Tutto ha un limite anche la pazienza. In farmacia, alla 5 volta che una signora ripeteva la stessa cosa e la farmacista rispondeva sempre allo stesso modo….. avevo fretta e mi è partito l’embolo…..

Sabato suocera mi chiede se passo dalla farmacia, è rimasta senza una medicina….

Mentre vado al delirio (lavoro) ho due farmacie sulla strada che fanno orario continuato.

La prima è improponibile, almeno una decina di persone incolonnate, a quest’ora c’è meno personale. Risalgo il moto e mi dirigo alla seconda farmacia, guardo due persone,controllo l’orologio se la farmacista si sbriga sono in orario per il delirio.

La prima signora fa presto, e tocca alla seconda. Una signora sopra 50 anni. La fisiognomica non è dalla sua parte. Donna ben curata vestita alla moda, ma la faccia è quella…..

Si avvicina al bancone c’è solo una farmacista, la conosco è una brava persona e molto paziente.Io sono a tre metri di distanza.

” Mia figlia ha il raffreddore” inizia la signora ” ma sa di questi tempi potrebbe essere il covid ” continua ” ha già fatto tre tamponi veloci, tutti negativi, ma si sa che non sono attendibili ” finisce di dire ” E’ vaccinata?” chiede la farmacista ” si tre volte vaccinata”risponde la signora ” per sua fortuna” dichiara ” se no chi sa a quali guai potrebbe andare incontro” finisce di dire. ” Oltre il raffreddore ha la febbre, altri sintomi ” chiede sempre la farmacista ” No niente febbre e per il resto sta bene ha solo un po’ di raffreddore, ma si sa c’è il covid ” ” porti sua figlia qui dopo le 15 e 30 e le facciamo il tampone ” dice la farmacista “non c’è molto altro da fare ” conclude ” Oggi è sabato è il mio dottore non c’è, cosa dice chiamo la guardia medica? ” Domanda la signora ” Se ha solo un po’ di raffreddore non mi sembra il caso, se vuole essere sicura che non ha il covid venga più tardi che le facciamo il tampone” risponde sempre gentilmente la farmacista ” sa mia figlia lavora in mezzo alle persone, vorrei essere sicura che non ha il covid , vero che ha è stata vaccinata tre volte ma non si sa mai ” insiste

A quel punto la mia pazienza cominciava ad esaurirsi.

” Porti sua figlia dopo le tre e mezza che le facciamo il tampone ” provava a ripetere gentilmente la farmacista.

” Che situazione complicata ” riprende a dire la signora ” meno male che mia figlia è vaccinata tre volte, ma secondo lei? ”

Intanto la fila di clienti si era allungata

” Venga alle tre mezza con sua figlia”dice disperata la farmacista ” ma dice che serve se compro due tamponi veloci? Vero che non sono affidabili” continua

Intanto l’embolo era lì per partire.

” Decida lei ” risponde la farmacista ” Vero che mia figlia ha fatto tre vaccini…. ” a quel punto l’embolo è partito.

” Abbiamo capito che sua figlia ha fatto tre vaccini, e che ha solo un po’ di raffreddore, quante volte lo vuole ripetere? Se si vuole togliere il dubbio per il covid venite oggi pomeriggio e vi fate il tampone. Dovrei andare a lavorare ” finisco di dire con voce abbastanza alterata.

” Mi dia due tamponi veloci ” chiede alla farmacista senza degnarmi di uno sguardo . Esaudito il suo desiderio esce lanciandomi uno sguardo d’odio.

“Siamo a febbraio il raffreddore di questa stagione c’è sempre stato” dico alla farmacista e chiedo la medicina per suocera.

Poi mi è toccato correre in moto per non arrivare in ritardo.

Comunque a chi non fosse ancora chiaro: La figlia della signora era vaccinata tre volte, aveva solo un po’ di raffreddore senza febbre o altri sintomi, di grave aveva solo una madre ansiosa e rompicoglioni.

20 pensieri riguardo “Tutto ha un limite anche la pazienza. In farmacia, alla 5 volta che una signora ripeteva la stessa cosa e la farmacista rispondeva sempre allo stesso modo….. avevo fretta e mi è partito l’embolo…..

      1. Tutto nella norma, diciamo 🙂
        Tu come stai? Gatti ok: per miracolo la settimana scorsa ho evitato che si facessero del male seriamente, ci ho rimediato io un morso e un graffio che non sono ancora guariti. La volontaria ha quindi deciso che era meglio separarle definitivamente e sabato sono venuti a prendere la gatta per darla ad una signora che non ha altri animali a casa.

        Piace a 1 persona

  1. E’ la cultura cattolica. Ogni volta che un italiano o un’italiana vede uno sportello, pensa di trovarsi in un confessionale e ritiene di arrogarsi il diritto di raccontare la qualunque al malcapitato di turno. Questi affini alle gonadi non sono cattivi, sono semplicemente convinti di trovarsi in un momento “sacro”, ma solo per loro.

    Piace a 2 people

  2. Debbo complimentarmi con te per la pazienza esemplare e per l’impeccabile cortesia. Avendo letto “mi è partito l’embolo” temevo che avrei letto qualcosa di molto ma molto più pesante. Invece sei stato educato oltre il dovuto. Merce rara di questi tempi l’educazione, peraltro.
    Credo abbia colto nel segno Mantus, l’accostamento col confessionale è quasi perfetto: l’unica differenza è che almeno in confessionale (che io mi ricordi) si parla piano. Gli ansiosi sono tanti, troppi. Credo che assieme agli ipocondriaci (le cose a volte coincidono, a volte si sommano a volte restano separate e raddoppiano il numero) siano la spiegazione del perchè siamo stati sopraffatti dalla “pandemia”.

    "Mi piace"

  3. Avrei fatto la stessa cosa, anche prima delle tre volte. Confermando alla signora che sicuramente è covid, ma i tamponi che ha fatto a casa erano troppo ravvicinati. È dal quarto giorno che più o meno di manifesta.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...