Soglia del dolore

Come alcuni ormai sapranno, ho una soglia del dolore fisica altissima, questo non è un bene anzi è la fonte di molti miei guai.

Soglia del dolore detta così non vuol dire niente, o perlomeno non si capisce.

I calcoli renali, il dolore che provocano ( quello forte) è paragonabile al parto, non lo dico io che chiaramente non ho mai partorito ma gli esperti, bene quindi nella mia vita ho partorito più di venti calcoli ormai non tengo più il conto, escluso il primo in ospedale gli altri tutti a casa, gli ultimi alcuni senza neanche prendere degli anti dolorifici, quando lo dico, e chi sa di cosa parlo mi guardano con occhi sgranati.

Ho preso da mio padre, a lui la soglia del dolore alta è servita in guerra per sopravvivere, infatti era un reduce della campagna di Russia dove ha visto morire migliaia di compagni di sventura.

Giro d’inverno in maglietta, non soffro il caldo, dico sempre che è solo una questione mentale, tra gli sguardi increduli.

Ho una resistenza fisica al lavoro incredibile, quanti di voi sono svenuti per aver continuato a svolgere un lavoro al di là delle propria forza fisica, a me è successo, avevo deciso che dovevo finire,quando ho terminato il lavoro ed è calata la tensione mentale mi sono ritrovato a terra sdraiato, e mi sono risvegliato dopo non so quanto tempo, due, cinque, dieci minuti, ero svenuto senza neanche essermene accorto.

In bicicletta avevo deciso che avrei fatto un percorso molto impegnativo, mi ero preparato, il finale è stato un calvario, avrei dovuto telefonare alla mia dolce consorte è dirgli di venirmi a prendere, ma il mio orgoglio si è rifiutato, ancora oggi non mi capacito di come sia riuscito ad arrivare a casa, la mia dolce consorte e mia figlia ridono ancora adesso per come ero ridotto, allora volevano chiamare il 118.

Scrivo questo oggi, perché è un anno dall’inizio e spero fine dei miei guai fisici, sto uscendo finalmente da un periodo buio, molto buio, oltre che andare in bicicletta, nuotare in mare, ( un ora ) correvo a piedi, nel correre non mi sono fermato ai primi segnali di dolore ed ho provocato grossi guai, ma come si sa i guai non vengono mai da soli, e per delle cure sbagliate la cosa è precipitata. Piano, piano sto ricominciando ad andare in bicicletta, il nuoto a breve, questa volta però mi hanno detto che con la corsa è meglio farla finita.

Sono quasi anziano e vedrò di farmene una ragione, per ora scrivo nel blog e spero di non fare danni anche qua.

10 pensieri riguardo “Soglia del dolore

    1. Ciao, visitato il tuo blog, poi commento.
      Tutte le mattine mia alzo un ora prima per fare fisioterapia (domenica compresa ) 6’30. Per lavoro prima di mezzanotte non si va a letto
      Diciamo che dopo l’infortunio ho scoperto cose che non sapevo ( raggi, e risonanza) se no sicuramente mi sarei fermato prima.

      Mi piace

      1. Ma come fai a sapere prima qual’è il tuo limite?
        Solo nella stupidità e al peggio ho visto che non c’è limite.
        Mia figlia balla tango argentino, salsa e baciata, se ti capita leggi il mio articolo passioni divergenti
        buona giornata

        Mi piace

      2. Forse ascoltando i segnali che l’organismo ci manda? Perché non fa mai sorprese…siamo noi a fare gli gnorri. Vado a cercare il tuo articolo…io ora posseduta dai ritmi del Sud Italia 😁

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...