto in pericolo di vita, così per forza tu mi devi salvare, vale sempre la legge del mare ?

Secondo me no, soprattutto se c’è gente che diventa ricca dietro a questo gioco.

Detto questo, salviamo tutto il mondo dalla miseria, dalla povertà, dalla guerra, dalle pestilenze e cavallette ci mancherebbe altro. Il mio motto : “tutti salvino tutti”

PS Al bagnino che conosco bene, ho sempre detto ” meglio una condanna ed essere vivi, che essere un eroe ed essere morto ” sorride amaro ma sorride.

Buon bagno a tutti e con la bandiera rossa evitate.

Da ieri abbiamo un eroe di più e un padre e un marito di meno.

I due ragazzi si sono salvati solo per informazione.

Cardinali, mosche e filosofia sulla vita.

Molti sapranno che il Papa ha mandato in pensione un cardinale, un certo Becciu, per noi che viviamo in liguria il nome era già un programma.

Il cardinale era finito in un inchiesta, ricordo Report che ne aveva parlato , di una compra vendita in Inghilterra di un palazzo, fatto con i soldi dell’obolo di San Pietro, e di aver dirottato soldi alla cooperativa del fratello. Io non so se è vero, comunque di certo la cosa mi fa ridere, cero non è peccato dare i soldi al proprio fratello, lo dice anche il Vangelo, certo forse non intendeva in maniera così consanguinea.

In questi anni di scandali sulle alte cariche del vaticano ce ne sono state tante, dalla pedofilia, alla sottrazione dei beni alla chiesa, a vite di lusso ecc ecc…..

Ora la mia domanda è questa: ma si può arrivare ad essere cardinali e vescovi ed anche sacerdoti e non credere in Dio ?

Evidentemente se credi alla Bibbia e al Vangelo , un bambino non lo tocchi per nessuna ragione al mondo, l’inferno nel girone peggiore ti tocca per l’eternità, ma anche quelli che rubano ai poveri non possono sperare una sorte migliore, le donazioni fatte per aiutare i poveri usate per uso personale non è il massimo della carità, se non il girone dei pedofili quello sopra.

Evidentemente queste persone sono arrivate ad un punto della loro vita in cui hanno smesso di credere, o almeno di credere nel bene. hanno smesso di credere che dopo la vita c’è vita, sono arrivati alla conclusione che tanto vale godersela qua.

La mosca è entrata, ieri sera c’era tempesta, farla uscire era impossibile. La mosca continuava ad essere fastidiosa come solo le mosche sanno essere fastidiose, con quel maledetto ronzio, e poi l’arrivarti addosso di continuo, guerra e guerra sia, ha fatto l’errore di seguirmi in bagno e li è stata battaglia.

Riconosco che era in gamba, più tentativi di ucciderla sono andati a vuoto, poi stanca di volare a destra e sinistra, in alto e in basso, la continuavo a braccare, sfinita si è appoggiata….. è arrivata con l’asciugamano la botta finale.

Avevo letto la notizia del Cardinale poco prima, vita, morte, inferno, paradiso, punizione, mosca, tutto si è mischiato, che colpa aveva la mosca se non di essere una mosca.Ma non avevo nessun senso di colpa nell’averla ammazzata. Il Cardinale ladro, i pedofili…. tutto si è mischiato.

Se poi l’inferno non c’è ?

Elezioni chi ha vinto e chi ha perso. Non ascoltate i telegiornali o trasmissioni di approfondimento vi confondono.

Ascoltando tutti i protagonisti: tutti hanno vinto e tutti hanno perso, a seconda di chi lo dice.

Il primo dato che il 50% degli elettori non è andato a votare, se poi ci mettiamo tutte le schede bianche ed annullate lascio a voi il commento. Lo dico perché sembra da come viene raccontato un grande successo che il 50% sia andato a votare, scordandosi che il 50% ha smesso di andare a votare.

Il governo esce rafforzato alcuni dicono, balle, i cinque stelle hanno preso una sberla mega galattica, stanno sparendo e tra un po saranno come i Panda. Certo il governo esce rafforzato solo perché se vanno al voto con questa legge e col taglio dei parlamentari da loro stessi voluti i cinque stelle saranno solo un ricordo, una meteora della politica italiana, quindi si attaccheranno a quella poltrona con tutte le loro forze, altro che vecchia repubblica.

Il vero dato di fatto che quando stavano con la lega cresceva la lega, ed ora che stanno col PD cresce il PD, i cinque stelle in ogni caso perdono voti. Peccato che prima delle elezioni politiche erano contro la lega ma soprattutto contro il PD, e sono riusciti nell’impresa di farli aumentare di voti entrambi governando prima con uno e poi con l’altro.

