Storia d’amore strana.

Ieri mi è stata raccontata una storia d’amore durata sette anni.

Lei, Giulia la chiameremo così è la voce narrante, lui Paolo .

Giulia si mette con Paolo più grande di lei di 5 anni, lei giovanissima, appena 15 enne, lui è un ragazzo bravissimo negli studi, tanto che si laureerà con 110 e lode in giurisprudenza, mentre lei a scuola è una frana, in compenso è molto carina.

Giulia è molto innamorata di Paolo, ma tra di loro c’è fin dall’inizio qualcosa che non va, lui non la cerca…. e sempre lei a prendere l’iniziativa e anche in quel caso le cose non vanno benissimo.

Paolo messo alle strette ” Siamo giovani ed ho delle necessità” dice lei, se già adesso è così…..Paolo gli risponde che quello che lo blocca è la sua ignoranza, Giulia è troppo ignorante e questo lo blocca .

Giulia ci rimane malissimo, anche perché è molto carina ed ha la fila di ragazzi che gli fanno la corte, e di sicuro non hanno il problema che ha Paolo, ma come si sa al cuore non si comanda lei è innamorata di Paolo, e la storia invece che finire lì come aveva senso, va avanti tra alti e bassi, alti di lui pochi a quanto pare.

Lui si vergogna di lei, quando la fa conoscere a i suoi amici di università prova imbarazzo, e nel frattempo conosce una ragazza all’università con cui instaura un rapporto che va anche oltre l’amicizia, ma non riesce a lasciare Giulia, anzi le volte che succede che Giulia lo lasci stanca della situazione, lui torna da lei implorante.

La storia dura sette anni, Giulia nel frattempo si è avvicinata pericolosamente ad un altro ragazzo, il suo attuale uomo, così quando Paolo si ferma una notte in casa dell’amica dell’università con la scusa che l’auto si è rotta, Paolo gli telefonava per dirglielo ed avvisarla, Giulia dopo una notte insonne rosa dalla gelosia lo lascia questa volta definitivamente.

Paolo proverà in tutti i modi a tornare con lei, la pregherà, si inginocchierà ai suoi piedi, verserà lacrime , ma in quella notte per Giulia si è rotto definitivamente qualcosa.

Vero che c’è già pronto il sostituto , bello e in salute e innamoratissimo e una vita che gli fa la corte, senza problemi e paranoie di nessun genere e da a Giulia amore e non solo…. nella giusta dose per due ragazzi giovani

Paolo continua a cercare Giulia …

Giulia sta per andare a convivere col nuovo compagno, ma nel suo cuore Paolo non è mai andato via.

Certo che l’amore è strano.

Figlia mi accusa di giudicare

Figlia mi raccontava di una sua amica, ed io commentavo, giudicavo secondo figlia.

Da qui è nata una discussione.

Figlia sostiene che io do giudizi non richiesti, io ho obbiettato che non è assolutamente vero, che come in quest’ultimo caso io avevo solo espresso un parere secondo il mio modo di vedere, secondo figlia avevo giudicato senza che nessuno me l’avesse chiesto.

Gli facevo presente che io avevo solo commentato il suo racconto, come è normale che sia in una conversazione, figlia sostiene che i miei non sono commenti ma vere e proprie sentenze.

A questo punto credo che si capisca le due posizioni divergenti.

Facevo presente a figlia che anche lei dicendo quello che stava dicendo mi stava giudicando….

Mai dire ovvietà.

Figlia si risentiva, e diceva che io lo faccio sempre, io gli spiegavo che dire la propria opinione è che si voglia o no è come emettere un giudizio, e che andando avanti con gli anni sto anche perdendo quell’ultimo velo di ipocrisia che mi era rimasto.

Io sono un tollerante per natura, ma insofferente a moltissime cose.

Tutti possono fare quello che vogliono della propria vita, l’importante che non rompano il c…o agli altri, per me non ci sono limiti, ne giusto e sbagliato in quello che fanno le persone riguardo se stessi.

L’amica di figlia gli aveva raccontato degli avvenimenti successi in famiglia, e le sue reazioni …

Certo non sono stato tenero con la sua amica, ma non lo sono mai stato.

