Notizia tragica mi è morto l’uccello.Ha smesso di dare segni di vita.

Ieri mattina è arrivata di corsa dolce consorte gridando di correre giù che c’era un uccello nella stanza.

Io di mio non sono mai corso dietro agli uccelli, volendo solo alle passere.

Visto che gridava sono sceso, e in effetti c’era un passero-a non mi è dato saperlo nella stanza.

Preso, cosa non difficile praticamente non si muoveva ho provato a rianimarlo.

Dolce consorte è andata al lavoro lasciandomi da solo col passero che a quel punto non era più solitario.

Suocera è arrivata allertata da dolce consorte e abbiamo prestato le cure di prima assistenza.

Era un passerotto da nido, forse al suo primo volo…..

Dopo le cure l’ho preso e portato al sole e messo in mezzo all’erba nascosto dai predatori….

Tornato dopo mezz’ora, ero in compagnia di Nontirare e Guardacomeseigrasso abbiamo guardato le condizioni di salute del passero.

Non sembravano buone, infatti non dava segni di vita. Dato un calcetto è parso evidente che fosse morto. “Mi è morto l’uccello” ho detto ” Non da segni di vita” ho finito di dire.

Nontirare si è avvicinata, ha dato un annusata ” morto stecchito ” ha sentenziato”

Poi è stata la volta di Guardacomeseigrasso, si è avvicinato con la zampetta lo ha toccato, poi si è girato verso di noi è ha detto ” vi dispiace se me lo mangio ?” ” Fai pure “abbiamo risposto in coro.

Morto era morto, una vita breve, almeno di lui qualcuno avrà un buon ricordo.

Io e Nontirare siamo andati via lasciando Guardacomeseigrasso solo col suo pasto.

Questa è la vita

17 pensieri riguardo “Notizia tragica mi è morto l’uccello.Ha smesso di dare segni di vita.

  1. Un passerotto così lo aveva mio nonno materno e visse tantissimo, anche più di mio nonno 😮 (che io per di più non conobbi) e così il passerotto lo ha curato mia nonna dopo la morte del marito… fino a quando il passerotto invecchiò così tanto che si impigliava nella gabbietta e ogni volta andava liberato dall’incastro da mia nonna. Lo chiamarono Sasuke 🐦 e alla fine la vecchiaia lo portò via, mentre mia nonna è ancora con noi!

    "Mi piace"

  2. Non c’è scampo. Negli anni abbiamo provato a salvare una decina di rondinini ed una piccola gazza. Seguire alla lettera i consigli dell’amica veterinaria non è bastato. Tutti hanno tirato le zampe (o le alette). Con i gattini rimasti senza mamma abbiamo avuto maggior fortuna.
    Poi la cuginetta di mia figlia trova una piccola gazza, la mette nella voliera dei pappagallini morti da tempo, la nutre con la qualunque (anche spaghetti al pomodoro sminuzzati) e la gazzetta diventa gazza.
    Da tre anni l’uccello staziona sui fili della luce che passano sopra il giardino della cuginetta ed accetta volentieri biscotti sbiriciolati. Darwin non si batte.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...