Anche nel referendum i no sono stati tantissimi, considerando che tutti i partiti erano favorevoli al si, i cinque stelle si vantano di una svolta epocale, che ancora non c’è e non è detto che ci sarà mai.

Renzi ha detto di aver ottenuto un risultato eccezionale, mentre lo diceva i giornalisti e i politici nello studio ridevano, Emiliano andava oltre “1% in Puglia, non ho altro da dire ”

Il centro destra non ha perso anzi ha vinto secondo quelli di destra avendo portato via le Marche al centro sinistra. No hanno perso, dicono quelli di sinistra perché avevano pronosticato un 6 a 0 .

Sarebbe come se nel calcio dicessi vi battiamo tre a zero , poi vinciamo 1 a zero, allora quelli che hanno perso per un strano ragionamento hanno vinto loro.

Tre a tre dalle mie parti è pari, nessuno ha vinto e nessuno ha perso…..

No scusate io ho perso, ho votato No al referendum , ed ho annullato la scheda alle regionali erano tutti invotabili.

PS

Forza Italia è come il suo fondatore affetta da coronavirus, ha difficoltà a respirare , ma non è giusto sparare sui moribondi.

La sinistra? Fanno una puntata speciale stasera a Chi l’ha visto.

Cambio gomme

Figlia arriva ieri sera e dice ” Dovrei aver bucato una gomma dell’auto “

Ora era tantissimo che in casa non si bucava una gomma dell’auto, con la moto mi è capitato qualche volta , ma con l’auto erano anni e anni che non succedeva.

” Quando ti è successo ho chiesto ? ”

Ora figlia è una ragazza molto intelligente , ma è una donna , e questo gli impedisce di essere razionale in queste faccende di auto.

” Ero a …….. e mi si è accesa la spia che mi avvisava che c’era un problema alle gomme, ma sai una volta era già successo, quindi ho continuato ad andare. Invece che l’autostrada ho fatto la strada normale andando piano piano . Poi ho sentito che dietro l’auto non andava proprio bene, ho guardato e la ruota era sgonfia , ma visto che mancava poco a casa ho continuato….. Alla rotatoria ho sentito che la ruota era proprio a terra, ma ormai ero a casa…… quindi sono arrivata a casa”

Mi ha dato le chiavi dell’ auto, in questo è come sua madre: i pneumatici bucati è una questione da uomini.

L’ho costretta a seguirmi, era sicura che la macchina non avesse in dotazione niente per cambiare le ruote, la sua sorpresa nel sapere che c’era tutto, compreso la ruota, o meglio ruotino.

Stamattina mi è toccato il cambio gomma, la cosa è stata abbastanza facile, smontato la ruota sono andato con l’altra auto dal gommista, avevo telefonato ” vieni e in cinque minuti sei a posto ” Le ultime parole famose.

Chiaramente il pneumatico si era distrutto e non si poteva riparare, il gommista non aveva la stessa marca di gomme , quindi ?….

“O le cambi tutte e due , o te la devo ordinare , considera che questa è cara te ne do due ecc ecc ….”

Devi avere la stessa marca di gomme davanti e la stessa marca di gomme dietro, tutte e quattro uguali va bene, tre e uno no

Certo potevo andare in giro a cercare un’altro gommista, ma questo lo conosco da una vita…..

Quindi mi ha preparato la prima gomma, sono tornato a casa e l’ho montata e sono tornato con l’auto di figlia da lui per il cambio della seconda.

E’ stato gentilissimo, mi ha messo inoltre le ruote nuove davanti, e le vecchie di dietro dice che è meglio, mi ha tolto dall’auto la spia che continuava ad avvisarmi che c’era un problema ai pneumatici….

Da quando ho iniziato al mattino a quando sono rientrato a casa erano passate oltre due ore, lasciando perdere i soldi spesi, che come dice quello che è caduto dal cavallo ” tanto dovevo scendere ” ” Prima o poi le avrei dovute cambiare ”

PS

La ruota aveva conficcato un chiodo grande di quelli fatti ad U.

Ma lo stronzo che l’ha buttato per strada…..

Ciro o Cira o ……..

L’altro giorno sono andato al mare con figlia, nei vari argomenti trattati siamo finiti su quel brutto caso di cronaca di qualche giorno fa , dove un fratello che stava inseguendo la sorella con la macchina, che stava scappando insieme al suo ragazzo- a sul motorino, è stata urtata dall’auto fratello e cadendo è morta, il fratello, invece di chiamare i soccorsi ha pensato bene di picchiare Ciro- a e mandarlo- a a sua volta all’ospedale.

Il fratello e la famiglia erano contrari alla loro relazione.

I giornali ne hanno parlato qualche giorno e poi è finito tutto nel dimenticatoio.

