La lite in moto con finale a sorpresa.

Sabato finito di delirare (lavorare) stavo tornando a casa quando un auto non rispettando lo stop si buttava in mezzo alla strada, frenavo evitando l’impatto e mandavo ad alta voce a cagare la deficiente in auto.

La cretina invece che chiedere scusa tirava fuori la mano dal finestrino e con il dito mi faceva un segno inequivocabile, la mano rimaneva fuori col dito alzato.

Io non reagivo e non cercavo neanche di superarla, è una strada dove sei costretto nelle ore di traffico a fermarti spesso.

Infatti dopo 100 metri la fila si è fermata un pedone stava attraversando le strisce.

Mi sono accostato al finestrino ” Sei una grandissima troia, puttana che non sei altro” le ho detto per ringraziarla per il dito e per non aver rispettato lo stop.

Gli sguardi si sono incrociati, ci conosciamo benissimo…..

La deficiente,cretina, troia e puttana è la ex di un mio caro amico. Alcuni, pochi immagino ricorderanno di Mario quello che di donne ne ha avute tante ma proprio tante che nonostante questo si era fatto imbambolare da questa puttana e fatto portar via non meno di 60 mila euro.

Lui era uno di una numerosa lista d’imbecilli che hanno donato spontaneamente a questa donna tutti i loro averi per poi ritrovarsi scaricati e senza soldi.

Due mesi fa uno dei tanti ha vinto la causa contro la troia, che in teoria ora dovrebbe restituirgli 100 mila euro che si era fatta imprestare nel mese che lo aveva circuito e coperto di mussa.

In realtà lei non possiede niente è tutto a nome dei figli.

Un altro che le aveva prestato 30 mila euro, l’ha picchiata per strada, ora lei di euro ne ha chiesti molti di più al giudice.

Potrei andare avanti, sono centinaia gli uomini che le hanno donato soldi senza più vederseli restituiti.

Come detto ci siamo guardati ,visto chi era, mai i miei insulti erano stati più veritieri, ho sorriso scosso la testa e me ne sono andato.

Dall’ultima volta un anno fa che ci siamo visti è invecchiata tantissimo, il volto è pieno di rughe, e la pittura e stucco che aveva addosso non bastava a coprirle i segni del decadimento. Ora lei ha quasi 60 anni e sta truffando un uomo di oltre 80 praticamente obeso e che fa fatica a muoversi, immagino anche a scopare….

Lui (l’obeso)era in macchina, lei era scesa e stava andando non so dove, quando lui l’ha chiamata, lei si è girata e gli ha detto ” Si amore” e mi è venuto in mente il mio amico Mario quello che di donne ne ha avute tante ma proprio tante che al ” Si amore” sorrideva felice…….

26 pensieri riguardo “La lite in moto con finale a sorpresa.

  1. Tendenzialmente evito a prescindere le liti stradali e nello specifico evito di apostrofare le donne con attributi specifici. Al massimo “stronza” o “pezzademmerda”, mi tengo sul neutro (anche se ogni volta devo faticare per trattenermi perchè “rottainculo” mi viene automatico).
    Però c’è da dire che (anche se lo hai potuto verificare solo a posteriori, per quanto tempestivamente) con questa ci stava tutto. Sei assolto. 😉

    "Mi piace"

  2. Sarà perché in gioventù ho tanto peccato, ma, superato di qualche anno il mezzo secolo, di inguaiarmi con una di queste esponenti del matriarcato tossico non è ho proprio voglia.
    Se uno ha ormoni da scaricare si rivolgesse a casa propria o a professioniste dichiarate. In questo secondo caso c’è anche il vantaggio della varietà, se piace.

    "Mi piace"

      1. Ah bene. L’esperienza insegna che quando una donna ti adula ha sempre un secondo fine egoistico.
        Mio padre, in questi casi, era solito dire a mia madre: “O mi stai fregando, o mi hai già fregato”.

        "Mi piace"

  3. attenzione, mai reagire coi paraculi, ifigli di puttana nullatenemti all’occhi der fisco che dal reddito di cittadinanza poi pasderanno alla pinzione sociale o a qiella diteversibilità generosamente elargite dal nostro caro
    amato
    generoso
    variegato
    immaginifico
    bobbolo
    contribuente diretto in busta paga

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...