La verginità….. ricostruita.

Ieri ho raccontato dell’amico vergine, e di come per un uomo dire che è vergine sia in qualche modo imbarazzante , oggi racconto di una ragazza…

I fatti sono veri, cambierò qualcosa per ovvi motivi. la confidenza non è stata fatta a me.

La ragazza, la chiameremo Sonia , ha 23 anni ed è vergine, cattolica praticante, in casa gli hanno inculcato l’idea che la verginità sia un valore, e che il sesso si fa solo col marito e solo dopo sposati.

La ragazza è carina, ed ha già avuto due spasimanti, ma sotto il controllo attento della famiglia, ma le cose per la troppa pressione della famiglia della ragazza non sono andate a buon fine, comunque oltre qualche bacio la ragazza non è mai andata.

Sul lavoro incontra Marco, ragazzo fidanzato e prossimo alle nozze con una ragazza dello stesso paese, lui inizia a fargli una corte serrata, a Sonia Marco piace tantissimo, e gli piacciono anche le attenzioni di cui lui la ricopre, e quindi inizia con lui quello starno gioco della seduzione, a cui i due amano giocare.

Lei chiaramente all’inizio alle avance sempre più intime gli dice no, sei fidanzato ti devi sposare, non puoi venire a fare lo scemo con me……..

Lui insiste, e comincia ad illuderla, gli dice che si è innamorato di lei, e potrebbe lasciare la sua ragazza ad una condizione, che prima lei gli dia la prova d’amore. Lui sa perfettamente che lei è vergine, forse questa cosa lo eccita maggiormente.

Sonia all’inizio rifiuta, ma poi l’idea che lui lasci la ragazza per lei, e che la sposi si fa strada nella sua mente, Marco tutto suo…

Passa qualche mese in cui lui tutti i giorni insiste, sul cellulare la riempie di messaggi d’amore che lei si affretta a cancellare, l’ultima volta aveva preso delle sberle dal padre perché si sentiva con uno senza la sua autorizzazione, immaginarsi cosa sarebbe potuto succedere ora che si sentiva con un ragazzo fidanzato e prossimo alle nozze.

Sonia alla fine cede è innamorata, lui le promette di lasciare subito dopo la ragazza….

Così un giorno succede.I due si vedono di nascosto da tutti e provano. Vuoi la tensione, vuoi i sensi di colpa di lei, vuoi la paura del dolore, quando lui prova a penetrarla lei comincia a gridare e gli dice di smetterla, lui prova a tranquillizzarla, ma ormai Sonia è entrata nel panico non vuole più, Marco prova ad entrare ma non c’è niente da fare è come sigillata.

Sonia entra nel panico, ha paura di aver perso la verginità e di essere non si sa come rimasta incinta, la ragazza ha 23 anni ma in questo campo è una dodicenne poco cresciuta. e non potendo e non volendo non si confida in casa, ma si rivolge ad una parente lontana che gli darà i consigli giusti, ma farà diventare la confidenza il segreto di Pulcinella.

Passato il pericolo mai avuto della gravidanza, rimaneva il problema della verginità…..

Si chiama imenoplastica ed è un intervento per ricostruire l’imene, il costo non è esagerato con 1500 euro tornate come mamma vi ha fatto.

Ho letto di donne che si sono fatte ricostruire l’imene come regalo per l’anniversario di matrimonio, alla scemenza occidentale non c’è limite.

Negli stati uniti è molto praticata, ma là sono i più dementi di tutti, almeno nei paesi mussulmani ha un senso per la donna, evitare di essere ripudiata con tutte le conseguenze del caso.

Negli Stati Uniti ho letto di donne al terzo matrimonio che si sono fatte ricostruire l’imene, come regalo di nozze al prossimo demente che le sposa.

Mi manca che Cicciolina si faccia ricostruire l’imene nell’anniversario della prima volta che l’ha data e siamo apposto.

