Sembra covid ma è influenza è al delirio(lavoro) è pandemia.

E’ un bollettino di guerra, ogni giorno uno o due di meno, colpiti dalla nuova forma influenzale uguale e identica al covid. Tosse, febbre e dolori muscolari. Nessuna differenza.

Ormai siamo rimasti in pochi superstiti.

Ieri appena entrato sono stato informato che altri due erano rimasti colpiti dall’influenza ed erano andati a casa. Uno aveva la febbre a quasi 39 ed era venuto lo stesso. Deve essere assunto in maniera definitiva a marzo. ” Un aspirina e un bicchierino di grappa ” ha detto” e domani sono qua” ha finito di dire mentre veniva spedito a casa come un appestato.

Ho proposto di far fare più ore a quelli che ne fanno poche da contratto. ” Non possiamo ” mi hanno risposto ” Ma se vuoi tu puoi fare tutto lo straordinario che vuoi” hanno finito di dire i capi . ” Col cazzo ” ho pensato che vengo .

Ora per non far passare i contratti da mezza giornata a tempo pieno preferiscono pagare lo straordinario a noi che facciamo tempo pieno, l’ennesima vergogna.

Risultato il delirio è nel delirio, i pochi rimasti fanno quello che possono sperando di non ammalarsi.

Ieri in compenso è rientrato il primo che si è ammalato e che ha dato inizio al contagio. ” E’ stata durissima” ha affermato ” Febbre a 39, dolori muscolari, tosse che non ti lasciava dormire e tamponi covid tutti negativi ” ha concluso.

Lo stesso vale per gli altri compreso collega balordo che come al suo solito era venuto a lavorare senza dire che aveva la moglie malata. Veramente un coglione. ” negativo al covid ” mi ha scritto il giorno dopo ” sono in malattia ” ha finito d’informarmi dopo che l’avevo minacciato di prenderlo a bastonate se mi mi aveva trasmesso di nuovo il covid.

Con la mascherina e il distanziamento almeno l’influenza l’anno scorso l’avevamo quasi del tutto debellata.

Io per non saper leggere e scrivere ricomincio con la mascherina e distanziamento.

40 pensieri riguardo “Sembra covid ma è influenza è al delirio(lavoro) è pandemia.

    1. Quest’anno l’influenza ha fatto gravi danni, si muore anche per quella. Una mia antenata morì di spagnola a trentotto anni, una donna dell’Ottocento, imprenditrice. La mamma di mia nonna. Qui tra influenza e Covid c’è da avere paura 😱 io, nel dubbio, continuo ad indossare la mascherina. Nelle RSA è ancora obbligatoria.

      Piace a 2 people

      1. Di influenza si è sempre morti, anche dopo la Spagnola e molto prima del covid, soprattutto se si è anziani e con salute già compromessa. Purtroppo il pericolo sono le complicazioni polmonari.

        Piace a 1 persona

      2. Sì, è vero, nel 2015 ho avuto una polmonite atipica primaria per un micoplasma e ho rischiato di morire. Ho fatto dieci giorni di ospedale e che giorni, in più ho avuto una convalescenza lunghissima.

        Piace a 1 persona

    2. Il dubbio è facilissimo da avanzare: ma non è che è covid ma non ce lo dicono più perché si è deciso che da questo momento non rappresenta più una priorità? Poi, quando servirà, se servirà, la faranno risaltar fuori…

      Piace a 1 persona

      1. Avanzo un altro dubbio, molto più maligno: non è che si è sempre trattato di influenza (cattiva, ma pur sempre influenza) a cui hanno dato un nome che serviva per spaventare la gente, come si fa con gli uragani? Ricordo un paio di conoscenti che tra Natale e capodanno 2019 ebbero un’influenza micidiale con dolori articolari, tosse che squassava il petto e febbre altissima. Ma ancora il covid non c’era…

        Piace a 1 persona

      1. E’ per quello che mi taccio… eheheheheh… Non garantisco.
        Mi sa che oggi ritorno sul tema, ma da un lato diverso.

        Nel frattempo qui (senza bestemmie) annoto due cose:

        1) Vi ricordate quando anni fa, prima di questa vaccata, vedevamo le immagini di giapponesi e cinesi a spasso per le città d’ inverno con la mascherina in faccia ? Credo che la maggior parte di noi abbia alzato il sopracciglio con sufficienza e un mezzo risolino e abbia pensato: “sò proprio cinesi”… Ecco. Ripensiamoci adesso.

        2) In linea generale, quando uno sta male, è bene che se ne stia a casa e/o almeno non sputacchi in faccia a chi gli sta vicino. Questo da sempre. Serviva tutto ‘sto circo per metterci in testa questa semplice cosa ? Aggiungo il “meme” che mi ero inventato a corredo di uno dei primi (se non del primo) mio post sul tema. Anzi, rimando a tutto il post, del 10 marzo 2020, nel caso qualcuno se lo fosse perso (non che sia imperdibile, ma col senno di poi è carino rileggerlo):

        Coronavirus Un Paio di Coglioni

        Hai visto che non ho bestemmiato ? Sto migliorando, dai… (e comunque fuori da FdP non l’avevo mai fatto)

