Battuta del giorno per capire

Non sopporto le persone che fanno finta di non capire, la trovo una mancanza di rispetto verso quelli come me che non capiscono davvero. (DBitterstock Twitter)

Solo perché non si capisce una cosa non vuol dire che non è così.(Limony Snicket )

Non puoi dire a un uomo “cerca di capire” Una cosa alla volta, o cercano o capiscano. (Oleandrobianco Twitter)

Molte persone non riescono a capire come gli altri possano soffiarsi il naso in maniera diversa da loro.(Ivan Turgenov)

Il maestro disse si può indurre un popolo a seguire una causa, ma non a comprenderla. (Confucio)

Figlia, prende lezione dal padre (io) per la marmellata di prugne e le prugne sciroppate. Domenica di sauna.

Figlia voleva imparare a fare la marmellata, abbiamo un quintale di prugne che cadranno….meglio loro che….

Ieri pomeriggio eravamo d’accordo che avremmo fatto un po’ di marmellata.

Alle 15 nel momento che fuori c’era un caldo soffocante abbiamo iniziato a sterilizzare i vasetti, due pentole al fuoco , dopo 5 minuti figlia è sparita, ed è tornato con un ventilatore.

Ora montare un ventilatore se hai tutte le viti ci vogliono 5 minuti, se mancano le viti molto di più. ” Sono sicura che c’erano” continuava a dire. Alla fine abbiamo risolto con un ventilatore più piccolo, comunque figlia ci tiene a precisare che lei le viti è sicura di avercele messe dentro l’anno scorso quando lo ha smontato.

Intanto i vasetti si stavano sterilizzando nella’acqua bollente, mentre io e figlia eravamo intenti a tagliare le prugne, in due si prima che da soli.

Quindi abbiamo iniziato a preparare la marmellata vera e propria.

Io uso un preparato che velocizza la preparazione, non faccio pubblicità ma è famosissimo. Le pentole sul fuoco erano tre e la sauna nonostante il ventilatore è iniziata.

Sterilizzati i vasetti e messi ad asciugare, non senza discussioni, come si tirano fuori senza contaminarli? La discussione è stata interessante. (che sistema usate ?)Quando la marmellata doveva essere pronta secondo le indicazioni del preparato, noi l’abbiamo lasciata sul fuoco un po di più, perché fosse più densa,poi è stata la volta di riempire e chiudere i vasetti.

Figlia è stata bravissima, e felicissima del risultato ed ha voluto fare il bis, mentre in cucina la temperatura ormai era su 60 gradi.

Abbiamo ricominciato tutto da capo, nel frattempo è arrivato fratello che dopo 5 minuti è scappato fuori ” al sole c’è meno caldo ” ha detto.

Figlia era ormai lanciata” e se facciamo le prugne sciroppate ?” Mi ha chiesto . E vai per le prugne sciroppate.

La temperatura in cucina ormai era da sauna professionale, le pentole bollivano senza sosta.

Il risultato è questo.

Domenica di sauna.

Poi abbiamo pensato anche di fare la pizza ed abbiamo acceso il forno….

Comunque nonostante la sauna , alla fine della giornata eravamo molto soddisfatti.

Figlia doveva farmi un bonifico, stai di là mi ha detto, infatti in tre minuti ha fatto tutto compreso stampare.

Qualcuno si ricorderà dell’altra volta. ” sei tu che negativizzi ” ha detto.

Battuta del giorno con marmellata.

La cultura è come la marmellata:chi meno ne ha più spalma. (Francoise Sagan)

Nascono tra i rovi, vengono raccolte e alla fine diventano marmellata. Una bella storia da more .(Anonimo)

Anche coi sogni si possono fare marmellate. Basta aggiungere frutta e zucchero. ( Stanislaw Jerzy Lec)

La sua famiglia è così povera che in casa non c’è un tozzo di pane [….] è costretto a spalmare la marmellata sul giornale. (Woody Allen)

Il pessimista vede il barattolo di marmellata mezzo vuoto. L’ottimista vede i panini appena fatti. (Anonimo)

La sconosciuta logorroica.