Credo che figlia abbia voluto prendere le difese dell’amica più per solidarietà tra figlie che per il merito della discussione, l’amica aveva torto marcio, cosa che figlia ha dovuto ammettere , ma secondo lei io ho giudicato, mentre lei si era limitata ad ascoltare l’amica, visto che l’amica non gli aveva chiesto un parere.

Mi sembrava una discussione surreale, se uno mi racconta qualcosa io dico la mia, se non vuole sentire la mia può fare a meno di raccontarmi, non è che io fermo la gente per strada e li obbligo a raccontarmi i cazzi loro, se uno viene da me e mi racconta è ovvio che vuole un mio parere, e se il mio parere è simile a un giudizio non so che fare, e poi non è che obbligo le persone a fare quello che dico io, compreso figlia.

Ora anche sul blog qualche volta è successo che mi facessero questa accusa, nella vita di ogni giorno, un giorno si e un giorno pure, lo riconosco non giro molto intorno alle parole e se devo dire qualcosa la dico, certo spesso in modo colorito ma in maniera sincera, ed è forse per questo che tanti vengono a raccontarmi i cazzi loro, meglio un interlocutore sincero che un interlocutore ipocrita.

Il tracciamento e la verità scomoda .

Ci sono le cazzate che vi dicono gli incompetenti che ci guidano, e la realtà che si affronta tutti i giorni, che sono fatti e non parole.

Impiegata di dolce consorte telefona ” Scusi, un bambino che era sul pulmino con mio figlio è positivo. Mio figlio deve restare a casa in quarantena” Del tampone non se ne parla, solo se avesse dei sintomi, ma l’impiegata può uscire e anche tutti gli altri familiari” Cosa faccio vengo in un ufficio ? ”

Altra impiegata di dolce consorte ” Scusi sono uscita a mangiare con degli amici e uno di loro è risultato positivo, di tampone non se ne parla , mercoledì ho prenotato privatamente. Cosa faccio vengo in ufficio? In ufficio girava con la tutta spaziale per non prendere il virus e poi è uscita a cena con gli amici, ma questo è un altro discorso.

Altra impiegata di dolce consorte ” Scusi ma nella classe del figlio hanno trovato un bambino positivo” La storia è sempre la stessa “Cosa faccio vengo in ufficio ? “

In ufficio sono state stati spesi un mucchio di soldi per renderlo sicuro…

Al delirio un collega ha telefonato, Il compagno di banco del figlio è positivo, è stato messo in quarantena, anche per lui vale la stessa domanda :” cosa faccio ? “

Altra collega telefona, la storia è sempre la stessa, nella classe della figlia c’era un positivo.

Ora se faccio la lista di quelli che conosco non finisco più.

Il tracciamento chiaramente non serve più , ormai il virus è ovunque , tutti ormai siamo stai a contatto con qualcuno che ce l’aveva . Questa è l’amara verità.

Ora che i buoi sono scappati dalla stalla, sti coglioni chiudono la stalla.

Ora sembra che se parli mali di questi che ci governino , devi per forza stare con Salvini, questa è l’ennesima stupidata che dicono anche quelli che governano.

Io non sto con Salvini e non sto con Zingaretti , non sto con Renzi , come non sto con La Meloni, ho votato e ho già chiesto scusa per i 5 stelle, mai mi sarei aspettato di dover affrontare la più grande emergenza dal dopo guerra con una banda di sprovveduti, ormai delegittimati da tempo, ma ormai troppo legati alle poltrone per andarsene.

In questo momento tutti dovrebbero fare un passo indietro, le opposizioni non chiedere elezioni anticipate, il governo fare i provvedimenti più urgenti e poi dimettersi per manifesta incapacità.

Quindi il presidente della Repubblica prendere una persona per bene e competente , ne avremo una spero , che faccia un governo di unità nazionale e tutti insieme si affronti seriamente la catastrofe che ci si sta per abbattere addosso.

Di quello che fanno in Belgio, Canada, Francia, Inghilterra ecc ecc… scusate non me ne frega un cazzo. Se vogliamo possiamo essere noi a dire al mondo come si fa a sconfiggere il virus.

Scrivo questo pezzo perché stamattina leggendo, mi pare che non si sia capito che quando chiudi un ristorante o un negozio e via dicendo , non chiudi solo il ristorante o il negozio , ma tutta la filiera che c’è dietro, quindi non rimane a casa solo il ristoratore o il negoziante oltre il personale, ma anche i contadini che hanno coltivato e non sanno a chi vendere, quelli che producono formaggi, il vino e via via, da quelli che consegnano e andando avanti o indietro fate voi.

