Guardacomeseigrasso(gatto) propone d’imbalsamare Nontirare(cane ) dopo morto chiaramente .

Lunedì sera su RAI tre a Presa Diretta si parlava di animali, di come oggi vengano trattati meglio delle persone. Dall’asilo per cani, con pulmino che li andava a prendere e li riportava a casa. Tariffa base 400 euro al mese….

Al ristorante con menù speciali solo per loro e via dicendo.

Ma anche dopo morti, dal cimitero al…..

L’attenzione di Guardacomeseigrasso si è soffermata soffermata sull’imbalsamazione, c’era uno che imbalsamava gli animali domestici, in questo caso un cane.

prima
dopo
Per i disoccupati un nuovo mestiere in espansione

In realtà si parla di tassidermia, ora eviterò la spiegazione, se interessati andate a leggervelo.

La proprietaria non poteva vivere senza la presenza del suo cane.

Il costo non è alto, meno di un funerale, per un cane di piccola taglia sui 500 euro, ma volete mettere la soddisfazione di avercelo sempre lì. Ci vuole qualche mese ma poi sarà con voi per tutta la vita.

Ora non capisco perché per gli umani sia vietato, ti fai imbalsamare il marito e lo metti lì nella poltrona, la differenza tra vivo o morto per molte sarà quasi nulla, anzi sarà sicuramente in meglio.

” Perché non imbalsamiamo Nontirare quando muore “ha chiesto Guardacomeseigrasso ” una star come lei vuoi mica seppellirla ?” ha chiesto sorridendo sornione.

” Certo che la differenza tra te vivo e imbalsamato è nulla, sta solo nel risparmio del cibo che non mangi più ” ha risposto Nontirare ” sei sempre seduto o sdraiato l’unico volta che ti muovi e per andare a fare i bisogni” ha finito di dire.

“In effetti l’idea non è male” ho detto ” non ti piacerebbe essere imbalsamata ? ” Ho chiesto a Nontirare ” ” che imbalsamata e imbalsamata pirla te e quel cretino di un gatto. Pensiamo a vivere, belinoni che non siete altro, dopo morti chi se ne frega ” ha risposto convinta ed è andata via.

19 pensieri riguardo “Guardacomeseigrasso(gatto) propone d’imbalsamare Nontirare(cane ) dopo morto chiaramente .

    1. Io abito in campagna e il nostro terreno ( chiamarlo giardino è veramente troppo ottimismo) ha dato degna sepoltura ai vari gatti, conigli, furetti e porcellini d’india che si sono susseguiti negli anni. Anch’io sono per la cremazione, magari con dispersione delle ceneri, come ha voluto mio padre.

      "Mi piace"

  1. Sin dalle prime righe mi è venuta in mente una scena di un film, questa:

    E’ un pezzo di quello che secondo me è uno dei migliori del filone “demenziale” americano, peraltro diretto da John Landis, mica pizza e fichi. In Italia uscì con il titolo “Ridere per Ridere” e se non l’avete già visto cercatelo perchè ne vale la pena (per chi si volesse cimentare con la versione originale il titolo è “Kentucky Fried Movie” e mi pare ci sia intero su YouTube.

    Quanto alla tassidermia l’ ho sempre reputata una sorta di perversione, ma se uno è contento così chi sono io per giudicare ? Ricordo solo che da bambino un lontano “zio” emigrato in Australia ci venne a trovare e mi regalò quello che tutti credevamo sul momento essere un pupazzo di peluche raffigurante un koala. Nei giorni successivi, vuoi il realismo incredibile della pelliccia, vuoi la inconsueta rigidità dell’ oggetto che per logica avrebbe dovuto essere morbido e invece no, ci attanagliò implacabile il dubbio. Poi confermato da uno dei miei nonni che a tempo perso impagliava uccelli e altri piccoli animali. Non era esattamente un pupazzo, era un koala morto. Orrore e raccapriccio, fu regalato a mio nonno.

    Come poi abbia fatto lo zio ad imbarcare un animale impagliato (peraltro di specie protetta) su un volo intercontinentale non lo so, però erano gli anni 70, sugli aerei si fumava pure…

    Riguardo i miei animaletti, io seppellisco. Dopo la penultima impresa (cane da 50 kg) ho deciso che da lì in poi avrei optato per gatti o cani max 25 chili. Con l’età, scavare buche adatte mi comincia a pesare. E’ vero che aiuta ad elaborare il lutto, però la schiena ne risente.

    "Mi piace"

    1. …aggiungo (per quanto di ininfluente interesse generale) che riguardo me – quando sarà – ho lasciato espressamente detto di fare con i miei resti quel che più aggrada a chi se li ritroverà accollati. A me basta che:

      1) Ci si assicuri oltre ogni ragionevole dubbio che io sia effettivamente deceduto;
      2) possibilmente essendosi accertati di quanto al punto 1 si provveda a riciclare tutto l’ eventualmente riciclabile (anche se temo che di buono resterà ben poco, già adesso faccio abbastanza cagare).

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...