Figlia e sogni strani.

Mentre tornavo a casa ieri notte ascoltavo la musica, ero in automobile, continua a diluviare, lo scooter rimane ai box.

Qualcuno un po pi anziano si ricorderà la canzone- Due ragazzi nel sole -dei Collage novembre 1976. Fu un grande successo di quei tempi, poi il complesso fece qualche altro pezzo carino e poi scomparve.

Figlia ha 23 anni, allora ne aveva 13, si svegliò una mattina dicendo ” nella canzone due ragazzi del sole, non c’è nessun riferimento che lei è una ragazza.”

Premessa il cantante è un uomo, e la canzone è la storia di due ragazzi, uno maschio e uno femmina che si trovano in un prato e fanno quello che devono fare visto che sono innamorati, questo secondo la mia e credo idea di tutti…….Anche di quello che ha fatto la copertina del disco infatti ci sono due ragazzi un maschio e una femmina.

Questa è una canzone che fa parte di alcune raccolte di cantanti vari che ho in casa, ma non fa parte delle canzoni che ascolto abitualmente, quindi figlia l’ha ascoltato qualche volta come altre centinaia di canzoni.

” Non dire stupidate ” Forte del ricordo della copertina e di parte del testo.

Figlia ” non c’è nessun riferimento che l’altro sia una donna ” ribadisce senza mezzi termini. Io l’ultima scommessa l’ho persa che ero adolescente, ed avevo ragione, mai avere come unico testimone la ragazza della controparte, ma lasciamo perdere…..

Davanti a tanta sicurezza al scommettiamo della figlia, non ho scommesso, abbiamo messo la canzone ed ascoltato…… una due volte aveva ragione non c’è nessun riferimento al fatto che l’altro sia di sesso femminile, potrebbe essere tranquillamente la storia tra due ragazzi di sesso maschile.

Un altra volta si è svegliata con un fastidio mentale dovuto a Dante Alighieri per una delle sue terzine più famose – Paolo e Francesca- Amor, ch’a nullo amato amar perdona – figlia avrà avuto 17 anni mi ha recitato il verso a memoria ed è partita con l’attacco. In tutte le traduzioni si dice – che l’amore non permette a nessuna persona che venga amata di non ricambiare- “Quale enorme stupidata” ha detto.

Siamo andati in rete, come al solito aveva ragione, si vede che è mia figlia.

9 pensieri riguardo “Figlia e sogni strani.

  1. Di canzoni non so assolutamente nulla e se tu scommettessi con me su quell’argomento vinceresti sempre.
    (Meglio per me non scommettere, dunque.)

    Di Dante invece un poco pochino ne so: ricordo bene che quell’endecasillabo (fra parentesi: è “amar perdona”, non “amor perdona”) non si trova in un sonetto ma in una terzina dell’Inferno, Canto V.
    A parte questo, non ho ben capito che cosa abbia contestato figlia. Da sempre la critica dantesca è concorde sul fatto che quel verso si presta a molteplici interpretazioni, compresa quella che figlia considera una stupidata; lo puoi leggere qui:
    https://it.wikipedia.org/wiki/Amor,_ch%27a_nullo_amato_amar_perdona#La_storia
    Può darsi che (anche) qui avessi ragione tu.

    "Mi piace"

    1. Rileggendo mi sono accorto che c’è stato uno scambio di -a- e -o-.
      Non è
      Amor, ch’a nulla amato amor perdona
      ma
      Amor, ch’a nullo amato amar perdona.
      Secondo l’interpretazione più comunemente accettata significa che l’amore costringe chi è amato a amare a sua volta: tua figlia non è d’accordo?

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...