Poste, telegrammi, liti e molto altro

Ieri sera ho parlato al telefono con una nipote che vive ( per fortuna ) lontano da me.

Ma torniamo a quasi due anni fa alla morte del suocero di mia nipote. ( mai visto, l’unica occasione per conoscerlo il matrimonio di mia nipote ma ho pensato bene di non andarci).

La mia dolce consorte e figlia per rispetto di mia sorella e cognato invece sono andate, inoltre ormai non si sposa più nessuno e guai perdersi l’ occasione di comprarsi abiti e scarpe nuove per l’evento.

La mia dolce consorte ha detto ” c’è da fare il telegramma ” ” brava ” ho risposto ” fai pure” ho continuato.

Si sa come vanno queste cose, la mattina ero dalle poste per il telegramma.

Entrato nelle poste c’era un mucchio di persone ad aspettare il proprio turno, prendo il mio numero, e cerco il modulo per scrivere il telegramma, guardo bene e non c’è mi avvicino allo sportello e dico all’impiegata che conosco bene ( fatto i rappresentanti di classe insieme) ” mi dai per favore un modulo per scrivere un telegramma ” ” non ne ho qui, puoi andare da mio collega ( me lo indica) è chiedi a lui ” mi dice la impiegata.

Vado dal collega che stava digitando sul pc ” buongiorno, mi ha detto la sua collega se può darmi gentilmente un modulo che devo scrivere un telegramma ?”

” La mia collega si è sbagliata perché io sto lavorando, e non ho tempo chieda a qualche altro mio collega” tutto ad alta voce perché la collega sentisse.

L’impiegata ” grazie per la collaborazione”

Collega ” vada allo sportello qui a fianco “

Mi è partito l’embolo, fatto il bigliettino del numero a pallina l’ho tirata verso l’impiegato ” io non vado da nessuna parte ” ho detto ” siete una manica di imbecilli vi dovreste vergognare” ho gridato e tutti si sono girati verso di me e mentre me ne stavo andando l’impiegata mi ha detto ” grazie” “prego” ho risposto ( l’educazione prima di tutto) e me ne sono andato.

Uscito ero al punto di partenza, ho provato in un’altra posta c’era il mondo, quindi sono tornato a casa preso il telefono e fatto il telegramma telefonico.

Ora perché non mettano persone socievoli in questi posti è un mistero, lei, era una donna non ne aveva voglia io meno di lei, nonostante le molte incomprensioni siamo arrivati alla fine con un laconico- condoglianze- . Lo so non mi sono impegnato molto.

Passato un po di tempo mio fratello mi aveva informato che il suo telegramma era tornato indietro con mittente sconosciuto, per curiosità avevo telefonato a mia sorella per sapere del mio telegramma non ne sapeva niente, ma si sarebbe informata.

Bene da due anni da quel telegramma ho chiesto a mia nipote se era arrivato.

” Zio, no alle poste del mio paese per carenza di organico in quel periodo, i pochi dipendenti che c’erano hanno pensato bene di non consegnare la posta ( notizia finita sui giornali) l’avevano accatastata con cura nei magazzini. Arrivato un nuovo direttore era scoppiato il caso.

Che dire ” una manica di imbecilli” è poco.

Dopo anni con mia nipote siamo tornati a parlarci, con l’impiegata per il momento ci siamo incrociati qualche volta, no.

Un pensiero riguardo “Poste, telegrammi, liti e molto altro

  1. Se gli impiegati hanno da fare i moduli DEVONO essere negli appositi scomparti a disposizione del pubblico, altrimenti li devono fornire loro, si tratta di secondi…..
    Un atteggiamento inqualificabile, gli operatoti dei servizi pubblici non si possono comportare così, è una vergogna!

    Mi piace

Rispondi a silvia Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...