Perché Giulio Cesare rovinò l’Italia (e come Draghi la sta risanando)

Ora come avere rispetto di Bruno Vespa come giornalista e scrittore è cosa a me sconosciuta . Questo non toglie che ormai sono trent’anni che ha una sua trasmissione su RAI uno a dimostrazione che il nostro Vespone un pirla non lo è. ( io lo sono e lo ribadisco sempre)

Ad ogni Natale Vespa esce con un suo libro, ed ora imperverserà in ogni trasmissione televisiva e radiofonica su tutte le reti nazionali, regionali e locali, e andrà casa per casa con la presentazione del suo libro che sarà il più venduto sicuramente in Italia.

Io non ho letto il libro, il titolo mi basta e mi avanza: Perché Mussolini rovinò l’Italia ( e come Draghi la sta risanando) Mi pare che non ci sia nessuna leccata di culo.

Ora capisco che per molti Draghi rappresenti Dio in terra e lo venerino, almeno Draghi è visibile, l’altro è più di duemila anni che non si fa vedere. Ma a tutto ci dev’essere un limite anche al lecchinaggio.

Comunque propongo il libro gratis per chi si vaccina per la prima volta . Così non si saprà mai di chi è la colpa se per caso uno si dovesse sentire male (impossibile, ribadiamolo sempre, ma si sa mai ) se è colpa del libro o del vaccino.

14 pensieri riguardo “Perché Giulio Cesare rovinò l’Italia (e come Draghi la sta risanando)

  1. Non hai fatto notare come si intitolavano il penultimo e il terzultimo libro di Vespa: “Perché l’Italia diventò fascista” e “Perché l’Italia amò Mussolini”. Con questo ha completato la trilogia. Speriamo che il prossimo sia “Come l’italia si è liberata di Draghi”

    Piace a 2 people

  2. Ascolta, io non sono qui per lodare Cesare. Il male che l’uomo fa vive oltre di lui, e Il bene sovente rimane sepolto con le sue ossa… e sia così di Cesare.
    🤔
    Però, nonostante andasse anche con gli uomini, secondo me a rovinarlo sono state le donne, specialmente quella buona lana di Cleopatra: e allora, da uomo sempre pronto a rovinarsi per le donne, come potrei non solidarizzare con lui?
    😜

    "Mi piace"

  3. Posso andare un pelo controcorrente ? Non amo Bruno Vespa (preferisco di gran lunga Bruno Mars), però devo dire due cose:

    1) Parla e scrive a modo. Cosa abbastanza rara in un panorama come quello attuale formato per lo più da illetterati (inutilmente) urlanti. E comunque uno che sta lì da quando ci sta lui è tipo Pippo Baudo: può non piacerti ma sicuro è un osso duro.
    2) Spesso i titoli dei suoi libri sono fuorvianti: come d’uso nel mondo giornalistico il titolo la “spara grossa”, poi leggi l’articolo (il libro in questo caso) e vedi che c’è scritto tutt’ altro, a volte l’esatto contrario.

    Essendo l’avido lettore seriale che sono, mi è capitato di leggere (e si, anche comperare) quello intitolato “Perchè L’Italia amò Mussolini”. Devo dire che sì, fino ad un certo punto mantiene la promessa del titolo (perchè ragazzi, siamo sinceri, l’ Italia vuoi o non vuoi in un certo senso lo amò davvero, Mussolini) ma poi prende un’ altra piega e “bilancia” con l’ altrettanto odio che seguì. E’ storia, storia brutta ma pur sempre storia.

    "Mi piace"

    1. Concordo sul fatto che si tratti di un osso duro. Un vecchio osso duro, forse troppo vecchio per essere ancora lì (pensione niente?) è troppo duro per poter ammettere che qualcuno non la pensi come lui. Almeno questa è l’idea che ho del personaggio, per quanto posso vedere. Sui libri che scrive non mi esprimo non avendone mai letti.

      "Mi piace"

  4. Allora AP, funzione così: tu vai a vaccinarti, poi torni a casa e mangi 3 pagine del libro di Vespa. Per renderle più appetibili ti consiglio di farle a pezzettini della dimensione di francobolli e di condirle con Olio, Sale e Pepe. Non usare l’aceto, mi raccomando.
    Fatto questo vai da Alcatraz e le prometti un lascito testamentario. Poi dai una carezza a Nontirare ed a Guardacomeseigrasso. Torni dentro casa e mangi la quarta pagina del libro di Vespa. A quel punto saluti dolceconsorte e figlia, promettendo di proteggerle dall’alto, mangi altre tre pagine del libro di Vespa e vai a letto. Studi scientifici hanno provato che il coronavirus muore se messo a contatto con le parole di vespa, anche se in forma di francobolli. La mattina successiva starai così bene che chiederai di poter lavorare 16 ore filate al Delirio.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...