Tutto è stato sempre precario ma oggi ancora di più. Scricciolo e la casa

Scricciolo ha comprato la casa dei suoi sogni. Casa è esagerato, era un mezzo rudere senza strada in un posto dove neanche i lupi ci vogliono stare. In mezzo alla natura questo si, e senza vicini che ti rompono le scatole il primo è a tre km.

Grazie al bonus del 110% sta realizzando il suo sogno.

E’ la casa dove dovrebbe andare a convivere col suo ragazzo, ma Scricciolo non ha voluto che il ragazzo comprasse casa con lei” si sa mai che ci lasciamo ” mi aveva detto

Per ora il ragazzo che è momentaneamente perso di Scricciolo accetta tutte le sue decisioni senza opporre molta resistenza, ha accettato anche questa scelta. In compenso sta lavorando alla ristrutturazione della casa in tutti i suoi momenti liberi, questo per abbassare i costi, molti lavori sono fatti in ambito familiare.

L’altro giorno Scricciolo mi faceva vedere un video col ragazzo impegnato in lavori pesantissimi…

” Certo che se lo lasci dopo tutta la fatica che sta facendo ” ho detto ridendo. La cosa non è così remota come possibilità. Il ragazzo sta lavorando gratuitamente pensando che quella sarà il loro nido d’amore.

Scricciolo ha sorriso ” ma quando vivremo insieme mica gli faccio pagare l’affitto ” mi ha risposto convinta . ” Una mia amica vive in una casa della madre col suo ragazzo, e la madre vuole l’affitto da parte del ragazzo ” ha finito di dire.

Poi pensandoci su ” magari gli do dei soldi per il lavoro fatto se lo mando via ” Ha provato a proporre. ” Brava segnati le ore che fa non si sa mai , toglici le scopate e guarda cosa esce fuori, magari ti vengono ancora dei soldi indietro ” ho controbattuto.

Tutto è sempre stato precario, ma oggi ancora di più.

34 pensieri riguardo “Tutto è stato sempre precario ma oggi ancora di più. Scricciolo e la casa

  1. Leggere questa cosa per me è l’equivalente di masticare una pallina di stagnola con i molari incapsulati di fresco, in ginocchio su una grattugia mobile mentre con le unghie di tutte e due le mani graffio continuamente una lavagna.
    Sono un convinto assertore della teoria per la quale denaro e affetti devono rimanere ad ogni costo entità separate e distinte: nella malaugurata e deprecabile ipotesi queste vengano a mescolarsi devono essere sistematicamente ed immediatamente – volta per volta – separate, riportando il saldo a zero (questo può essere ottenuto sia per rifusione che per abbuono, posto che se è abbuono lo è una volta per tutte e per sempre, senza ripensamenti o rinfacci).
    Se le cose stanno come dice Scricciolo, ‘sti ragazzi stanno su una brutta china. Spero si tratti solo della sua versione cinica a beneficio del pubblico.

    "Mi piace"

  2. ahaha mi ha fatto ridere la tua proposta, son tornata seria poi per l’ultima riga al post.
    Comunque mi piace il ragionamento di Scricciolo, quando dice che conviene comprarsi da soli la casa… per le spese poi penso sia giusto dividere… e per i lavori? Beh, il lavoro faticoooso puoi mai essere fatto da scricciolo?! 🤭

    "Mi piace"

  3. Congratulazioni a tua figlia, che mi sembra tutt’altro che sprovveduta. Io mi sono trovata anni fa nello stesso angusto tranello.
    Approvo che la casa la acquisti uno solo due due (sono brutale, ma l’esperienza insegna), e non vedo perchè il compagno, abitandoci, non debba contribuire alle spese. Intendo con immenso impegno. Dopotutto vivrà in quella casa, non ci mangerà e basta.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...