Torniamo a Sonia, questa cosa della verginità per lei stava diventato un vero incubo, così la sorella grande venuta a sapere dai social di Sonia è intervenuta, o meglio l’ha fatta visitare da un ginecologo… e poi non si sa, le voci dicono che si è sottoposta all’operazione, ma non c’è certezza.

Marco dopo qualche mese dal fatto si è sposato, ma già prima si era trasferito di paese cambiando anche posto di lavoro.

Sonia continua ad aspettare il suo principe azzurro che avrà in premio la sua purezza…..

Ora che i cinesi nel commercio sono dei geni è risaputo, hanno inventato un imene di plastica da piazzare strategicamente con sanguinamento assicurato, le vendite sono un vero boom sul mercato online.

Si può tornare vergini tutte le volte che si vuole.

62 pensieri riguardo “La verginità….. ricostruita.

  1. E pensare che in realtà l’imene non l’hanno proprio tutte, infatti si può anche nascere senza… a dimostrazione che non è quello che indica se si è vergini o meno. Anzi, l’imene ad alcune è così delicato che si può anche rompere facendi semplicemente sport, e magari non è mai stata con un ragazzo!
    In quanto a Sonia, avrebbe dovuto pensate anche al fatto che chi ti fa la corte mentre è quasi sull’altare, potrebbe ripetere il gioco se decidi di sposartelo.

    Piace a 1 persona

      1. La verginità di per se non è un valore .Lo diventa se è una scelta consapevole, in cui dietro ci sono valori in cui si crede veramente.
        Premesso che la verginità femminile è un valore, quella maschile no, fatti due domande.

        "Mi piace"

      2. La fedeltà di per sé non è un valore.
        Lo diventa se è una scelta consapevolmente,in cui dietro ci sono valori in cui si crede veramente.
        Premesso che la fedelta femminile è un valore, quella maschile no.

        Possiamo sostituire con lealtà, sincerità, fiducia.

        Vale per tutti u VALORI.

        Fatti due domande.
        I VALORI prescindono dalla semantica culturale di riferimento ma molti ne sono talmente schiavi che, persuasi della propria “controcorrenza”, non riescono a liberarsene e a raggiungere il grado zero del linguaggio.

        Ardua impresa.

        Piace a 1 persona

      3. Scusa ma non è abbastanza caldo per non risponderti. I valori per te vanno bene solo se sono laici, dettati dal “ragionamento”, quelli che vengono dalla fede (qualunque essa sia) sono solo cazzate… E chiudo qui, perchè tanto è inutile.

        "Mi piace"

      4. Scusa lo dici alla persona sbagliata, io ho rispettato la scelta di dolce consorte e non è stato per un mese… C’è un pezzo dove lo racconto . Io rispetto tutte le religioni, se dietro c’è scelta e ragionamento, in questo caso c’è un imposizione familiare più che una scelta della ragazza.
        Io ho molti amici nel campo religioso, e molti miei pezzi lo dimostrano, non amo l’ipocrisia di molti che si definiscono cattolici.
        Una mia amica d’infanzia aveva rapporti anali( Con molti) perché doveva arrivare vergine al matrimonio. La purezza è nella testa.
        Certo che se la donna da prendere ad esempio nel mondo cattolico è la Madonna che non ha mai fatto sesso stiamo freschi.

        "Mi piace"

      5. Non puoi parlare seriamente di una ragazza che ha rapporti anali per conservare la verginità anatomica. Io parlo della castità come valore spirituale, anche al di là della fede. Ma non puoi capirlo. E io non ho voglia di litigare

        Piace a 1 persona

      6. Proprio perché conosco il tuo contesto familiare mi dà fastidio che tu disprezzi certi valori o che tu faccia finta di non comprenderli. Anche solo scrivere un pezzo come quello di oggi, è un modo per irriderli. Basta leggere i commenti che hai raccolto. Prevedibili. Alcuni penosi. Ma a te piace provocare, ci sguazzi. Come ho detto, non voglio litigare. Anche perché siamo persone intelligenti, e quindi ognuno resterebbe della sua idea.

