Mai liti per strada con sconosciuti, vi potrebbe capitare Hannibal Lecter.

Ieri sera stavo tornando dal delirio ( lavoro) io rispetto il codice, quando sono stato sorpassato da un pazzo su una vespa 125 di quelle vecchie, andava a velocità folle, così quando alla curva stava per imbelinarsi per terra, giuro ho sperato che succedesse, gli angeli dei cretini sono sempre in servizio, ha messo il piede a terra ed è riuscito a rimanere in piedi.

Semaforo di quelli che durano un po, senso alternato.

Abbiamo appena preso il rosso, lui qualche secondo prima di me, mi metto ad un metro, anche in moto rispetto le distanze e l’osservo.

Sapete che sono uno dei più grandi esperti mondiali di fisiognomica, uno così è un caso molto interessante da osservare.

Le mie attese non vengono deluse, ormai riconosco gli imbecilli anche voltato di spalle, sento la presenza.

Gli occhi da fuori di testa, la barbetta lunga e mal tenuta accentuava la faccia da pazzo dell’individuo sulla vespa, ma il fatto che fosse pieno di tic di notevole entità mi ha dato la riprova della mia prima impressione.

Girava la testa ogni 5 secondi accompagnato da una specie di grugnito, le mani non riusciva a tenerle ferme, era un continuo intrecciarsi di dita ed ogni volta che girava la testa le stringeva a pugno.

Io so che il semaforo dura un po ed avevo spento il motore, lui ogni tanto se non intrecciava le mani dava continue accelerate, come dovesse partire dopo un secondo.

Siamo stati raggiunti da una moltitudine di altri motociclisti, che dovevano per forza mettersi più avanti di chi è già avanti, alcuni andando ben oltre il semaforo, questo lo ha irritato profondamente, a dire il vero anche al sottoscritto , ma il massimo è stato alla ripartenza, quando vicino a lui c’era una moto tipo corsa, guidata da uno tipo pilota, giacca da moto, guanti (siamo in estate) ha cercato in vano di stargli davanti, credo che si sia dato anche la spinta con i piedi per avere una maggiore ripartenza.

Io quando sono sia in macchina che in moto, se vedo uno che mi vuole sorpassare per forza lo lascio passare, se posso mi accosto e lo lascio andare avanti. Molti mi chiedono perché? : I coglioni è meglio averli davanti che attaccati al culo. ( mi cito da solo) .

Battuta del giorno Ilma Derini

Ilma Derini ” vive in decorosa povertà a Reggio Emilia, negandosi qualsiasi contatto col mondo esterno ” Sarà vero? Poi racconto…..per quanto mi riguarda straordinaria

L’amore è il sale della vita che spesso si sparge sulle nostre ferite.

Gli affari di cuore quasi mai sono affari.

Il nostro amore era molto segreto. Noi stessi non ne venimmo mai a conoscenza.

“Padre, mi confesso : per poco non cadevo in tentazione ” ” Peccato”

Sono disperatamente felice.

Sssssssssssssssssssssst scrivo senza far rumore c’è il muratore so tutto io sul terrazzo, meglio che non senta quello che dico.

Alle 7 e 50 puntuale è arrivato, oggi dovrebbe finire , è il muratore so tutto io.

Il suocero non lo sopporta, suocera lo tollera.

Diciamocela tutta, la colpa di tutto quello che è successo non è solo colpa sua, e anche di molti altri, escluso uno, io.

Se dovete fare dei lavori evitate assolutamente di chiamare amici e parenti, ci dovrebbe essere una legge che lo vieti esplicitamente.

Il muratore so tutto io, è entrato in un contesto di questo genere……..

La verità e che lui di suo è bravissimo, ma quando metti su ditte e ti contorni di persone non spesso all’altezza, vero, tutte brave persone , dalle nostre parti si dice massàcan , ma non di grande capacità, i guai poi arrivano.

In questo caso siamo già al secondo tentativo di risolvere un problema abbastanza grave, il primo è fallito miseramente….

Il muratore so tutto io sostiene che la colpa non sarebbe sua, ma tutti gli esperti chiamati dicono il contrario…..

L’unico suo muratore bravissimo, forse anche più di lui l’ha mandato via all’ennesima lite, il ragazzo arrivava sempre in ritardo , e gli altri protestavano.

Vero che arrivava in ritardo, vero anche che quando partiva era un treno, e lavorava bene, sapeva fare tutto e bene, gli altri erano puntuali ma incapaci…..

Il ragazzo era veramente indisponente, sapeva di essere bravo, e prendeva per i fondelli i colleghi, che alla fine coalizzati lo hanno fatto mandare via, fino alla fine si era cercato di fare un armistizio, ma il ragazzo indisponente un giorno si è superato, oltre che arrivare in ritardo, ha raccontato un sacco di frottole….. è stata la sua fine, e l’inizio dei mie guai. Fino a quel momento era rimasto grazie a me, ma a quel punto non era sto più possibile difenderlo.