La figlia mi ha chiesto ” Tu sai esattamente cosa fosse esattamente sessualmente quel ragazzo ? “

Avevo visto la sua intervista in un telegiornale ” Un ragazzo” ho detto ” la voce era da uomo, ed anche l’aspetto non lasciava immaginare altro ” ho risposto.

Quando era stato detto transessuale avevo fatto l’errore come tanti di immaginare un uomo che vuole diventare donna, e non avevo pensato ad una donna che voleva diventare uomo.

Cira era quello, una donna che si sentiva un uomo, ma non aveva fatto ancora nulla per diventarlo, lo era solo nella sua natura.

Io di transessuali ben dotati e funzionanti ne ho visti, non farò il puritano, nella pornografia in rete ce ne sono tantissimi, al delirio è capitato di vederne, avevo un collega che li frequentava, e spesso mostrava alcuni video, alcuni bellissime donne con un gran cazzo, e mi vengono in mente i disegni di andream , gran bel blog, forse un po troppo spinto per la maggioranza, dove spesso disegna donne con grandissimi membri. L’altro giorno, uno, non conoscendolo andream in un commento fuori dal suo blog gli ha dato del sessista, cosa da non credere, se c’è uno che non lo è andream . L’ho difeso anche se non aveva bisogno del mio aiuto. andream si era permesso di sostenere che non si può paragonare la violenza sessuale di un uomo su una donna, di quella che una donna può fare su un uomo, ne per quantità di casi ne per l’impatto emotivo.

Ora non entrerò nella discussione, credo alcune donne spesso fanno delle violenze psicologiche tremende su alcuni uomini, ma violenze sessuali lasciamo perdere.. Io sono della vecchia scuola, l’unica violenza sessuale che conosco è quando non te la danno . Ma la risposta che mi è stata data “non sai a quanti uomini viene dato di nascosto il viagra e poi costretti a fare sesso.” Questo lo riconosco mi mancava, e si che di puttanieri ne conosco tanti, tantissimi. Nella mia vita so di uomini che non avrebbero voluto…. ma poi messi alle strette , la parte che ragiona per i fatti suoi, si era dissociata dalla mente e aveva fatto sesso.

Ma torniamo a Ciro a ,stamattina sulla sette non potendo parlare di politica sono tornati a parlare dell’argomento, il caso è stato trattato con serietà, le due antagoniste erano due donne, avevano idee diverse, per una era Cira e per l’altra Ciro , chiaramente nessuna delle due ha cambiato idea.

Dalle mie parti il caso più famoso è di una donna abbastanza nota per il lavoro che svolgeva, che è diventato uomo, e un anno fa si è sposato in comune con una bella ragazza, le foto erano su tutti i giornali della zona.

Io sono un liberale e tale rimango, certo appassionato di donne.

Il pesco e la percezione del c’è, ma non lo vedo ma lo sento.

Stamattina mi sono alzato alle sei ” Dove vai? ” dice dolce consorte ” a bagnare le piante ” rispondo. ” Ma è ancora buio” ” Prima che mi faccio il caffè, ed accendo il motore si è fatto chiaro”

Infatti oggi ci vuole tempo, devo bagnare anche gli alberi da frutta, è tornato il caldo estivo, sono già 15 giorni che superiamo i 30 gradi.

La prima parte scorre senza imprevisti, quando arrivo nella zona maledetta……

La zona maledetta è una serie di peschi messi in riga vicino al filare dell’uva, lo spazio per passare è stretto. Ora perché certi rami che ci sono e sono anche ben visibili, diventino invisibili mentre ci si passa sotto, e la testa ci prende delle craniate di notevole intensità è un mistero.

Il ramo non l’ho visto, ma l’ho sentito e come se l’ho sentito.

Stamattina mi sono superato, sullo stesso ramo, sia all’andata che al ritorno ho preso una craniata, la seconda volta con una notevole fuoriuscita di sangue.

Dicono che bisogna sempre ringraziare il signore nel bene e nel male per tutto quello che ci succede, diciamo che alla seconda craniata non l’ho proprio ringraziato.(ammesso che ci sia)

Ora perché quel ramo che era ben visibile quando ci sono passato sotto non l’ ho visto? E’ stato motivo di dolore e di riflessione.

Tutto dipende dalla percezione… spesso ci frega.

Quante volte sappiamo che c’è un pericolo, e ne siamo consapevoli, ma quando ci arriviamo vicino ce ne dimentichiamo, con gravi conseguenze.

Spesso andiamo in automatico, persi nei nostri pensieri e lì che succedono i disastri.

Lo so che la colpa non era del ramo, ma in qualche modo dovevo vendicarmi, il sangue sulla testa ha chiesto la sua vendetta, l’ho tagliato quel ramo, la prossima volta, percezione o no, automatico o no, lì non ci sbatto più.