Disavventure romane il Colosseo quadrato ( seconda parte )

Riprendiamo, alla mia sinistra ho visto un distributore e mi sono diretto in quella direzione. Dopo il distributore c’era un comando di Polizia e la strada finiva lì, una stradina che andava a destra, e invece andando avanti a sinistra la strada a tre corsie ma senza nessun marciapiede, tornavo indietro e chiedevo dal distributore al benzinaio ed ad un automobilista. Il benzinaio mi guardava come se fossi uno dei cinque uomini più scemi conosciuti nella sua vita e non rispondeva, l’automobilista da scocciato” sempre a sinistra” Tornavo indietro ma a sinistra c’era solo la strada a tre corsie con macchine che sfrecciavano a velocità sostenuta.

Per l’ennesima volta tornavo indietro ( tutto sempre sotto la pioggia ) ed incontravo un signore molto simpatico a cui facevo la domanda ” sempre a sinistra ” rispondeva divertito, le mie condizioni di sicuro lo facevano ridere. ” ma a sinistra c’è solo la strada a tre corsie senza nessun marciapiede, e piena di pozze di acqua ” rispondevo sconfortato. ” e allora? è lei che vuole andare a piedi al Colosseo quadrato, io cosa ci posso fare? Se ci vuole andare quella è la strada ” E con un bel sorriso mi salutava.

La mia testardaggine non ha pari, sotto l’acqua che veniva copiosa, mi avventuravo nella strada a tre corsie cercando di camminare il più vicino al bordo, o in mezzo all’erba alta dove si poteva, dopo un centinaio di metri circa la salvezza, rispuntava un marciapiede.

Le mie condizioni a quel punto erano uguali ad uno che si fosse tuffato in mare tutto vestito.

Preferisco non pensare ai pensieri fatti dagli automobilisti che mi hanno visto camminare quel giorno lungo la strada.

Poco dopo in lontananza eccolo il Colosseo quadrato.

Mi avviavo con animo più lieto, fradicio ormai dalla testa a piedi, ma con animo più lieto, nel frattempo aveva smesso di piovere e nel cielo era spuntato un po di sole, nell’andare incontravo un signore che lavorava da quelle parti, a cui chiedevo la strada più breve per arrivare all’agognato Colosseo quadrato, l’uomo mi diceva di seguirlo, e così iniziavamo un utile conversazione.

Intanto mi chiedeva per quale motivo volessi vedere il Colosseo quadrato, considerando tutte le altre magnifiche cose che c’erano da vedere. Gli davo le mie spiegazioni e raccontavo il motivo del mio interesse, a quel punto rideva” Va bé ” diceva ” ormai che c’è, più avanti c’è anche un laghetto molto carino” e andava a lavorare divertito.

Camminavo ancora un centinaio di metri ed eccolo davanti a me il Colosseo quadrato.

6 pensieri riguardo “Disavventure romane il Colosseo quadrato ( seconda parte )

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...