Suocera vuole che compri del poco buono perché il vino che acquisto è buono e suocero ne beve troppo.

Suocero il vino se lo è sempre comprato da solo. Andava in una cantina qui vicino….

In realtà suocero per anni e anni il vino se lo è sempre prodotto da solo, col il suocero grande bevitore, avevano piantato la vigna e producevano il vino per le loro necessità

Morto il suocero del suocero e sostituito col mio arrivo da un astemio convinto, nessuno in casa oltre il suocero beve vino, se si esclude dolce consorte un mezzo bicchiere annacquato. Il cognato io io io bevitore di vini di alta qualità, il vino del padre non gli è mai piaciuto.

Il vino fatto in casa fa meno male è più genuino ma non è detto che sia di gusto più buono dei vini comprati.

Suocero ha tagliato le viti ed ha iniziato a comprarsi prima il mosto continuando a farsi il vino e dopo qualche anno è passato a comprarsi direttamente il vino.

Da quando suocero non guida più il compito è toccato a me.

Ultimamente ho cambiato il vino, gli ospiti dicevano che il vino del suocero era un cancarone.

Non è vero, di sicuro non era molto buono visto le facce che facevano……

Ho cambiato di mia iniziativa senza dire niente a nessuno.

E’ passato qualche mese e l’altro giorno suocera mi ha chiesto di ricomprare il vino precedente “Non è buono? ” ho chiesto ” no è troppo buono” ha iniziato a dire suocera ” e ne beve troppo ” ha finito di dire.

Dolce consorte mi aveva confermato la qualità del vino, infatti evitava di annacquarlo e invece che mezzo bicchiere beveva un bicchiere intero.

Ora al suocero non è che gli è rimasto molto….. scopare non scopa più, andare nell’orto sua grande passione non ci riesce più come per lo scopare, considerando il rimbambimento non è che che i paceri della vita siano molti , se non il cibo e un buon bicchiere di vino, quindi con suocera sono stato deciso e sincero e le ho detto che avrei continuato a comprare il vino buono.

Inoltre il suocero non l’ho mai visto ubriaco a volte allegro molto allegro e neanche un po’ pessimista in quel momento.

13 pensieri riguardo “Suocera vuole che compri del poco buono perché il vino che acquisto è buono e suocero ne beve troppo.

  1. Quando da parte di mio marito avevano ancora la vigna lo producevano da sé. Quando morì mio suocero continuò mio cognato che però non amava medicarlo, sicché diventava aceto e nessuno lo beveva più, salvo lui. Il bello è che lo metteva in tavola e ci toccava dirgli che non si poteva bere. Però come aceto era molto buono.

    "Mi piace"

  2. Post attualissimo, dopo la bocciatura del quesito referendario del fine vita, peraltro più che giustificata vista la scrittura ebete del quesito.
    Sarò tristanzuolo e relativista, ma in questi mesi ho assistito alle morti di mia suocera e di suo fratello.
    Mia suocera ha sempre condotto una vita integerrima, senza toccare alcolici e sigarette varie. Dopo la morte del marito, negli anni 80 del secolo scorso, non ha mai cercato alternative maschili o femmnili. Poi si rompe il femore, si prende il Covid in clinica e trapassa dopo dieci giorni di agonia da non augurare a nessuno. P.S. tre dosi vaccinali complete.
    Lo zio di mia moglie si è sempre goduto la vita. Sposato a 18 anni per motivi riparatorii, ha passato l’esistenza a girare l’ Italia come rappresentante di commercio. Ogni tanto chiamavano la moglie, e poi i figli cresciuti. per venirlo a riprendere in qualche alberghetto ove il soggetto non riuscvia ad alzarsi dal letto dopo un paio di notti di bagordi, non certo in solitaria. La moglie approvava, sia perchè mantenuta come una regina, sia perchè -da sola- non avrebbe sostenuto le esigenze del marito. Famosa la sera in cui venne ritrovato nudo a Bari vecchia, in mezzo alla strada. A casa sua le pareti erano ricoperte dai piatti del buon ricordo rilasciati da ristoranti di tutta Italia e la cui sola vista porta il colesterolo a 390. Rimasto vedovo a 80 anni, si è gettato, sopra o sotto, la badante moldava. Di sana e robusta costituzione. “‘uarda ‘he femmina. ‘Ndo’ le trovi più?”, diceva ad amici e parenti. La badante aveva anche acquisito il quaderno delle ricette scritto a mano dalla defunta moglie del datore di lavoro. E riproduceva abilmente le pietanze. Grasso a volontà. I figli, subodorato il pericolo, lo hanno fatto interdire, ma un bel po’ di ori sono spariti da casa.Equo indennizzo, direi. Le pellicce e le borsette di marca si sono salvate e ora le sfoggia mia moglie. Mandata via la moldava, gli hanno trovato due filippini. Lui, intristito, aveva cominciato a mangiare e bere di nascosto ed è morto per un blocco intestinale. Almeno, prima di morire, ha continuato a godersela. A proposito, non s’era neanche vaccinato ed aveva supplicato la sorella di non farlo, perche “le inochulazioni passive non me so’ mai garbate”.
    Lo so che è un sito umoristico, ma è tutto documentabile.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...