Cosacchi russi ucraini…..

Mi era venuto in mente visto la demenza che c’è in giro di boicottare tutto quello che è russo, dai grandi autori già morti e sepolti, da atleti, gatti, libri,musicisti ecc ecc… tutti colpevoli di essere russi. Vero che nella bibbia Dio è chiaro quando dice ai suoi angeli ” le colpe dei padri ricadano sui figli”.

Nella mia immensa pirlaggine, avevo pensato di far dire a coloro che ci governano, (una banda di luschi da non credere, disposti a tutto pur di negare la realtà), che Dori Ghezzi dovrebbe pentirsi pubblicamente e rinnegare la sua canzone più famosa, Kazachok, in nome della libertà dell’Ucraina.

E di conseguenza eliminare anche il video dello zecchini d’oro Popoff

Costringendo il povero bambino ormai adulto a prendere le distanze dai russi.

A differenza dei giornalisti RAI sono andato a controllare….

I cosacchi ho scoperto che non sarebbero russi russi.

Dori Ghezzi e il bambino di Popoff salvi.

La verità che quasi tutti parliamo di cose che non conosciamo, o solo per sentito dire.

Ho scoperto che i cosacchi erano un popolo libero, cosacco in turco Kazak vuol dire : uomo libero. Nell’articolo” ne’ un etnia ne’ una nazione, né una professione.” Erano una popolazione nomade che si spostava tra Ucraina, Russia, Polonia e altre zone a me sconosciute, ma si sa che io non sono mai uscito di casa.

Sono finiti al servizio dei russi, ma sentendosi sempre liberi.

Dirò solo che alla fine sono stati deportati nei campi di lavoro russi…. Il resto se v’interessa andate a cercarvelo.

Ora quando si parla di confini, nazioni, popoli spesso ci scordiamo che l’attuale situazione è figlia di compromessi di poteri, ma che non rispecchia la realtà delle cose, e chiaramente non parlo solo dell’Ucraina.

La Palestina un esempio per tutti.

Mentre si mettono d’accordo sui nuovi confini vi lascio con una pubblicità fenomenale.

A breve i nuovi aggiornamenti

9 pensieri riguardo “Cosacchi russi ucraini…..

    1. E’ perchè “non ti informi”… 😀

      UN POST QUALUNQUE.

      Da quando ho cominciato a risentir parlare di Ucraina, non riuscivo a togliermela dalla testa… alla fine il salvifico YouTube (ove ormai si recupera quasi tutto con due clic) me l’ ha restituita in tutta la sua genialità.

      Comunque, brutta bestia i confini. Soprattutto quando sono disegnati da intese altrui e non nostre.

      Piace a 1 persona

  1. Per non parlare del Kurdistan e del Tibet. Giusto altro due questioni internazionali sepolte da decenni. Gli Aborigeni australiani, i Nativi americani. Popoli che non hanno neanche un millimetro di confine. Ahimè 😫

    "Mi piace"

  2. Quella dei cosacchi la sapevo, grazie a Overland quando girò Georgia, Armenia e il Caucaso. Purtroppo c’è una generalizzazione pazzesca, complice il fatto che praticamente nessuno si prende il disturbo di approfondire e verificare. Quella pubblicità me la ricordo!

    "Mi piace"

  3. Io non son uso a parlare di cose che non conosco, proprio ieri ho saputo che questi ucra son tutti nazisti, che sparano a chi non ha il loro sangue e che preferiscono scappare e rifugiarsi nei paesi ove regnano i mortidifame come l’itaja piuttosto che nella loro patria ricca e democratica, la russa

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...