Avendo più cantieri il muratore so tutto io , spesso era da un’altra parte e i suoi da soli di guai ne hanno fatti parecchi, vero anche che lui ha sempre cercato di mettere una pezza a tutto.

Il suocero che la casa se l’è fatta, e sapeva di cosa parlava aveva spesso da dire col muratore so tutto io, il risultato che si salutano appena

Il muratore so tutto io è sul terrazzo, sta provando a risolvere il problema, dice sempre che non è colpa sua, ed io rispondo “neanche mia ”

Il ragazzo indisponente l’ho rivisto che non è tanto,ogni volta che mi vede mi chiede “hai risolto i problemi” e si mette a ridere. A dire il vero ha poco da ridere anche lui, so che è stato mandato via da almeno altre tre ditte.

Mai parenti e amici mi raccomando.

Battuta del giorno Philippe Bouvard 1

Philippe Bouvard giornalista umorista e presentatore televisivo.

Alcuni avvocati sono così pigri che preferiscono difendere gli innocenti piuttosto che i colpevoli.

La meteorologia è quella scienza che permette di conoscere il tempo che avrebbe dovuto fare.

Beati i bisessuali che possono guardare tutta l’umanità con gli occhi dell’amore.

Se gli uomini non avessero la mania di sposare donne molto più giovani di loro, ci sarebbero meno vedove.

Supposizione : ipotesi che si cerca di introdurre per via mentale

Poi dicono che le misure non contano

La notizia la trovate in rete

Negli Stati Uniti , Cinque infermiere sono state sospese, perché dopo aver aperto il telo di un defunto, si sono soffermate ad ammirargli il pene , fatto commenti espliciti ad alta voce sul peccato della perdita di così grosso – bene-, e ci hanno scherzato su , tutte sospese, perché mi domando ?

Ho capito il rispetto, ma ormai il signore era morto, e in ogni caso ne stavano parlando- bene-

L’articolo continuava dicendo che è molto comune tra le infermiere darsi il passaparola in caso d’incontro di peni di certe dimensioni…..

Ora se mi avessero dovuto sospendere per tutti i commenti che ho fatto sulle parti anatomiche delle donne che girano al delirio(lavoro), sarei rovinato a vita, meno male che al delirio per queste cose sono più tolleranti.

Ricordo di aver scritto un pezzo di quell’addetto alle camere mortuarie, che si divertiva ad abusare delle donne morte, finché una di queste, una ragazza non si era risvegliata nel mentre dell’amplesso, non era proprio morta, invece di dargli un premio per essere riuscito a resuscitarla, è stato condannato per violenza carnale. (battuta e chiedo scusa)

Io quando immagino la scena: ( scusate lo so che sono cretino , lo so che ridere su una violenza sessuale non si dovrebbe, e chiedo scusa a tutte le donne ) lui tranquillo , la ragazza doveva essere morta, e all’improvviso nel mezzo dell’amplesso la ragazza che si sveglia e comincia a gridare, non so cosa avrei pagato per vedere la faccia di lui .

Cadavere con erezione - Facciabuco.com

La foto era nell’articolo non so se fosse del signore…. in quel caso si capirebbe l’interesse delle infermiere.

(Figlia mi da il permesso di pubblicarlo. Preciso che la violenza sessuale è sempre in ogni caso vivi o morti da condannare)

Battuta del giorno Andrzey Coryell

Andrzey Coryell scrittore pittore scultore e aforista.

Non importa che la ribellione degli angeli sia conclusa con una vittoria o una sconfitta, ciò che conta e che si sono ribellati.

Si può ammazzare il tempo solo per difesa personale.

Il mestiere più antico del mondo è il cliente.

Apprezzo molto una donna con cui puoi stabilire il prezzo per la quale non può essere comprata.

Le ragazzine terribili, e maschietti umiliati.

Leggendo il racconto di elenaelaura due sorelline molto brave e simpatiche a cui auguro tutto il bene di questo mondo, mi è venuto in mente questo episodio.

Nella spiaggia in cui vado, quella casa per intenderci, poi ci sono altre spiagge in cui vado in certi periodi , ma non sono casa, la spiaggia casa ha la particolarità di avere la sabbia verso il monte, e i sassi verso il mare, quando in estate viene sera in e la sabbia diventa calpestabile, e molti bagnanti vanno via, molti ragazzini cominciano a giocare a pallone, fino a qualche anno fa anche il sottoscritto si dilettava……

I ragazzini fanno le porte con i sassi e cominciano a giocare, spesso disputando vere e proprie partite.

Ogni tanto a queste partite partecipano anche alcune bambine con scarsi risultati, negate assolutamente.

Una sera c’era il figlio di una mia cara amica con altri suoi amici , tutti dai dieci a dodici anni, che si stavano apprestando a giocare, quando due ragazzine della stessa età hanno chiesto di poter giocare, i ragazzini erano restii, ma l’esiguo numero di giocatori, e l’insistenza delle ragazzine, ha prevalso per il si. Le due ragazzine hanno chiesto di poter giocare insieme, quindi si sono formate due squadre, una di quattro le due ragazzine, un ragazzo della loro età e un bambinetto leggermente più piccolo, di là tre ragazzini, tutti appartenenti alla stessa squadra di calcio del paese.