Quando si è deciso di chiudere tutto la prima volta, concediamo agli incompetenti che ci governano l’effetto sorpresa. Io ricordo ancora l’abbraccia il cinese. Ma questa volta non ci sono scuse, si sapeva che sarebbe arrivata la seconda ondata, Francia, Spagna, Inghilterra erano lì a dimostrarcelo.

La nostra libertà finisce quando inizia quella degli altri.

La libertà degli altri finisce quando però inizia la nostra, e nessuno è libero di infettare gli altri , e non serve che sia scritto sulla costituzione.

Ritratto di uomo Giulio.

Giulio è un amico ,ma un amico vero, di quelli che ci sono sempre stati e non hanno mai chiesto niente in cambio.

Da moltissimi anni si trasferito e quindi ci vediamo raramente, qualche telefonata….

Da qualche giorno è tornato, ma solo per prendere tutto quello che era rimasto nella sua vecchia abitazione e andarsene definitivamente.

Se tornerà si farà ospitare dal fratello.

Di Giulio ho già scritto, ( non ricordo come l’ho chiamato l’altra volta) come detto è un caro amico, a cui sono legati molti bei ricordi, più grande di me di una decina di anni , un uomo di cuore pronto sempre ad aiutare tutti.

Ricordo la volta che cercava di insegnarmi a ballare, lui insegnava a me, e la moglie a dolce fidanzata , mentre guardavamo i piedi e i passi da fare , stavamo muovendoci, io in avanti , e lui chiaramente di spalle e non mi sono accorto che la casa era finita e Giulio ha preso una craniata micidiale contro il muro. Cosa non mi ha detto, mentre tutti ridevamo fino alle lacrime.

O la volta che ha provato ad insegnarmi a suonare la chitarra, le risate fino a piangere, non ho mobilità nelle dita, e lui che si arrabbiava…. ” gira il polso” continuava a dire. Chiaramente non ho mai imparato.

Spesso andavamo al cinema insieme , certo lui amava l’erotico e non solo, ma con me ci siamo limitati all’erotico , e riconosco di aver visto anche dei bei film.

Già allora stava prendendo piede in lui una parte che sarebbe esplosa qualche anno dopo, si è ammalato di sesso, il sesso è diventato la cosa più importante della sua vita, ha sperimentato molto… ma tutto alla luce del sole, Giulio era così, col benestare della moglie che ne è rimasta fuori, è entrato in un mondo di assoluta perversione.

Tutti gli amici hanno preso le distanze ed allontanato, tutti tranne me, un amico era e un amico rimaneva. Certo non mi sono fatto coinvolgere nelle sua avventure, anche se spesso mi raccontava cosa combinava , ad un certo punto il sesso era diventato una vera ossessione, sesso con tutti, uomini, donne, trans a volte tutti insieme, era entrato in un mondo particolare.

Il destino poi gioca scherzi strani, una malattia, un’operazione mal riuscita e tutto quel mondo è finito in un secondo, già da qualche anno si era trasferito vicino alla figlia, mentre la moglie era rimasta ancora dalle mie parti. Poi altre malattie una dietro l’altra, anni da incubi e un riavvicinamento con la moglie…

La moglie ha deciso di trasferirsi definitivamente con lui.

Ho promesso che un fine settimana lo andrò a trovare, a dire il vero è molto che lo dico, ma questa volta so che lo farò.

Chiaramente ieri non ci siamo abbracciati , ma salutati solamente.

Ad un vero amico.

Intervista col famoso professore immunologo e puttanologo E Mo So Cazzi per Tutti.

Professore ci dica la verità, come siamo messi?

Tutti a 90 . Già prima eravamo messi in una brutta posizione . Ma come si dice al peggio non c’è limite, quindi possiamo sicuramente peggiorare, anzi è quasi una certezza.

Ma lei se l’aspettava questa seconda ondata?

Non bisognava essere bagnini per prevedere la seconda ondata.

Ma secondo lei la colpa è di chi governa o dell’opposizione ?

Della democrazia in generale, questi che ci sono oggi mi ricordano tanto un film: Lui è peggio di me. La nostra è una repubblica delle banane, solo che le banane le prendono nel c… sempre gli stessi.

