Sabato è stato giorno di addii.

Al delirio (lavoro) come già annunciato hanno lasciato a casa alcuni dei ragazzi presi questa estate. In realtà sarebbero serviti ancora….. ma nulla può il buon senso contro l’arroganza, visto che paga la ditta, la ditta preferisce che il lavoro non sia fatto che continuare a sottopagare qualcuno per farlo, contenti loro contenti tutti, alcuni miei colleghi per non sbagliare e per non rischiare di lavorare troppo si sono messi in malattia.

Ma non è di questo che volevo parlare. Ad uno dei ragazzi un ventenne che si era diplomato un anno fa, ho chiesto “Ma tu cosa vorresti fare nella vita ?” ” Lavoro di ufficio ” mi ha risposto ” poi va bene tutto, anche questo non andrebbe male è vicino a casa ” ha finito di dire.

” Non hai capito” ho detto ” Cosa vorresti fare nella tua vita? Quale sono i tuoi sogni? Quale lavoro vorresti fare ? Lascia perdere quello che farai, ma il tuo sogno?”

” Bella domanda, sai che non ci ho mai pensato ” ha risposto .

Ora che un ragazzo arrivato a vent’anni non abbia mai pensato a cosa fare della sua vita mi sembra strano ” Un lavoro di ufficio non è un lavoro, detto così. ” Ho continuato” Avrai qualche idea sul tuo futuro? ” ho finito di dire.

No nessuna idea vi garantisco, il vuoto nei suoi occhi e nei suoi pensieri.

Anche gli altri non brillavano certo per aspettative, quello che viene va bene, basta che sia un lavoro fisso , va tutto bene.

Abbiamo milioni di giovani e meno giovani in queste condizioni , contratti a tempo e lavori sempre più precari, e senza più aspettative per il loro futuro e dall’altra parte gente che con contratti a tempo indeterminato che se vanno in malattia per non rischiare di lavorare troppo…..

In tutto questo la politica, che sia di destra o di sinistra nulla cambia, fatta da incapaci mandati da noi , e un paese che va in malora.

E sta arrivando l’autunno …..

35 pensieri riguardo “Sabato è stato giorno di addii.

      1. chi vuol mantenere lo status quo non si può permettere che i sottomessi immaginino un futuro senza di loro e senza le loro regole. Ed ecco che spuntano politici senza programmi ne progetti, messi li solo per far accapigliare le tifoserie

        "Mi piace"

  1. Purtroppo per avere il coraggio di avere dei sogni e di coltivarli bisogna essere molto forti, e al momento attuale è molto difficile soprattutto per i ragazzi perché non riescono a vedere un futuro!

    Piace a 1 persona

  2. Quanta amara verità nel tuo post.
    E te lo dice una che ha avuto proposta di contratto a tempo indeterminato dopo 21 anni dall’entrata “ufficiale”(cioè con regolare contratto, non al nero)nel mondo del lavoro. A differenza del ragazzo di cui racconti, io avevo il mio sogno ben chiaro in testa, a vent’anni. Ma si è dissolto pian piano come polvere nel vento, perché dovevo campare sulle mie sole ed uniche spalle… perciò, si, andava e va bene qualsiasi cosa, pur di sbarcare il lunario a fine mese….

    Piace a 1 persona

      1. Ormai, ad oggi, è estremamente irrealistico continuare a pensarci… Malgrado questo, una parte di me tutt’ora non si rassegna e ogni tanto ho “picchi” di tentativi di cercare di afferrarlo ancora. Ma so che mi illudo e basta, a meno che non si verifichi una gran botta di culo…

        "Mi piace"

  3. Il “mi piace” al post proprio non me la sento di metterlo! Che tristezza… e pensare che una volta laaciasci un lavoro e subito ne trovavi un altro, così diceva Sveva Casati Modignani in una sua intervista che vidi ieri…

    "Mi piace"

  4. Eliminando le certezze delle persone le si rende più vulnerabili e manipolabili. Vengono tolti i punti di riferimento come la famiglia, il lavoro, la cultura formativa etc (ora con il Covid mi sembra si stia azzardando ad agire anche sui rapporti sociali (reali). Ogni generazione resta a guardare arroccata nei suoi privilegi rispetto alle successive. Ognuno pensa per sé (questa la mia percezione quando cercavo un lavoro) in una realtà lavorativa corrotta al ribasso. E così il sogno di fare qualcosa che piace viene declassato nel sogno si avere qualcosa di fisso per sopravvivere.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...