Ieri ero in giro con figlia, dovevamo sbrigare alcune faccende…

Una di queste faccende era un giro alle poste, c’era da recuperare un pacco.

Le poste è un posto in cui vado poco volentieri, e in particolare in quell’ufficio postale, ho litigato anche lì… già raccontato nel blog.

C’era la solita coda, ma dall’ultima volta hanno cambiato di nuovo sistema, intanto c’è la prenotazione telefonica, e adesso tutti gli impiegati agli sportelli fanno tutto, non c’è più A B C D che se sbagliavi ti toccava rifare la coda, o impiegati in attesa di fare qualcosa, mentre altri erano oberati di lavoro.

Figlia ha preso biglietto A 24 ed è uscita pochi numeri davanti a noi , anche da fuori si vede il tabellone con i numeri in successione.

In quel frattempo è arrivata una signora sulla cinquantina, una discreta signora niente di eccezionale, ma una discreta donna. Mi ha chiesto se era successo qualcosa che eravamo tutti fuori.

Figlia le ha spiegato che da fuori si vedeva il tabellone, di prendere il numero e poi fare quello che preferiva, restare dentro al fresco, o uscire fuori al caldo, vista la pandemia la signora ha preferito tornare fuori e venire a scambiare due parole con noi.

Uscita col suo numerino, è arrivata da me e figlia, e come se ci conoscesse da sempre ha cominciato a raccontarci tutti i fatti suoi.

La colpa è anche mia, ma a me uccide la curiosità, se uno a mi dice vengo qui a Vattelappesca una volta alla settimana, mi viene naturale chiedere da dove arriva. La signora chiaramente mi ha risposto, ed ha aggiunto vengo in treno…

Figlia non è stata più di cinque minuti nell’ufficio.

La signora era vedova da poco il marito era morto d’infarto a 54 anni. (Toccatina d’obbligo) tre figli due femmine e un maschio che vive ancora con lei, con dei problemi di salute, un’altra figlia viveva vicino a lei , la terza si era trasferita a Roma per lavoro, quella che aveva patito di più per la morte del padre e voleva che la madre lasciasse tutto per starle vicino. Chiaramente la signora non ci pensava nemmeno, aveva il figlio d’accudire oltre un lavoro. La seconda figlia tra l’altro si era lasciata da poco, era anni che usciva con quel tipo.

Inoltre mi ha detto dove abitava (zona) che auto aveva, uno o due episodi sul posteggiare nei grandi centri.

Quindi mi ha detto che aveva da stendere, le lenzuola per precisione , ma aveva sentito che sarebbe arrivato un temporale e quindi non aveva steso.

In più mi ha raccontato qualche episodio della sua giovinezza qui a Vattelappesca e molto altro….

Uscita figlia l’abbiamo salutata e siamo andati via . Di me la signora non sapeva nulla ma proprio nulla, aveva parlato solo lei.

Immagino che sulla lapide del marito ci sia scritto : Di buono, almeno un po’ di silenzio.

La battuta del giorno loquace

Meno parli più ti ascoltano. (Abigail Van Buren)

Ciò che rimproveriamo ai loquaci è che ci impediscono di parlare ( Robert Sabatier )

Beato l’uomo che non avendo nulla da dire, si astiene dal darci prove verbose del fatto. (George Eliot )

Gli uomini non sono mai loquaci quando non hanno più nulla da chiedere (Prosper Merimée )

La logorrea e la diarrea della lingua. (Roberto Gervaso)

Il sottoposto che va via , quel cretino di forza italia che dice che per assumere prima bisogna licenziare.

Peccato, avevamo trovato un ragazzino simpatico, educato, volenteroso, capace no ma volenteroso si.

Ieri ha detto che tra una settimana va via lo prendono in una nota fabbrica della zona, prima tre mesi e poi chi sa.

Continuava a dire che gli dispiace andare via , che come l’insulto io non l’aveva mai insultato nessuno.