Cosa ne pensa delle nuove norme ?

Servono per disorientare il virus.

Disorientare il virus ?

Certo, ma secondo lei un virus fa solo danni dalle 18 alle 5 del mattino ?

No!

E come vuole che si senta il virus? Disorientato, penserà che alla mattina non è infettivo.

Un consiglio per non prendere il virus.

Bastasse un consiglio , comunque state lontani dai positivi e frequentate solo gente sana, lavatevi le mani, ma anche i piedi che se no poi puzzano.

L’ultima domanda e la lascio andare: Ma la mascherina all’aperto dove c’è pochissima gente serve?

Se fate una rapina si , ma un passamontagna è meglio.

La ringrazio professore, immunologo e puttanologo Mo So cazzi per tutti.

” Non ci posso credere, anche le foto dei moribondi e non la mia” Nontirare (cane) è indignata nei mie confronti.

Toglitidaipiedi (gatto è sempre più moribondo) ormai dorme praticamente sempre, quando morirà non si noterà praticamente la differenza.

La vita è tutto un gran sogno.

Ogni tanto si va a controllare che sia ancora vivo. Questo è il posto dove passa più tempo la sua giornata.

” Non metterai la foto del moribondo ?” Mi chiede Nontirare. ” Prima che muoia” rispondo. ” Quindi per vedere una mia foto sul blog devo morire ?” Mi dice tutta arrabbiata “

In settimana abbiamo avuto un lutto, è morto il cane di cognato io io io, era vecchio, comunque è morto con la pancia piena, ha aperto il sacco di croccantini ed ha mangiato fino a morire, secondo la teoria di nipote. Ora è meno pericoloso andare a casa di cognato io io io .

Nontirare è offesa dice che è inconcepibile che mostri tutti meno che lei. ” Va a finire che mostri anche quello scemo di serpente, che si è fatto la tana nel caco ? ”

Eccola accontentata, mentre raccoglievo il cachi mi sono ritrovato il serpente in letargo.

Ultima foto per l’amica Silvia

Nontirare è incredula, tutti anche i melograni, meno che lei.

Alcatraz (gallina) è agli arresti domiciliari

Suocera si è arrabbiata e Alcatraz è finita agli arresti domiciliari, nel pollaio senza possibilità di fuga.

” Mi fa impazzire ” ha detto suocera.

Alcatraz indubbiamente ha preso un po di mano ed è diventata irrispettosa nei riguardi di tutti.

Nontirare la va a trovare e la prende in giro ” Vieni a fare due passi? ” gli chiede ridendo…

Alcatraz è dispiaciuta e mi ha chiesto aiuto. ” Non credevo che si arrabbiasse cosi tanto” ha detto. Certo alla quinta volta che suocera la rimetteva nel pollaio e non faceva tempo ad arrivare a casa che Alcatraz era già lì ad aspettarla, tanto che suocera pensava che fossero fuggite più galline.

Suocera è passata alle maniere forti, infilate tutte le galline nel pollaio senza possibilità di scappare.

Tutte le altre galline protestano. Ora questa cosa non so ma mi ricorda qualcosa che sta succedendo in Italia, tutti agli arresti domiciliari per colpa di pochi.

Un po’ come a scuola quando tutta la classe veniva punita per i soliti deficienti.

Alcatraz mi ha chiesto aiuto, e invece tutte le altre galline protestano perché innocenti e punite per colpa sua, nel pollaio c’è agitazione.

Suocera da lontano mi ha gridato ” Non liberarle ”

Domani che sono a casa tutto il giorno vedrò di liberarle basta un po’, di mio sono contrario alla chiusura totale. Le farò fare il coprifuoco anch’io, tanto è di moda. Saranno libere dalle 9 alle 13.

Alcatraz sarà sorvegliata speciale e se esagera la metto da sola dentro il pollaio, e tutte le altre fuori.

NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO l’autocertificazione nooooooooooooooooooooooooo

Ci risiamo, bisogna scaricare di nuovo l’autocertificazione per poter uscire di casa, speravo che basta questa cosa ce la risparmiassero.

L’anno scorso l’autocertificazione ogni due giorni la cambiavano e ora ci si risiamo, da oggi in Liguria ma so anche in altre regioni dopo una certa ora ci vuole, si può andare nel sito e scaricarla.

