Altro che mascherina, cipolle a gogò.

Dopo aver letto che la quercetina, una molecola di origine naturale contenuta nelle cipolle rosse è un inibitore per il covid ecco la mia soluzione. Oltre la molecola inibitrice, mangiando tante cipolle il distanziamento dal prossimo è assicurato.

Ieri suocera mi dice c’è da raccogliere le cipolle. Vanno raccolte e poi messe ad asciugare.

La mia grande sorpresa nello scoprire che abbiamo almeno un quintale di cipolle, ora vi chiederete chi è il pirla che l’ha piantate ? Lo riconosco mi sono fatto prendere la mano.

Tre tipi: bianche, poche piacciono solo a me, le rosse piacciono a tutti , tante, e quelle di Tropea per provare, poche.

Piantate, usate un po’ fresche come cipollotti, e poi dimenticate nel terreno, le cipolle fanno tutto da sole.

“Vendile” direte. E’ un problema, quasi tutte pesano quasi un chilo, solo le bianche sono rimaste piccole, si fa per dire. “

Nessuno vuole una cipolla da 1kg, almeno che non la deve tirare addosso a qualcuno.

Invece di vaccinarmi mi mangio due kg di cipolle al giorno ed è sicuro che ottengo il giusto distanziamento da tutti, compreso dolce consorte. ” regaliamole ” ha proposto tutta preoccupata.

Stasera si inizia , zuppa di cipolle alla toscana. altro che regalare.

38 pensieri riguardo “Altro che mascherina, cipolle a gogò.

  1. Giuro che non ho mai visto cipolle enormi da 1 kg. Sono ottime per essere date in testa a certi individui.
    Titolo del Secolo XIX:
    il Cavalier Stocazzo, sfruttatore dei lavoratori, evasore fiscale ed intimo della cosca mafiosa Minchiarella, è stato trovato morto nella sua abitazione. Si cerca l’arma del delitto, ma gli inquirenti hanno trovato solo un’enorme cipolla da 1kg.

    Piace a 2 people

  2. Le rosse io le metto sottaceto, durano parecchio, e quando vuoi insaporire un’insalata verde, dei pomodori o qualunque altra cosa le hai già pronte.
    PS: non hai idea di quanto invidio quelli che affettando le cipolle piangono: a me basta anche solo sbucciarle per sentirmi trapanare fino in fondo al cervello come se mi stessero scartavetrando il nervo ottico.

    Piace a 1 persona

      1. Vanno affettate sottili, messe in un vaso, aggiunto sale per 1/15 della capacità del vaso (un vaso da mezzo litro circa 30 grammi), aceto bianco per 1/6 della capacità e poi acqua fino a riempire, e ce ne va all’incirca tanta quanto l’aceto, però io preferisco fare 40 aceto, 40 acqua e 20 vino bianco. Sono pronte dopo circa una settimana.

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...