Sindrome di Tourette potrbbe essere un idea per sfogarsi…

Ieri mentre andavo a fare il tampone sono passato davanti ad una attività gestita da un uomo che conosco da moltissimo tempo, da quando era ancora ragazzo. quest’uomo è affetto da sempre da un disturbo credo raro, comunque lui è il solo che conosco. Urla da solo senza motivo. Urla intendo che all’improvviso con uno scatto nervoso si vede anche nel fisico, è come ricevesse una scossa e poi dalla bocca dell’uomo esce un urlo, a volte è una parola con un significato, altre volte un vero proprio verso. Questo a distanza di qualche minuto, qualsiasi cosa stia facendo.

Il paese è piccolo e quelli del posto lo conoscono e ormai non ci fanno più caso, per quelli che non lo conoscono è diverso, soprattutto se lo incontri di notte e sei solo o peggio sola.

” Troia ” è una di quelle parole che gli escono spesso involontariamente dalla bocca.

Immaginatevi di notte da sole, e vedere l’uomo in questione tenuto obbiettivamente male, barba incolta trasandato che cammina nei vostri pressi e all’improvviso gridare ” troia” Lo spavento è notevole. L’uomo è una bravissima persona mai fatto male a nessuno.

L’uomo è riuscito nonostante questo problema a sposarsi ed avere una figlia, cresciuta tra le urla del padre a capocchia, senza mai capire se quando gridava era contro di lei o stava gridando alla cazzo.

Mi scuso se ci scherzo su,ma conoscevo il vicino di appartamento…. La notte in compenso dormiva senza urlare mi raccontava.

Ieri come dicevo sono passato davanti alla sua attività ed ho sentito un urlo, era lui.

Ora l’uomo è quasi della mia età e a quanto pare di cure risolutive non ne sono state trovate, visto che continua imperterrito nel suo grido aiuto.

La malattia è la sindrome di Tourette può essere a diffusione famigliare, per fortuna la figlia non è stata colpita, non oso immaginare la vita in una casa, e in casa dei vicini, con più persone colpite dalla malattia.

La potrei usare come scusa per mandare a quel paese un po’ di persone.

” Imbecille ” dopo tre minuti ” Coglione ” dopo un po’ ” deficente ” e poi… ” Mi scusi ho la sindrome di Tourette pezzo di un cretino”

Chiedo scusa a tutte le persone che vivono questo dramma. Io ho la sindrome del pirlismo e su questa è sicuro che non c’è cura.

24 pensieri riguardo “Sindrome di Tourette potrbbe essere un idea per sfogarsi…

  1. E’ una di quelle cose drammatiche che provocano ilarità, come l’altro giorno parlavamo dell’essere sordi. Dispiace per chi ne è colpito, ma vederli, o sentirli, fa sorridere.

    "Mi piace"

  2. Non conoscevo questa sindrome, deve essere terribile.
    A ogni modo, c’è anche chi urla così, senz’altro da fare, forse per il piacere proprio e il dispiacere altrui. Chissà come si chiama questa sindrome…

    "Mi piace"

  3. Lo sai? Se cerchi su instagram l’hastag #Tourette, escono profili pubblici di persone ce ce l’hanno e che si raccontano. Trovai in particolare due ragazze e una si queste aveva il tic al collo e ripeteva fuck you… pare che spesso queste parole che vengono loro siano parolacce. Non vorrei ricordare male, ma mi pare che disse anche che questa malattia le sorse quando cominciò ad assumere la piccola anticoncezionale… chissà poi se ci sia davvero correlazione.
    Su instagram poi è scomparsa da alcune settimane, dicono per problemi personali, ma ho trovato un’intervista dove si racconta… e mi appare come una persona dolce, anche se dice parolacce! 🙂

    "Mi piace"

  4. Io non so come fai, ma hai un vero talento nel rendere piacevole qualsiasi cosa, anche una malattia come questa. Avevo visto in un programma televisivo una signora affetta da questa sindrome e bestemmiava continuamente. Ma detto da te, tutto ha un sapore diverso. Sei favoloso!!

    "Mi piace"

  5. la sindrome del pirlismo mi ha fatto scoppiare a ridere :-D.. comunque sia è un disturbo più comune di quanto ti appare. Ho conosciuti diversi bambini con quel problema ed è davvero dura averci a che fare. Se te ne trovi uno in classe non fai vita

    "Mi piace"

      1. è difficile far loro capire che quel ragazzo può dire parolacce mentre a loro non è permesso. Aver a che fare con la diversità, come insegnante, presuppone di avere una grande preparazione professionale. Certe cose devi farle capire senza dirle e certe situazioni le devi evitare per contenere il problema.. un bel casino.

        "Mi piace"

      2. beh.. all’inizio ci ridono, poi però ti dicono: “Perché lui può dirle e noi no?” ..e devi saper rispondere a tutto ciò senza menzionare la patologia

        "Mi piace"

  6. probabilmente l’amministrazione comunale c’ha già pensato …. comunque, siccome questo che ci hai presentato non è proprio il primo caso abbastanza “singolare” che ci segnali entro i confini del tuo comune, non sarebbe opportuno contattare Spoon River per eventualmente concordare un gemellaggio?? 🙂 🙂 🙂 (ti viene ufficialmente interdetta la scappatoia del “siccome sono diversamente blogger io non so a cosa stai alludendo”) 😀 😀 😀

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...