La ragione mi diceva: tienili gli 800 moduli che hai stampato, possono venire bene, considerando chi ci governa è sicuro che ci serviranno ancora.

Ma il sentimento della speranza diceva : figurati se torniamo come prima.

E’ solo questioni di giorni che si tornerà all’antico, tutti a casa.

Non cercate un colpevole, la colpa è vostra è chiaramente vostra, e non cercate di gettare la colpa sui nostri poveri governanti che si sono fatti in quattro per voi, loro si vi hanno detto di non salire in tanti su un autobus o sul treno e voi colpevoli di negligenza cosa avete fatto ? Siete saliti lo stesso. Dovevate andare al lavoro, a scuola ah ah ah belle scuse.

Vi hanno detto di non stare tutti appiccicati maledetti giovani, e voi no tutti attaccati, vi ho visto non negate brutte teste di cazzo. Certo come li vedevo io…. ecco subito a dare la colpa ai nostri poveri governanti.

Vi ricordate le immagini delle discoteche stipate, dove le televisioni andavano a fare i filmati per mostrare da quanto idioti è composta questa società, ecco la domanda che mi viene da porre: ma se le televisioni andavano a riprendere, le nostre forze dell’ordine?… Ecco subito a voler dare la colpa a qualcuno, no la colpa è vostra non scordatevelo mai.

Se siamo di nuovo qua la colpa è vostra, vi hanno invitato al matrimonio e siete andati, eravate in duecento… teste di cazzo che non siete altro, vi hanno detto di non stare stipati, e voi…. e poi è sempre colpa del governo. Come? Si poteva fare ? Non c’era nessun divieto ? Ma siete sicuri ? E’ colpa vostra lo stesso, a me mi hanno invitato e non ci sono andato.

E’ morto lo zio e siete andati al suo funerale? di più, site andati al Rosario? Allora ve la cercate. Infarto dite. Mi dispiace, oggi i morti sono tutti di coronavirus, anche se vi mettono sotto con l’auto è coronavirus.

La mascherina? Vogliamo parlare della mascherina? ……

Ieri, la rai servizio pubblico ha mostrato un servizio per dare l’esempio, di due anziani che vivono isolati in un paesino di montagna, dove abitano solo i due rimbambiti , in due case diverse, e un centinaio di pecore. Tutto il giorno con la mascherina comprese le pecore ( mascherine di lana , sono le migliori ) . “Ma se siete soli ?” E’ stato domandato ” ” Non si sa mai ” hanno risposto, ecco prendete esempio. Intanto però licenziamo i coglioni che hanno fatto il servizio.

Da stasera se esco dopo mezzanotte mi ci vuole l’autocertificazione. La colpa è solo vostra.

PS

Cazzo esco a fare dopo mezzanotte ?

Lite al delirio (lavoro), risate a crepapelle.

Ieri sera i dipendenti dell’impresa di pulizia erano in gran forma ed è iniziata una lite divertentissima, dove sembrava che alla fine dovessi io giudicare chi aveva ragione.

Le lite tra donne sono le più belle, se poi di mezzo c’è un uomo diventano ancora più interessanti.

Il personale che gira nelle imprese di pulizie non è sempre lo stesso, quindi ogni sera cambia, escluso due che più o meno ci sono sempre, appunto un uomo e una donna, che ormai conosco da anni, con lui Aldo siamo diventati amici, lavorativamente parlando è indifendibile, ma è simpatico e mi fa fare un sacco di risate quindi è entrato nelle mie grazie . Lei Marta è una cretina patentata, ma gli va riconosciuto che fa bene e seriamente il suo lavoro, la vita l’ha resa acida e di non facile sopportazione, inoltre è sempre a mettere zizzania raccontando spesso menzogne, cosa che l’ha resa antipatica a tutti.

La terza parte in causa è una ragazza di cui spesso ho già parlato, Giulia per i suoi facili costumi, famosa soprattutto per i suoi po……

Quando c’è Giulia, Aldo è sempre con lei, Marta è gelosa della faccenda, e così ha pensato bene di andare a dire in giro che i due invece che lavorare scopano, che in realtà sarebbe parte del loro lavoro.

La voce è giunta ai due non in maniera anonima ma da parte del loro capo, che li esortava si a scopare, ma scopare il magazzino.