Le ragazze erano indemoniate, bravissime dei veri talenti, con una forza fisica incredibile, soprattutto una era qualcosa di spettacolare da vedere, dopo poco il risultato era diventato imbarazzante per i tre ragazzini.

Ora lo sfottò da parte di quelli fuori , compreso il sottoscritto, anzi soprattutto il sottoscritto, rendeva la sconfitta intollerabile, certo gli pesava di più la presa per i fondelli esterna che la sconfitta in se stessa.

Avevano cominciato a darsi la colpa uno con l’altro, e bisticciarsi, e così era finita col rifare le squadre le due ragazzine e un’altro ragazzino, e quattro dall’altra parte, il risultato era stato lo stesso, le ragazzine dominavano in lungo e in largo segnando gol a raffica.

A quel punto gli spettatori erano aumentati, come la vergogna di essere surclassatati così da delle ragazzine. Le prese in giro erano aumentate in maniera vertiginosa, lo ammetto ho anche un po esagerato.

Dopo l’ennesima lite tra i tre che si incolpavano vicendevolmente per la sconfitta, 3 decidevano di abbandonare la partita, rimanevano le due ragazzine, il figlio della mia amica, e un altro ragazzino, il più bravo dei ragazzi.

Due contro due, campo più piccolo.

Che umiliazione, 10 a 1 per le ragazzine, al decimo gol i due maschietti si sono arresi, non alle ragazzine, ma alle prese in giro dei cretini che si divertivano a prenderli per i fondelli , ero alle lacrime, ero entrato nelle simpatie delle bambine, che ad ogni goal venivano a festeggiare col sottoscritto.

Il figlio dell’amica, dopo aver fatto il bagno si era disteso vicino alla madre, credo che se avesse potuto mi avrebbe accoltellato.

Ho cercato di rimediare ed incoraggiarlo, dicendo che c’erano tanti sport oltre il calcio…… l’ ippica per esempio…

Le due ragazzine giocavano a Genova in una squadra di tutti maschi escluso loro due, e come ha detto la madre di una loro, di tutta la squadra erano le più brave, e come non credergli.

Battuta del giorno endorsum

Endorsum per gli amici Endy scrittrice aforista e altro per sopravvivere. bravissima il genere è l’ermetico bisogna pensarci un po, un po, un po….. comunque pensare non fa male.

L’uomo è….. ecco la donna è……ecco.

L’alito non fa il monaco, ma aiuta.

Capita che il soliloquio esca dalla porta, per incontrare simili al bar.

Se un giovane ragazzo belloccio e benportante ti saluta per strada dicendoti ” ciao bella” è chiaro che vuole i tuoi soldi; se tu gli rispondi “ciao bello” è chiaro che vuoi la percentuale.

Variazione alla battuta di ieri

Il cretino ha le sue ragioni che l’assonnato non conosce.

Mi raccomando tante stelline.

Le galline co co cò e l’ennesima fuga( foto) Nontirare si rifiuta di partecipare alla cattura.

Ci siamo ieri pomeriggio le galline Co co cò non erano più nel pollaio, erano scappate di nuovo.

Questa volta però le galline vecchie non avevano colpa, erano dalla loro parte del pollaio, vero che protestavano, ma sempre dalla loro parte.

Questa volta le galline co co cò, ecco l’immagine gli passeggiavano davanti prendendole in giro, non si erano allontanate dal pollaio .

Stanno prendendo confidenza con l’ambiente.

Nontirare le aveva viste uscire, ma visto che di gallina vecchia cotta neanche l’ombra ha detto che questa volta mi arrangiavo da solo, che comunque queste sono galline sceme, e maleducate.

Le galline co co cò prendevano in giro le galline vecchie “sempre in casa? Non uscite mai?” dicevano in modo ironico riparate della recinzione che le divideva.

Ora dopo accordo sono ritornate disciplinatamente, nel pollaio.

Un’ora al giorno di libertà per i campi , se non fosse per i cani di cognato io io io, le potrei lasciare sempre libere, certo poi vai a cercare le uova.

Devo preparare una recinzione che le protegga dai cani di cognato io io io

“Da dove siete uscite ?” avevo chiesto ” non crederai alla voce che le galline sono sceme ” mi hanno detto ” ” certo ci sono galline sceme” e mentre lo dicevano guardavano divertite verso le galline vecchie ” scoprilo da solo”

Chiuso tutti i buchi nel pollaio le ho salutate ” e ricordati il patto ” mi hanno detto ridendo….

Battuta del Giorno Giovanni Soriano

Giovanni Soriano scrittore

Come spiega il successo di così tanti cattivi scrittori ? Semplice, con l’esistenza di una moltitudine di cattivi lettori.

Certe persone sono come le zanzare, sembrano fatte apposta per infastidirci.

Il cretino ha le sue ragioni che l’assennato non conosce.

Si nasce tutti un po stupidi, alcuni lo rimangono tutta la vita , altri lo diventano ogni giorno di più.