Col cuore vorrebbe rimanere, ma finita la stagione è sicuro che lo lasciano a casa e quindi….

Il problema che siamo sotto organico, quest’anno non troviamo persone che lavorino per 600 euro mensili, che strano ci dovrebbe essere la fila secondo i coglioni soprattutto di destra che vanno in televisione a parlare.

L’impresa di pulizia non trova personale, incredibile, con tutta la disoccupazione che c’è, poi scopri un’ora e mezzo al giorno e basta, per la cifra totale al giorno di 9 euro, tolta benzina, viaggio e tempo per arrivare e per tornare è incredibile che la gente non si picchi per un posto così.

L’altro giorno alla trasmissione mattutina della sette c’era un cretino, uno di Forza Italia, un imprenditore a suo dire.

Giuro ha detto ” Che le ditte sono pronte per ripartire, ma per assumere prima devono licenziare” Se ero lì una scoppola sulla nuca giuro che gliela tiravo. A lui e al vice presidente di confindustria che dice la stessa cosa.” Siamo pronti assumere, ma prima dobbiamo licenziare ” E poi ci domandiamo come mai le nostre industrie vanno male, sono capitanate da cerebrolesi.

Ma il massimo era quando quel cretino di forza Italia diceva che la colpa è tutta del reddito di cittadinanza, giuro di nuovo ha detto ” uno con tre figli e moglie a carico prende 1600 ero col reddito di cittadinanza , quello che si prende normalmente andando a lavorare in fabbrica. ”

Intanto fabbriche che ti danno 1600 euro appena assunto le devo ancora conoscere, inoltre a 1600 euro immagino che ci sarebbe la fila per farsi assumere reddito di cittadinanza o no.

A me pare che da quando si è dato mano libera a certi imprenditori, e multinazionali che giocano sulla pelle della gente senza nulla temere , le cose siano peggiorate sensibilmente.

Vi ricordate in Francia quando i dipendenti di Air France volevano picchiare i dirigenti che li avevano appena licenziati, bene invece di fermarli le forze dell’ordine avrebbero dovuto dargli una mano.

Le forze dell’ordine non dovrebbero stare della parte dei cittadini ?

Dalla prossima settimana mi rimarrà il sottoposto tonno quello che non capisce nulla, o provato a dirgli che ci sono fabbriche che gli darebbero 1600 euro e di informarsi , dice che ha già guardato e che gli sembra una cazzata madornale. Cavolo se l’ha capito anche lui è proprio una cazzata.

Battuta del giorno lavorativa.

Incredibile, in Italia ci sono imprenditori che offrono lavoro e non si presenta nessuno. Iniziassero ad offrire anche uno stipendio. (itscetty Twitter)

In Italia col lavoro siamo imbattibili, non ce n’è per nessuno. ( Zziagenio78 Twitter)

Il lavoro è il rifugio di quelli che non hanno nient’altro da fare (Oscar Wilde)

“Cosa fai per vivere, tesoro ?” ” l’uomo politico” ” Anche a me non piace lavorare. ” ( Mae West)

Non ci sono lavori stupidi, è evidente….. Ma ce ne sono di quelli lasciati agli altri. (Miguel Zamacois )

E ti rinfaccio un po’ e io ti mando a cagare.

Io quelli che stiamo parlando, o meglio discutendo di una cosa e finiscono col ricordarti che nel lontano 2001 hanno fatto una cosa per te non li sopporto.

Premesso che la mia lista sarebbe più lunga, ma è un gioco che non mi piace e quindi non lo faccio…..

Ieri c’era l’ennesima riunione con dei tecnici, dobbiamo risolvere un problema, ma la soluzione non si trova, avrei anche fatto a meno di andarci c’era già dolce consorte e cognato io io io, però passavo di lì ,eravamo all’aperto e mi sono fermato.