        "Mi piace"

      7. Ma giustamente tu hai trovato il modo di riderci sopra, del resto è quello che fai nei tuoi pezzi. E comunque, che tu ci creda o no, ci sono anche uomini che si impegnano, con grandi difficoltà, per arrivare vergini al matrimonio, non per imposizione della famiglia, ma per convinzione.

        "Mi piace"

      8. Credo di aver raccontato di un mio amico d’infanzia, che ha fatto questa scelta, ma ho anche raccontato del mio amico sacerdote che ha lasciato l’abito per una donna divorziata, credo di aver spaziato in questi campi. Sempre con ironia. Comunque volendo poi

        "Mi piace"

      9. Ripeto che non voglio litigare, e non volevo nemmeno criticare il tuo blog. Certe cose mi danno fastidio, ma il problema è mio, non tuo. Soprattutto, visto che ne ho parlato con altri, fuori di qui, mi è sembrato giusto dirti cosa pensavo.

        "Mi piace"

  2. Al di là dell’imenoplastica e di chi se la fa, su cui va steso un velo (non di plastica) pietoso, non è carino e corretto ridere di quello che per qualcuno è importante, al di là delle motivazioni. Ognuno ha i suoi valori, e non si discutono.

    Piace a 3 people

  3. Che nel 2020 qualcuna/o (diciamo dai 16 anni in su) pensi che la verginità sia un qualcosa di cui andare fieri mi mette tristezza. Il sesso tra esseri è una delle cose più normali e piacevoli che esistano. Solo religioni oscurantiste possono ridurre il
    sesso a “peccato”. Pentitevi!!! Siete vivi solo per espiare il
    peccato originale! … che pena.

    "Mi piace"

  4. Mi fa pena quella ragazza poverina perché è chiaro che è stata plagiata dalla famiglia, tutta la preoccupazione per la verginità nasce da quello, non dal valore che lei intimamente gli da.
    Comunque in questo modo e con quella famiglia si finirà di rovinare la vita se non si stacca, deve trovare lei qualcuno con cui dividere la vita e non la famiglia!

    "Mi piace"

  5. ma argomento apparentemente ludico, ma in realtà pesante, sia per chi pensa che si possa tornare vergini con una operazione e per chi di questo un po’ si fa beffa, sinceramente non saprei cosa dire
    solo che vado a afre lacena!

    "Mi piace"

      1. Faccio un riso con un “pesto” per modo di dire di spinaci cotti in padella con olio un po’ d’aglio dei pinoli e poi frullati come crema magari aggiungo un po’ d’olio e aggiungendo tanto parmigiano !! Ottimo davvero

        "Mi piace"

      1. Lo so… E’ solo che ho trovato questo articolo e, visto che mi è sembrato interessante, l’ho condiviso qui.

        So della becera usanza del lenzuolo… Per carità!

        Serena notte. 🙂

        "Mi piace"

  6. Ciao.
    Ti chiedo scusa per averti offeso – è evidente che ti sei offeso, ma ti prego di credere che volevo solo scherzare e che non ho mai avuto la benché minima intenzione di denigrarti, altrimenti non avrei scritto quelle cose pubblicamente sapendo benissimo che le avresti lette.
    Per quanto riguarda gli errori di grammatica, è vero che mi avevi chiesto di correggerti, ma è anche vero che non hai mai seguito i (pochissimi) suggerimenti che ti ho dato (per esempio di usare “le” anziché “gli” quando intendi “a lei”), quindi davo per scontato che anche questo fosse uno scherzo.
    Ripeto, mi dispiace che te la sia presa perché non ho mai voluto né dileggiarti né denigrarti. Spero che tu voglia accettare le mie scuse.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...