        Piace a 1 persona

      2. Allegro io con il covid sono stata male , è trascorso più di 1 mese e mezzo e ancora ho effetti collaterali piuttosto piuttosto seri . Accenno solo ad uno :sbalzi di pressione notevoli …
        È vero che ho 70 anni ma non avevo nessuna patologia grave.
        Mia madre nel ’69 si ammalò di asiatica rimase ricoverata diversi mesi all’ospedale e si salvò per il rotto della della cuffia aveva 41 anni . Non c’è bisogno di fare i sapientoni che già di cassate ce ne sparano tante . Ora ho l’influenza ma i virus sono tanti chissà quale ho preso ?
        Mio marito e morto di polmonite pochi anni fa . Aveva 68 anni.
        A cosa servono questi schieramenti, a proclamare la verità ? Quale verità ? Sappiamo una parte di verità , mi pare chiaro .
        Le prese di posizioni estreme sono senza buon senso soprattutto quando c’è di mezzo la salute . Bastano e avanzano i politichesi di qualsivoglia schieramento , bastano e avanzano gli uomini di potere . A me fanno schifo tutti .! Purtroppo si muore anche giovani e anche senza gravi patologie , ai voglia a fare i gradassi . Meglio fare attenzione . Grazie dell’ospitalità.
        Ciao

        "Mi piace"

  1. Coniuge ed io ci siamo vaccinati a vicenda con il tetravelnte un paio di settimane fa.Vuoi mettere la soddisazione di affondare l’ago nei glutei coniugali. Costo 18 euri a dose. Il trivalente, sconsigliato da medico e farmacista era aggratis, passato dal SSN. Fatevi una domanda e datevi una risposta.
    In effetti già a fine 2018 in casa abbiamo avuto tutti i sintomi del COVID19: perdita di gusto e olfatto, febbre a + 38, dolori articolari e tosse grassa. Ma non credo si possa dire, visto che il COVID è del 2019…ci rccontano.
    Comunque mia madre ci ha lasciato a 90 anni e non ha mai avuto sintomi da COVID19. Mi sa che si continua a morire anche senza gli sforzi di Speranza in tal senso.

    Piace a 1 persona

      1. E’ vero il COVID (o chi per lui) ha dimostrato che la favoletta della sanità italiana migliore del mondo era, per l’appunto, una favoletta. Da quando la competenza sanitaria è passata alle regioni, pur mantenendo una strutura statale parallela, i costi leciti ed illeciti della sanità sono raddoppiati; così come sono raddoppiate le poltrone.
        In compenso è diminuito il personale e sono diminuiti i posti letti. Molti ospedali di estrema provincia, aperti solo per logiche clientelari e localistiche, sono stati chiusi, non prima -però- di avere gravato sulla spesa pubblica per anni.
        Per lavoro giro l’Italia e mi capita spesso di passare innanzi a palazzi decrepiti che un tempo furono ospedali. Per fare qulche esempio: l’ospedale di Jesi o quello di Pitigliano, da soli più grandi dell’intero centro abitato che avrebero dovuto servire.
        Oramai gli ospedali pubblici sopravvivono solo grazie alle tanto odiate prestazioni “intra moenia”, che consentono entrate altrimenti insperate nelle casse degli ospedali. L’effetto collaterale è l’aumento dei tempi di attesa per i pazienti che non possono permettersi le prestazioni a pagamento. Requiescant in Pacem

        "Mi piace"

  2. Fai bene Allegro, mi fai morire, anche se so che non c’è niente da ridere. Oltretutto la vicina penserà che sono del tutto andata, questa ride da sola.
    Due i passaggi davvero esilaranti. Un’aspirina ed un bicchierino di grappa e domani sono al lavoro, un’accoppiata fantastica e poi quando hai giustamente minacciato il collega balordo di prenderlo a bastonate se ti trasmette di nuovo il Covid, come darti torto, del resto.
    La prossima volta che ho un problema, vengo a chiedere consiglio a te, d’accordo?
    Buona giornata Allegro, speriamo bene, abbi cura di te!

    "Mi piace"

  3. Ormai non so più a cosa credere, però in questo momento non posso permettermi di ammalarmi, quindi anch’io ho ricominciato a mettere la mascherina nei luoghi affollati.

    😷

    Inoltre ho anche fatto l’ antinfluenzale, nel caso Bubù Burioni avesse ragione, e prendo vitamine e sto lontano dalla quarta dose del vax, nel caso avessero ragione i famigerati “no vacs”.

    🙄

    Comunque oggi più che mai l’importante è scegliere bene con chi si deve stare, e idealmente io mi colloco tra i cosidetti “no vacs”, se non altro in qualità di sostenitore o di socio onorario.
    😎

    Piace a 2 people

    1. L’ unica la sapevano i nostri nonni quando ci dicevano di non metterci le mani in bocca e di non starnutire in faccia alla gente, che non sta bene.
      Prudenza ed educazione, ma sono qualità che abbiamo perso per strada nel tempo e quindi dobbiamo ricorrere a stratagemmi diversi.

      "Mi piace"

  4. Rispetto ogni opinione. Quello su cui sono d’accordo è che se stai male, stai a casa punto.
    Ultimamente in ufficio, la prima cosa che sento dire per giustificare la loro presenza lì, a questi parassiti di colleghi incimurriti e’ “ Ho fatto 3 tamponi e sono negativo eh”con tanto di mani alzate. Io vorrei far ingoiare loro una tastiera. Piangiamo ancora una perdita importante per il Covid, che come volete chiamarlo ci ha messo in ginocchio. Io non ho fobie al riguardo, le ho avute nel momento più cupo per tutti, ma detesto constatare ancora una volta che il vero problema è l’egoismo e l’eccessiva leggerezza verso gli altri. Che sia Covid, influenza, bronchite sinusite, tenetevela stretta cortesemente.
    L’essere umano è veramente “balordo” ( bellissimo termine usato dall’autore ).

    "Mi piace"

  5. Esatto come ho fatto io, ma perchè non glielo fate presente che la medaglia non la danno a nessuno??? Cmq un elogio a te, che hai pensato agli altri prima che a te stesso con la proposta del prolungamento delle ore a chi ne fa poche …complimenti pensiero davvero raro in quanto non egoista e se tutti ragionassimo così non saremmo sempre a pugnalarci costantemente tra di noi

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...