Ieri sera era il turno dei tre insieme ed è stato scintille, hanno aspettato che andassero via tutti e rimanessimo quelli della notte e con la scusa di chi doveva fare cosa è partita la rissa verbale.

Le donne sono fantastiche , dalla succhia c…., alla prendi in c… è stata un festival, chiaramente erano due contro una.

Aldo minacciava ritorsioni fisiche, Giulia che con la lingua è bravissima…. insultava Marta diffidandola di andare in giro a raccontare frottole.

Quando la cosa stava per degenerare sono dovuto intervenire e placare gli animi.

Con Aldo siamo andati a prenderci il caffè, così mi ha spiegato esattamente gli avvenimenti, Giulia è andata da una parte, e Marta dall’altra. Aldo negava di averci fatto sesso ” Non è il mio tipo la da a tutti ” mi diceva così per mettere una buona parola sulla collega.

Quando siamo tornati le due erano di nuovo a discutere ma in maniera amichevole. Giulia ” siamo colleghe e in qualche maniera ti voglio bene ” stava dicendo a Marta. Al: in qualche maniera ti voglio bene, ho capito che con le donne è veramente pericoloso discutere.

Marta passava poco dopo da me è negava ogni sua relazione con Aldo” è simpatico ma ci prova con tutte, non è il mio tipo”

Quindi era la volta di Giulia che confermava in toto che i due si appartassero e che Marta fosse una famosa pom…… .

Quando sono andati via Marta e Giulia sono uscite a braccetto ridendo e scherzando, Aldo era dietro loro che rideva….

Tutto è bene ciò che finisce bene.

La nonna funzionante

Ultimamente ho parlato spesso di scricciolo , è una ragazzina dell’età di figlia, che al delirio (lavoro) collabora con me. Con la ragazzina andiamo d’accordo e insieme ci divertiamo tantissimo , è una grande lavoratrice ed ha voglia di imparare, inoltre è molto carina mascherina o no.

Certo scricciolo ha i suoi difetti, ignora tutto, non credo che apra un libro da quando è scappata da scuola circa dieci anni fa, non ascolta musica, non guarda film e potrei andare avanti, di buono c’è che non fa finta di sapere, dice candidamente che non sa. Certo che non sapere così tanto è difficile .

” Ma sei sicura di non conoscerlo ?” ” Mai sentito ” mi risponde ” Ma è famosissimo” provo ” Non lo conosco” dice e si rabbuisce e si mette a lavorare … ” Chi è ” mi chiede dopo un po’ ” E’ lo stesso ” rispondo ” ” No adesso me lo dici…. ” Potrei raccontargli qualsiasi cosa tanto non lo sa.

Ieri si è presa la sua rivincita….

Stavamo parlando di parenti e siamo arrivati a parlare di sua nonna, donna sopra i 70 anni e già vedova, raccontava che si tiene ancora tantissimo, capelli biondi, gonne corte ” sembra una quarantenne ” mi ha detto ” Dovrei fartela conoscere” ha finito di dire sorridendo .

Ora senza offesa per le ultra settantenni ,ma come dicevano nel film : Operazione sotto veste ” Fino a 18 sei protetta dalla legge dai 65 anni in su sei protetta dalla natura, a qualsiasi età intermedia è caccia libera?

Facciamo che si sia anche alzata l’età intermedia ma…. ha detto giusto scricciolo sembra che abbia quarant’anni. ma ne ha più di settanta.

Scricciolo la tratto come una figlia, mai avuto altri pensieri , ma avrei capito che mi volesse far conoscere la mamma che ha l’età di dolce consorte, ma la nonna è un offesa. Vero che la nonna è libera e quanto pare ancora funzionante, almeno dai racconti della nipote… Mentre sua madre è ancora sposata a suo padre anche se ….. ed inoltre figlia e padre non vanno tanto d’accordo.

Dietro le mie proteste per la nonna e fatto presente che dolce consorte spesso viene presa per la sorella di figlia, scricciolo si è immersa nel lavoro senza parlare per un po’.

Quando è tornata dalla meditazione ha preso le difese della nonna, dicendo che si tiene benissimo e che si presenta molto meglio di sua madre…. . Sembra che ci tenga proprio a farmela conoscere sua nonna… comunque se è funzionante mai dire mai.