Follower o non follower questo è il dilemma.

Qualche giorno fa mi è successo un fatto spiacevole ad un mio commento innocuo, giuro nessuna offesa o presa in giro, il destinatario del mio commento si è risentito ugualmente, le persone hanno problemi di suo, alcuni gravi, altri meno gravi, comunque andiamo avanti nel racconto. In maniera molto educata, mi chiamava ” caro amico” Giuda un dilettante al suo confronto, mi pregava di non commentare più i suoi scritti ” lo capisce anche il mio benzinaio che non ti piacciono” si vede che il suo benzinaio segue il suo blog e quando va a fare benzina discutono dei mie commenti, ma arriviamo al nocciolo della questione ” non ti preoccupare anche se non commenti non perderai un follower ” Di problemi ne ha tanti si vede e anche gravi.

Sempre gentilmente replicavo, vado a braccio “Che quello dei follower è l’ultimo dei miei problemi, che se commentavo era perché leggevo quello che scriveva, se era per avere il follower avrei messo solo la famosa stellina e sarei passato senza leggere. Comunque di non preoccuparsi ( visto che ha già molti problemi di suo) avrei smesso di commentare, di più mi sarei cancellato dal suo blog.” Auguratogli una buona vita ho schiacciato il tasto del segui. Dopo pochi minuti sono stato ricambiato del favore.

PRECISIAMO: CHI SCRIVE SUL BLOG NON PUO’ SCEGLIERSI I COMMENTI. L’IMPORTANTE CHE I COMMENTI NON SIANO VOLGARI E OFFENSIVI. SE PUBBLICHI PER TUTTI TI PRENDI I COMMENTI DI TUTTI. SE NO TI FAI UN BLOG AD INVITO.

FOLLOWER

I pochi che mi seguono sanno che scrivo solo per divertimento.

Io non seguo tantissimi blog, perché seguire molti blog richiede molto tempo, a meno che uno non metta la stellina e passi via senza leggere.

I pochi blog che seguo, nella normalità leggo VERAMENTE quello che scrivono, con molti è nata anche una bella amicizia, virtuale, ma sempre una bella amicizia.

Secondo quello che c’è scritto io avrei quasi 500 follower, balla clamorosa, chiaramente non dipende da me, ci sono persone che si sono iscritte a mia insaputa, e non si sono mai fatte vedere ne sentire.

Io ammiro due persone: una è Paola, una che scappa dai follower, cambiando continuamente nome al blog, dirvi come si chiama adesso non lo ricordo e poi potrebbe averlo già cambiato. potrebbe avere tranquillamente 10000 follower, ma lei ne vuole pochi, pochi ma sinceri amici. Il secondo e’ Buxus ,se anche lui nel frattempo non ha cambiato nome. Ogni tanto ama ricominciare da zero, rinunciando anche lui ai tantissimi follower.

Amo troppo Un allegro pessimista per cambiare qualcosa.

Io ho chiesto solo a tre persone di non andare via dal mio blog. Due l’ho già raccontato. Una è Silvia la seconda è Paola il motivo era lo stesso, posso dire che avevano ragione.

La terza non ve la dico…… ma è una persona veramente speciale.

Battuta del giorno dei follower

L’80% dei miei follower è donna. Per non farmi defolloware sto pensando di iniziare tutti i miei messaggi con “premesso che hai ragione tu ” (sempreciro Twitter)

Se vi fanno male i defollow che ricevete, non avete mai avuto una colica renale. (TizziRadrizzimi Twitter)

Ho quasi ventimila follower, e nella vita reale non mi ascolta nemmeno mia madre. (postofisso2012 Twitter)

Mi dispiace, ti vedo più come un follower. (comeprincipe Twitter)

Non sono io a perdere follower, sono loro a perdere me

Autostrade ( maledetti) ci risiamo. Viadotto a rischio, ieri caos nelle strade.

Ieri era allerta gialla e al delirio (lavoro) sono andato in automobile, la moto è rimasta parcheggiata, sono quasi anziano non ho più voglia di prendere nubifragi mentre vado in moto.

Ieri sera al delirio è arrivato un camionista in ritardo di oltre due ore, motivo chiusa autostrada per tutti i mezzi pesanti , tutti i mezzi riversati nelle strade urbane, il caos assoluto, strade completamente intasate e bloccate.

Motivo un viadotto è stato considerato pericolante, nooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

Ora dalle mie parti levante ligure sono due anni dalla caduta del ponte Morandi che andare in autostrada è un terno al lotto, sai quando parti ma non sai mai quando arrivi, tra lavori , chiusure, cantieri che spuntano come funghi è un disastro, tutto quello non fatto in trent’anni si cerca di farlo tutto adesso.