Dopo mezz’ora di inutili discorsi, sempre gli stessi, sono andato via, avevo da fare, tornato erano ancora lì, e mi sono rifermato un attimo, il tempo di salutare quando cognato io io io ha detto una cosa strampalata, non lo dico solo io ma anche i due tecnici sono sobbalzati ed hanno cercato di spiegargli che le cose non stavano come diceva lui, ma cognato io io io ha insistito. Visto che la cosa mi riguarda ho dato la mia interpretazione dei fatti ” anche un bambino di tre anni capisce che stai dicendo una cosa cretina” Lui ha provato a controbattere con parole a vuoto ” al mio uno più uno fa due ” Ha iniziato a parlare di tono di voce, il mio, e di atteggiamento arrogante il mio. E’ sprovvisto di specchi in casa.”” lascia perdere”ho controbattuto e l’ho lasciato lì andandomene via con Nontirare a spasso.

Dice anche lui le stesse cose che dicono nel blog, non del mio tono di voce , ma del mio atteggiamento.

Tornata dolce consorte, ha preso le difese di cognato io io io, no nel merito della questione, impossibile per chiunque, ma per il mio atteggiamento ” c’era gente” ha detto ” anche quando ha sparato le sue cazzate ” ho risposto ” ma tu te ne sei andato via “ha controbattuto ” meglio , e poi avevo già salutato” ho finito di dire.

Il risultato che cognato io io io ha protestato con nota ufficiale con dolce consorte, rinvangando i favori fatti e scordandosi tutti quelli ricevuti . Da ieri siamo ufficialmente in guerra.

Cognato io io io doveva fare una cosa per me, è una storia lunga,ieri sera è arrivato il messaggio da parte di dolce consorte che lui non farà più niente.

Stamattina ho risolto il problema alla radice, mi è costato parecchio…. e poi ho telefonato a cognato io io io, ma quello che gli ho detto non ve lo posso dire….

La guerra è iniziata.

Battuta del giorno rinfacciata.

” Non per rinfacciartelo ” e subito dopo rinfacciano. (Vibes_ San Twitter)

Odio la gente che mi rinfaccia le cose , come hai fatto tu tre anni fa. (anonimo)

Un beneficio rinfacciato vale quanto un offesa (Jane Racine)

Rinfacciare è un pessimo modo di usare una buona memoria. (Masmeri Twitter)

Ho ancora qualcosa da rinfacciarmi ma sto cercando di andarmi d’accordo. (Charles Bukowski)

Nontirare (cane ) e le buche in giardino. Discussione animata. Se continua la prossima buca è la sua.

Stamattina mentre bagnavo in una parte del giardino dove ci sono molti fiori e piante molto belle, proprio nel bel mezzo ho trovato un cratere, una buca enorme.

Chiamo Nontirare” Sai niente ?” Chiedo “Sarà stato Guardacomeseigrasso per quando fa i bisogni, con tutto quello che mangia ” risponde

La guardo fissa ” i cani fanno le buche , quando mi hai preso non lo sapevi ? ” mi dice ” Con tutto il terreno non coltivato proprio nel mezzo del giardino?” Chiedo con voce arrabbiata . Mi guarda con aria di sfida ” Lì c’è fresco, fa caldo, mamma che caldo che fa, e dentro una bella buca si sta al fresco ” mi risponde.

“La prossima buca in giardino è la tua ti ci seppellisco viva ” minaccio “E cosa racconti nel blog che sono sparita ?” mi chiede ” ” che è caduto un asteroide e ti ha colpito ,e poi faccio vedere la fossa con te dentro e cosi finalmente ci sarà la tua foto ” finisco di dire. ” Non ne saresti capace, sono la star del tuo blog” mi risponde convinta.” Se non la finisci di far buche da tutte le parti vedrai di cosa sono capace ” controbatto

Prendo la pala e rimetto la terra scavata a posto, quando Nontirare si avvicina a vedere, prendo una palata di terra e nonostante la sua fuga precipitosa la copro di terra ” ma sei scemo ? ” mi urla ” una volta mi bagni, una volta mi tiri la terra, ma quando ti decidi a crescere “finisce di dirmi. ” Quando smetterai di fare buche nel mio giardino ” rispondo.