Caccia al tesoro. Alla fine il libro di Paola è stato trovato.

Dopo aver contato fino a 99, sono entrato alle poste, preso il mio numerino, aspettato il mio turno a dire il vero non c’era nessuno, ma in ogni caso ho dovuto aspettare il mio turno, anche se sei da solo e il pc non da il via l’impiegata non ti può ascoltare, si vede che gli hanno collegato anche il cervello al pc. ( Giuro è vero)

Contato fino a 14, il pc gli ha dato il permesso di ascoltarmi.

La balorda allo sportello ha ascoltato attentamente, e senza neanche guardare in deposito ha detto “non c’è, è sicuro che non c’è.”con una sicurezza che non lasciava dubbi” deve andare nell’ufficio accanto, bussare entrare e chiedere”

Contato fino a 50 avevo fretta. Le impiegate simpatiche e disponibili, si sono messe alla ricerca, nulla, neanche l’avviso, alla fine una ha telefonato al postino ” Marco dove l’hai nascosto il libro? C’è qui ……., si ora vado di là, sotto cosa ? si l’ho trovata ” L’impiegata è arrivata con l’avviso per poter ritirare il libro, e mi rimanda nell’ufficio precedente, ma la balorda non era sicura che non c’era ?

Ritorno allo sportello, per fortuna non c’è nessuno” deve prendere il numero ” mi dice solerte l’impiegata. Al tabellone c’è ancora il mio numero. ” Il libro è qui” dico con tono che non lascia replica, e gli do l’avviso. L’impiegata accanto capisce il pericolo ” ci penso io ” dice ” tu pensa alla signora” nel frattempo era arrivata una signora ” l’ha preso il numero” dice la balorda, ” Si ” dice la signora ” vorrei sapere” ” Calma non vede che non è ancora uscito il suo numero” il cervello della balorda si collega all’uscita del numero,il numero esce sul tabellone, tombola.

L’impiegata cerca il libro, non lo trova ” 1127 1128 11129″ sto contando ” Eccolo” grida felice, e me lo porge, una firma per favore.

Entra un altra signora non c’è nessun altro, l’impiegata balorda ” ha preso il numero?” ” Si , vorrei sapere” prova a dire la signora ” Calma non vede che non è ancora uscito il suo numero ”

Giuro è tutto vero.

13 pensieri riguardo “Caccia al tesoro. Alla fine il libro di Paola è stato trovato.

  1. Quando entri nelle poste vieni catapultato in un mondo surreale che per rendere lontanamente l’idea, può assimilarsi alla somma del maggico mondo di Amelie, con quello di Alice in Wonderland, del Piccolo Principe e dei film di David Linch. Poi dopo una fatica immane per fare una cosa ordinaria, la spudoratezza dell’impiegato nel cercare di venderti qualcosa….Che non ce lo mandi solo perché neanche minimamente te lo aspetti un tentativo del genere.. Solo nel vendere preservativi ritardanti sarebbero credibili 😂

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...