E’ una vergogna, in paese civile questi bastardi sarebbero in galera, qui si parla di dargli la buona uscita per toglierlesi dai coglioni . Io gli lascerei l’opzione di scegliersi il loculo dove farsi mettere se non si tolgono dai coglioni.

Siamo un paese di ridicoli, la colpa è di tutti, dai politici, ma quella è colpa nostra, siamo noi che votiamo certa gentaglia, ma i giudici quelli no, penso a tutte le sentenze vergognose fatte in questi anni con assoluzioni fuori da ogni grazia di Dio, dietro a cavilli legali e non sull’evidenza dei fatti, i potenti e i poteri economici non si toccano questa è la verità. E parlano di dipendenza della magistratura. Sempre tutti assolti, il fatto non sussiste, soprattutto se sei ricco ed hai avvocati bravi

Comunque il ponte a Genova è stato rifatto e il processo deve ancora partire, tra vent’anni sapremo se sono colpevoli secondo i giudici. L’evidenza dei fatti non conta.

Ieri è stato l’ennesimo disastro, tutti i mezzi pesanti per le strade statali, tutto bloccato, in tutte le direzioni, erano due grandi serpentoni uno da una parte e uno dall’altra, inevitabilmente un disastro totale, ero in macchina un delirio ovunque uno andasse . Oltre un’ora in più per arrivare a casa . Moto, moto anche se diluvia.

Battuta del giorno in autostrada

Sulle autostrade, in agosto, sono tutte giornate col bollino: bollino giallo e bollino rosso; da quest’anno addirittura il bollino nero. Non sanno più cosa inventarsi per terrorizzarci. L’anno prossimo faranno direttamente il bollino col teschio, le ossa incrociate e la scritta: Vuoi partire ? Sono cazzi tuoi (Gioile Dix)

Viaggiare forma soprattutto code sulle autostrade (Michael Schiff)

Autostrada: strada che, a causa di riparazione delle deviazioni, è temporaneamente aperta al traffico.

I nostri antenati dicevano ” Partire è un po’ morire” Esistevano già le autostrade? (Bruno Pozzetto)

Il nostro amore – avrebbe potuto durare anni- se non fosse stato colto- da un blocco autostradale – che ci costrinse a convivere alcune ore. (Alda Merini)

Incontro casuale con un’amica dei tempi andati.

La chiameremo Giulia.

Ieri al delirio da lontano ammiravo il didietro di una signora, pantaloni attillati, tacco 8, il sedere della signora era obiettivamente un bel vedere, ma quel fondo schiena mi ricordava una persona, un’amica carissima della mia gioventù. Un’amicizia finita male. Giulia si era sposata un mio carissimo amico, e dopo qualche anno aveva cominciato a cornificarlo, fino quando si era presa una sbandata per un cretino e aveva sbattuto fuori di casa il mio amico, niente di grave se non ci fosse stato di mezzo un bambino piccolo.

Tra marito e moglie non mettere il dito si dice, ma quando sei testimone alle nozze e sei amico di entrambi due parole le dici, e sei lei ti mente spudoratamente l’amicizia finisce.

Sono passati anni che con Giulia non ci siamo più rivolti neanche la parola, poi siamo tornati al ciao, e poi qualche parola, l’ultima volta abbiamo ricordato i vecchi tempi. I funerali a questo servono a riappacificare le persone .

Ieri come detto da lontano guardavo il didietro della signora e mi ricordava quello di Giulia, ma l’acconciatura era diversa e anche il colore dei capelli, inoltre la signora era senza occhiali, Giulia porta gli occhiali e comunque la signora aveva la mascherina che gli copriva il volto.

L’ultimo funerale che c’eravamo visti risale a due anni fa…

La signora era in compagnia di un signore che non avevo mai visto, poi si sono avvicinati, e la voce di Giulia era inconfondibile ” ciao come stai ? ” mi ha chiesto

L’uomo accanto era il nuovo marito, prima dell’ultimo marito ci sono state altre tre storie, la media è di 5 anni, poi Giulia cambia, il nuovo marito è vicino al tagliando di sostituzione….

Con Giulia prima che accadessero i nefasti fatti eravamo molto amici, amicizia durata anche da sposati, Giulia e dolce consorte erano diventate a loro volta amiche, e quindi anche da sposati abbiamo continuato ad uscire sempre insieme. Poi Giulia era rimasta incinta, il bambino piccolo… poi è stata la volta di dolce consorte a rimanere incinta e così ci siamo un po’ persi.

Ieri come detto mi ha salutato, era in splendida forma, taglio sbarazzino, sembrava una ragazzina, non come me che sono quasi anziano…. ” Ma se sei in formissima mi ha detto sempre uguale” ha detto sorridendo.

