La vendemmia e il cambiamento. 3 parte.

Il viaggio nella terra natia oltre alle due proposte di matrimonio ha portato molte altre cose: per prima cosa il rapporto con mia madre ha subito una svolta in positivo.

In quelle ragazze ho rivisto mia madre, lei ragazzina con i suoi sogni le sue speranze, un mondo semplice, dove l’aspirazione massima era quella di trovare un buon marito, fare figli e cercare nel possibile di stare meglio.

Nessuna di quelle ragazze aveva continuato gli studi, molte non avevano finito neanche le medie, nei piccoli centri erano poche le ragazze a cui era consentito andare avanti con la scuola, dipendeva molto da che famiglia provenivi, se venivi da una famiglia povera il lusso di studiare era solo per i figli maschi, ma anche per i figli maschi non era cosa semplice, la povertà è una brutta bestia.

Mio zio, amava la sua campagna(terra) più di ogni altra cosa al mondo, credo di non aver mai visto uno così innamorato, la curava con un amore immenso, non si sarebbe mai staccato da lei, anche negli ultimi anni della sua vita ormai novantenne, malato, non poteva stare lontano da lei, forse avrebbe vissuto qualche anno di più rimanendo qui da noi in Liguria in casa da mio padre, era stato male e dato per spacciato ,portato su lo avevamo ripreso per un pelo, curato, e rimesso in piedi, ma appena era stato in grado era voluto tornare nella sua amata terra….. Sorella lontana raccontava ( stava da lei gli ultimi tempi) che si faceva portare quando era possibile nei suoi terreni e solo lì stava in pace.

Apparentemente non mi era successo niente di così rilevante, ma in me era cambiato qualcosa, quel qualcosa che avrebbe cambiato il mio approccio alla vita.

Tornato, dopo poco, mi era stato offerto un lavoro, esattamente quello da cui ero scappato da mia madre,(scherzi del destino) certo questa era una ditta grande, che poi sarebbe diventata grandissima,( sono ancora in azienda) ho accettato, ma nel frattempo avevo capito che nelle cose che fai, anche in quelle che non ti piacciono ci devi sempre mettere il cuore, ogni cosa va fatta col cuore, è questo che fa la differenza, bisogna amare e dare colore alla nostra vita. Io non credo di poter cambiare il mondo, ma nel mio piccolo il mondo che mi circonda è diventato simile a me .

ps La ragazza si è sposata con un bravo ragazzo. ed ha avuto due bambini, è andata a vivere in un paese lì vicino. Riconosco che quando ho accettato il lavoro un po a lei ho pensato, ma non era lei nel mio destino.

5 pensieri riguardo “La vendemmia e il cambiamento. 3 parte.

Rispondi a Polibio & The Family Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...