La legge del mare e fraintendimenti.

La legge del mare è una cosa giusta e sacra, così togliamo ogni dubbio sul mio pensiero, se una barca va a fondo vanno salvati i suoi occupanti.

La domanda però che ci dobbiamo porre è: ma se io affondo volontariamente la barca, o mi metto volontariamente in condizione di estremo pericolo perché so che esiste questa legge, e quindi tra virgolette l’ obbligo di salvarmi , la legge del mare ha sempre valore ?

I trafficanti di uomini prendono dei disperati dopo essersi fatti pagare, li portano in mezzo al mare e li abbandonano su imbarcazioni fatiscenti e chiamano i soccorsi, sapendo che ci sono leggi internazionali che dovrebbero costringere le navi di soccorso a portare i disperati in un porto sicuro.(Italia )

Ora la legge del mare cosa antica, non aveva certo pensato a questa eventualità, che la gente si mettesse volontariamente in pericolo, per poter essere così salvata e raggiungere il proprio scopo, approdare così nel mondo occidentale.

Ora la si può pensare come si vuole, ma a me così mi sembra una grossa presa per il culo.

Inoltre va detto che approdati qui, anche chi non avesse nessun motivo o diritto per rimanere in Italia, per leggi fatte da balordi, e per accordi internazionali, gli puoi dare solo un foglio di via, che di solito viene usato per pulirsi il culo

E’ palese che in queste condizioni l’unica scelta rimane quella di non far più approdare nessuno.

Ai buonisti, quello che successo prima è una presa per i fondelli ora le persone vanno salvate e fin qua nulla da dire, è il resto che non va , e se non si trova una soluzione, qualcuno andrà al 90% dei voti, soprattutto se continuate ad andare in televisione a dire le cazzate che dite.

Ai cattivisti, giocare sull’immigrazione per prendere voti aumentando l’odio e il razzismo non è cosa buona ne giusta.

La cosa più facile da fare a questo punto è rendere non sicuri i nostri porti, e in questo sono sicuro dovremmo essere bravissimi. ( vedi autostrade, ferrovie ecc…)

10 pensieri riguardo “La legge del mare e fraintendimenti.

      1. Vanno salvati ma non poi portati tutti in Italia come succede sempre perché una volta che li hai presi teli tieni (così agisce l’Europa). Farli entrare in Italia senza avere poi le condizioni per poterli ospitare nel giusto modo diventa un martirio per loro e per gli italiani. Quindi per ora l’unica soluzione è non farli entrare…a bivaccare nelle stazioni, nelle piazze o nei giardini ce ne sono già troppi.

        "Mi piace"

  1. Fermo restando che si deve sempre tentare il salvataggio di chi si trova in una situazione di pericolo, indipendentemente da come ha finito per trovarcisi, vorrei farti delle domande, però una per volta.
    La prima è: per te non c’è nessuna differenza fa quelli che chiami “trafficanti di uomini” e quelli che chiami “disperati”?

    "Mi piace"

    1. Il traffico umano rende più che la droga.
      I trafficanti approfittano di questa situazione per arricchirsi, anche se so perché ho visto e letto molto che chi guida i barconi spesso sono dei disperati anche loro, chi guadagna non si sporca le mani. Disperati sono persone che vorrebbero un futuro migliore, e nel loro paese non hanno speranza.
      Come dicevo l’altro ieri tra un po saremo dieci miliardi 3 miliardi di più, quasi tutti provenienti dalle zone più povere. Ai tempo a mettere su muri, ed affondare barconi

      "Mi piace"

      1. Bene, volevo solo sapere se per te i disperati e coloro che guadagnano sulla loro pelle stanno sullo stesso piano.

        Seconda domanda, un po’ più complessa nella formulazione, però dalla risposta più facile. Forse.
        Sei un migrante e ti trovi a bordo di un barcone, sei appena entrato nelle acque territoriali italiane quando vieni sorpreso dalla guardia costiera. Hai due possibilità: a) affondi il barcone costringendo la guardia costiera a salvarti, pur sapendo che, per via dell’articolo 428 del Codice penale, farai da cinque a dodici anni di galera; b) non opponi resistenza e ti fai riaccompagnare in Libia, dove con tutta probabilità verrai chiuso in un lager, brutalizzato, torturato e infine ammazzato. Scegli a o b?

        "Mi piace"

      2. Il problema non sono i migranti paradossalmente , il problema è che il potere del mondo è in mano ai dei delinquenti rispettati e invidiati, dove il Dio denaro la fa da padrone. Tutto quello che succede e conseguenza .
        La mia risposta la c

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...