Abbiamo scherzato per un po’ , il marito comunque non me l’ha presentato,un bel ragazzo di 5 anni più giovane di lei.

Giulia e il marito sono andati via e mentre andavano via inevitabilmente guardavo ancora il sedere di Giulia, quando è arrivato un collega ” che culo ” e mi è venuto in mente il mio amico, cornificato, sbattuto fuori di casa, e col mantenimento da pagare …. ” Si, che culo” ho risposto.

Battuta del giorno donna

Mentre gli uomini si vantano di cose mai accadute, le donne hanno avventure che mai racconteranno. (Charles Bukowski)

Una donna a causa di una grave malattia nasce con 15 personalità. E’ hanno sempre ragione tutte e 15 (Zziagenio78 Twitter)

Dietro un uomo c’è sempre una donna ferma tre vetrine prima a guardare scarpe.

Quando il suo terzo marito è morto, lei è diventata bionda dal dolore. (Oscar Wilde)

L’uomo avrà scoperto il fuoco, ma la donna come giocarci. (Carrie in “sex and the city”)

Una giornata da dimenticare

Nulla faceva presagire che sarebbe stata una giornata di merda….

Tutto è cambiato, quando sceso in cantina per prendere la benzina fatta due giorni fa per mettere al tagliaerba scopro che la tanica è vuota, cognato io io io è passato è l’ha consumata tutta. Sia chiaro non è il valore, suocero per finirla lì mi voleva dare i soldi, ma il fatto che sono dovuto andare dal distributore.

Da lì la giornata ha preso la piega sbagliata.

Sono andato al fiume con Nontirare e dopo un centinaio di metri mi accorgo di non avere il cellulare, peggio penso di aver perso il cellulare, ho le braghe da orto e le tasche hanno un buco, rifaccio il percorso nulla, del cellulare nessuna traccia. E’ un viale dritto senza erba è stata appena tagliata. Rifaccio il percorso col cellulare di dolce consorte telefonandomi, non ho senza solo le vibrazioni, nulla, decido di sospendere le ricerche e di andare ai lavori nell’orto.

Vado dal benzinaio, ci sono delle persone veramente di merda, il distributore automatico è rotto, questo pirla che è lì lo sa ma non mi dice nulla, mi vede scendere mentre lui sale in auto non una parola, spero che durante la giornata un virus l’abbia colpito e fatto perdere per sempre la voce a quella testa di cazzo.

Vado dall’altro distributore, c’è un signore di oltre cento chili in pantaloncini corti e ciabatte, senza mascherina in contemplazione davanti alla colonnina che riceve i soldi, ha i soldi in mano ma non si decide ad infilarli, sarà rotta anche questa penso….

No il signore dopo attenta contemplazione infila e va alla colonnina numero 1, io sono alla tre, tanto che ci sono faccio la benzina anche all’auto.

Il tagliaerba parte subito, il filo c’è l’ultima volta cognato io io io si era consumato tutto il mio filo, ieri so che l’ha cercato alla suocera, il filo nuovo era stato opportunamente occultato in casa e così cognato io io io non ha potuto usarlo.

Dopo un po’ un pezzo del tagliaerba pezzo non essenziale, ma se c’è un motivo ci sarà si rompe, la macchina è nuova andare avanti o no questo è il dilemma per via della garanzia, vado avanti cercando di aggiustare il pezzo come posso , la mia fantasia non ha limiti lo riconosco, ma i risultati sono deludenti, comunque il grosso del lavoro viene fatto, ma il pezzo ormai è distrutto, non credo che mi verrà rimborsato.

Dopo aver cercato inutilmente il cellulare per almeno altri venti minuti….

Decido di bagnare le piante, vado dal pozzo il nostro, abbiamo per fortuna un altro pozzo in società, a fine estate il nostro pozzo tende ad asciugarsi, ma ora dovrebbe essere funzionante acqua nel fiume ce n’è.

Attacco tutto per bene ho lo schemino fatto per non sbagliarmi…. niente da fare acqua neanche una goccia, arriva suocero peggio che andar di notte, telefono a chi ha fatto l’impianto l’anno scorso ” l’utente non è raggiungibile ” risponde incessantemente il telefonino.

Dolce consorte bagna con l’innaffiatoio sono poche le piante , era solo per provare se l’impianto funzionava.

