Lo diceva il presidente della repubblica Cossiga in tempi non sospetti.” un vile affarista” Ora è Dio in terra. Non c’è più religione.

Tra il picconatore Cossiga e Mattarella due democristiani DOC scelgo Pertini.

Sicuramente il presidente Cossiga negli ultimi anni della sua vita di sassolini dalle scarpe se n’è tolti tantissimi, e se doveva dire qualcosa non si è certo tirato indietro. Si è anche preso la responsabilità di molte porcate successe in questo paese.

La differenza tra Dio Draghi e la classe politica che ci governa e che lui è dieci volte più intelligente e competente di quei coglioni lì in parlamento. Un immorale ma capace.

Ora secondo figlia è meglio avere uno così che una banda d’incapaci che non sanno quello che fanno.

Immagino Dio draghi rivolgersi al suo Dio superiore e dire ” perdonali perché non sanno quello che fanno, e dicono” Questo quando deve discutere nelle riunioni con i capi politici che sostengono il suo governo e lo crocifiggono con le loro richieste.

L’unico al suo livello, come immoralità sicuramente e come intelligenza politica è Renzi, che dopo la sconfitta al referendum non ne ha più sbagliata una, tutti a dirgli che ha il 2% ma con quel 2% ha fatto fare a tutti gli altri coglioni quello che voleva lui. Compreso il Pd e i 5 stelle con a capo Conte.

Vi lascio con una sua battuta ” Se Conte ci tiene tanto a una rete televisiva diamogli Rai Gulp ” Il bello che era stata la stessa battuta che era stata fatto a lui qualche tempo fa ….

PS1 Dio Draghi punta al quirinale, ma a decidere anche questa volta è Renzi. Non serve avere il 33% se si è dei coglioni, basta il 2% se si è immorali e capaci .

PS 2 Di persone come Pertini in Italia neanche più l’ombra.

23 pensieri riguardo “Lo diceva il presidente della repubblica Cossiga in tempi non sospetti.” un vile affarista” Ora è Dio in terra. Non c’è più religione.

  1. sapendoti un rigoroso fautore della “par condicio”, sono sicuro che nei prossimi giorni pubblicherai anche quel che ha scritto su Draghi il WSJ in tempi non sospetti 😀 😀 😀 …. e magari anche qualche passo del Segretario fiorentino (che non è Renzi eh!!!) circa la centralità dell’aspetto morale nel governante perfetto 😉 🙂 🙂 🙂

    "Mi piace"

  2. Cossiga si è portato dietro il “peccato originale” di aver fatto il ministro dell’ interno in un periodo nel quale nessuno avrebbe voluto essere al suo posto. Un po’ come Rutelli che si cuccò Roma ai tempi del giubileo, croci e delizie.
    Per Pertini non ho mai avuto grande simpatia, alle fine gli unici presidenti della Repubblica che mi sono garbati restano lo sventurato Leone, il tranquillo Ciampi e per l’appunto Cossiga che vuoi o non vuoi (io vorrei, non vorrei, ma se vuoi) ci ha dato che ci ha dato. Tutti gli altri pendolano fra l’ insulso ed il dannoso. Lasciamo perdere Mattarella.
    Figuriamoci come posso vedere un eventuale Draghi. Dio ce ne scampi.
    Non sono un gomblottista, ma se lo fossi arriverei ad azzardare l’ipotesi che ci hanno fatto sorbettare l’inettitudine cronica di quel fessacchiotto di Conte solo per farci poi accettare di buon grado Draghi come PDC. Dopo Conte avrei accettato anche Goering, questo è il trucco.

    Piace a 1 persona

  3. L’intelligenza è una virtù che da molti decenni viene messa in disparte e vituperato. Si inizia dalla scuola: è intelligente ma… altre virtù non hanno il ma. Se un bimbo è socievole via a sperticar di lodi, e così via. L’intelligenza distingue inevitabilmente donne e uomini… e la retorica dell’uno vale uno (recente declinazione dell’egualitarismo) la fa saltare in aria. Dopo decenni di sdoganamento dell’intelligenza emotiva, che non distingue ed è molto più egualitaria, siamo arrivati ad avere un parlamento e due governi di soft skillers (a Roma li chiamano sola), non solo impreparati a svolgere determinati compiti, ma anche fondamentalmente ignoranti e mediamente babbei. Quando si finisce ad un passo dalla m. allora si cerca uno che sia intelligente a prescindere, indipendentemente dalle sue convinzioni, storie, prospettive. Stavolta,dopo Amato, Ciampi, Dini e Monti, si è scelto uno ancora più intelligente. L’intelligenza porta sempre il conto alla fine. È il risultato potrebbe anche essere salato. Tanto vale cominciare a capire che forse essere intelligenti non è un male, sin da quando si è piccoli.

    "Mi piace"

      1. Grazie a te. È da un po di anni che vedo la mediocrita’ diffondersi nella società italiana, con effetti devastanti (la politica è solo un caso più vistoso visti i riflettori che ha addosso, in altri settori, meno centrali, ma altrettanto importanti come la letteratura e la cultura in generale, è anche peggio). Opporsi a questo andazzo, ha significato per me passare per un retro’ nel più simpatico dei casi. Non dico cosa capita nel più antipatico. Noto che il tuo blog cerca di lanciare idee che si collegano ad una visione di sinistra della società. Bene, spero che l’intelligenza non venga lasciata a zonzo, riconosciuta a parole solo da quelli di destra, che poi come tutti, alla fine la calpestano. Grazie a te per aver apprezzato. Buona serata. Fritz.

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...