Cercato nuovamente telefonino senza risultati tangibili

Passo a dare la poltiglia bordolese, abbiamo una macchina elettrica antichissima almeno 40 anni, l’altro ieri l’abbiamo provata funzionava…

E’ una grande carriola con un un tubo arrotolato di una 40 di metri , il tubo non si sa per quale motivo si è tutto attorcigliato è almeno tre anni che non la usiamo. un’ora c’è voluto a risolvere l’intreccio ,sembrava come il filo dei pescatori invece che sbrogliarsi si ingarbugliava di più, ma era diventata una questione di principio, in un ora avrei fatto tranquillamente il lavoro con la pompa a spalla, ma era una giornata di merda…

Prima che venisse buio cercato ancora telefonino, squillava ma non si trovava.

Fatto doccia, mangiato poco e andato a letto presto.

Stamattina dato la poltiglia bordolese con la pompa a spalla erano le sette alle otto avevo finito.

Otto arrivato tecnico dell’impianto d’irrigazione, il difetto non sta nell’impianto ma nella vecchia pompa, va cambiata.

Passeggiata col cane il telefonino è lì, esattamente dove avevo pensato di averlo perso, e dove sono sicuro di averci guardato cento volte, ma ieri era una giornata no.

Battuta del giorno no.

Brutto quando pensi “Oggi sarà una brutta giornata ” poi arrivi a metà e ti rendi conto che sbagliavi perché è proprio di merda. ( Masse 78 Twitter)

Non ho letto l’oroscopo ma avrò un pianeta contro. Tipo la terra. (499777 Twitter)

Quando è una giornata no e qualcuno mi dice ” buongiorno ” ammiro il mio autocontrollo grazie al quale non rispondo ” ma buon giorno un cazzo” (ansiolitic4 Twitter)

Questa mattina felice come Leopardi e calma come Sgarbi.

Se vedi tutto rose e fiori quello è il cimitero (proverbio romano)

Spavento nel pollaio. I cani di cognato io io io inseguono le galline. Grande paura, tutte vive le galline ma spaventate.

Ieri sera quando sono tornato dal delirio(lavoro) le galline erano già tutte chiuse dentro al pollaio, di solito lo faccio io quando torno dal delirio.

Dovete sapere che per avere galline felici, ho creato un grande spazio in una serra dismessa, qui possono razzolare liberamente, in più hanno un discreto spazio al sole, diciamo che per essere galline sono molto fortunate.

Ora per ottenere tutto questo ho dovuto creare un altro cancelletto, suocero spesso se lo dimentica aperto e le galline escono……

Ieri c’era cognato io io io coi suoi grossi cani, acerrimi nemici delle galline, sono 40 kg di cane a testa.

Chi ha lasciato il cancelletto aperto non si è potuto sapere, cognato io io io nega ogni responsabilità, ma essendo un bugiardo conclamato non si può sapere se ha detto il vero. Suocero dice che lui non c’entra, ma ormai il più delle volte lo vedi girare a vuoto si è scordato cosa doveva fare….

Le galline sono uscite e hanno cominciato a vagare felici nei campi, quando sono arrivati i cani, compreso Nontirare che hanno iniziato la caccia alle galline in un fuggi fuggi generale e urla disparate di aiuto.

Cognato io io io arrivava e bloccava i cani prima che facessero strage delle galline.

Le galline rimanevano fuori nascoste e impaurite, arrivate dolce consorte e figlia toccava l’onere di farle rientrare nel pollaio.

Venivo contattato al delirio per sapere quante erano esattamente le galline, suocera diceva un numero, suocero un altro, dolce consorte ne ricordava ancora un altro….

Al numero 8,figlia rispondeva ” bene recuperate tutte, poi ti racconto” Erano 9, ma una gallina vecchia è andata qualche tempo fa nel paradiso delle galline.

Ieri sera Alcatraz a nome di tutte protestava vivamente per lo spavento preso, e chiedeva l’allontanamento perenne di quei maledetti cani, e di quella cretina di Nontirare complice delle belve assatanate.

Nontirare ribatteva che le cretine erano loro, si sa che le galline sono sceme e poi era uno scherzo innocente. ” dovevi vedere come correvano di qua e di là gridando aiuto aiuto ” finiva di dire divertita.

Le galline la guardavano in maniera torva ” ridi ridi ” minacciava Alcatraz…… ” paura ” rispondeva ridendo Nontirare.

Battuta del giorno da spavento

Che spavento! Per un attimo non ho avuto paura. ( BuiOscuro Twitter)

Per spavento e per paura non c’è metro di misura (Proverbio)

La mia ombra si spaventò della luna e si rannicchiò tra i piedi. (Italo Calvino)

Non ridete troppo che i tristi potrebbero spaventarsi. (vinkweb Twitter)

” Era proprio necessaria quella strage ? Ti avevo detto solo di spaventarli ” “Chi muore è molto spaventato ” ( Sergio Leone C’era una volta il West )